BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

S. Marino, bergamasco il presidente della banca centrale

Dopo le dimissioni dei vertici il Consiglio Grande e Generale di San Marino ha nominato Presidente una personalità di esperienze e competenza.

Più informazioni su

Il bergamasco Ezio Paolo Reggia è il nuovo Presidente della Banca Centrale di San Marino.
A pochi giorni dalle dimissioni dei vertici di Banca Centrale il Consiglio Grande e Generale di San Marino ha nominato Presidente, su proposta del Comitato per il Credito e il Risparmio, una personalità di esperienze e competenza in ambito finanziario conferendogli l’incarico della durata di tre mesi.
Reggia lavorerà fin da subito coadiuvato da una società specializzata di Milano sulle due diligence di Banca Centrale.
"Ho accettato quest’incarico", chiarisce Reggia, "solo a precise condizioni e su questo sarà intransigente. Le condizioni sono quelle di autonomia e di indipendenza, per far svolgere a Banca Centrale il ruolo che realmente le compete. Per questo anche sarò garante nei confronti della Repubblica di tutti cittadini. La Banca centrale non è di destra o di sinistra, non è dell’opposizione o della maggioranza ma è dello Stato cioè della collettività. La banca Centrale di San Marino ha una peculiarità unica al mondo, quella di vigilare banche che operano a supporto del territorio. "
Reggia, 65 anni, è nato a Fontanella in provincia di Bergamo e vanta una lunga carriera di top manager nel mondo assicurativo. Laureato in economia e commercio all’Università cattolica di Milano, è stato a capo dell’area tecnica di Toro Assicurazioni a Milano, direttore di Lloyd Italico e vicedirettore generale della Duomo assicurazioni poi della Cattolica assicurazioni, di cui è stato direttore generale dal ’90 al 2006 e poi amministratore delegato e direttore generale.
"Vengono dal mondo delle assicurazioni ma non sono il vecchio assicuratore che pensa alle polizze" ha dichiarato "Negli ultimi 10 anni ho fatto il manager, occupandomi di finanza gestendo oltre 30 miliardi di euro di investimenti. L’opportunità sammarinese oltre a essere di fatto a tempo è veramente una sfida professionale e culturale."

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.