BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A Dublino per San Patrizio

La capitale irlandese offre un'atmosfera unica e divertimento garantito nei giorni della celebre festa. Da non perdere i dintorni e una visita alla fabbrica della Guinness. E alla sera l'appuntamento è in Temple Bar.

Più informazioni su

La galleria di immagini

Dublino è una specie di Londra in versione "small", a misura d’uomo e decisamente friendly. Niente metropolitana con passeggeri stipati nei vagoni come sardine: la capitale d’Irlanda si gira tranquillamente a piedi. Ed è un piacere assoluto, tra botteghe e porte colorate, pub frequentatissimi e il lungofiume. Il Liffey taglia in due la città: per attraversarlo è d’obbligo percorrere l’Half Penny Bridge (nella foto), chiamato così perché fino a qualche secolo fa toccava pagare mezzo penny per passare.
Cosa vedere – Punto di partenza della visita può essere il Trinity College, l’università dublinese fondata nel 1592 dalla Regina Elisabetta I d’Inghilterra. Tra edifici maestosi e splendidi giardini, vi verrà voglia di sedervi su una panchina e leggere un buon libro in santa pace. Prima di uscire non dimenticate di andare a vedere il Book of Kells, un affascinante manoscritto medioevale custodito all’interno del college insieme ad altri testi antichi. Dublino, del resto, è una città ad alto tasso letterario: le opere di James Joyce si respirano un po’ ovunque. Merita una visita il Museo degli scrittori (Parnell Square), che sfoggia manoscritti originali di Beckett, Shaw e Wilde.
Per un paio d’ore meno impegnative vale la pena recarsi alla fabbrica della famosa Guinness, la birra scura che gli irlandesi bevono a litri. Il visitatore potrà scoprire tutte le fasi di lavorazione e alla fine gustarsi un bel boccale. Per smaltire il tasso alcolico niente di meglio che una passeggiata nel parco di Saint Stephen’s Green, o meglio ancora al Phoenix Park, poco fuori città, dove vi capiterà di imbattervi in mandrie di cervi in libertà: all’interno c’è il più vecchio zoo cittadino del mondo, aperto nel 1830.
Cosa fare – Imperdibile la passeggiata notturna in Temple bar, il quartiere dove c’è la più alta concentrazione di pub di Oltremanica. Tra fiumi di Guinness e canti tradizionali la serata trascorrerà in contagiosa allegria. Se il mattino dopo riuscite ad alzarvi dal letto, potete prendere la Dart, la metropolitana di superficie che serve i dintorni di Dublino, e spingervi fino a Howth, caratteristico paesino sul mare con il porticciolo e un coloratissimo mercato domenicale. Merita un pomeriggio anche Breil, con il suo bel lungomare.
Dal 12 al 17 marzo scocca l’ora del Festival di San Patrizio: cinque giorni all’insegna del divertimento e del buonumore. L’edizione 2010 prevede anche un luna park a Merrion square.
Come arrivare – Da Bergamo basta prendere un volo Ryanair, che collega Orio a Dublino con un volo di circa due ore. Tariffe economiche, variabili secondo il periodo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.