BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Un Bergamo Awards per personaggi internazionali” fotogallery

La titolare della Cultura esponendo le linee programmatiche: "Penso ad esempio a grandi stilisti bergamaschi che possano premiare George Clooney o altri personaggi di livello mondiale"

Più informazioni su

Un premio della città non rivolto ai bergamaschi eccellenti, ma in cui i bergamaschi eccellenti possano fare da giuria e premiare personaggi di livello mondiale, che si sono distinti a livello internazionale nella cultura e non solo.
C’è anche questo tra le linee programmatiche esposte in Consiglio comunale nella serata del 22 febbraio dall’assessore alla Cultura Claudia Sartirani (foto), che ha parlato di "Bergamo Awards": "Penso ad un evento per la città che coinvolga i più autorevoli esponenti bergamaschi della cultura, dello spettacolo e dell’impresa, che hanno esportato la nostra arte e la nostra cultura in Italia e nel mondo, affinchè premino a livello nazionale, ma anche internazionale altrettante eccellenze che si sono distinte nei vari campi della cultura e non solo. Un premio che vorrà attrarre l’attenzione dei media nazionali e che ci consentirà di dare una vetrina alla nostra Bergamo, attraverso volti già noti ai media televisivi".
Queste le parole pronunciate in Consiglio. A margine l’assessore ha specificato: "Per intenderci posso pensare ad uno dei grandi stilisti bergamaschi che premi a Bergamo George Clooney o un altro grande attore, o un altro grande uomo della cultura internazionale". Per ora è solo un’idea, che però sta nelle linee programmatiche.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Meglio la polenta

    @52
    Se ai 400 aggiungo i 350 che hai gratuitamente omesso diventano 750 a 1050. Embè? Vedi come bastapoco a cambiar le carte…
    Come sulla Sala Piatti vai di approssimazioni. Ma con questi ogni argomentazione non sta in piedi. O ci sta, approssimata ….
    Wi giornali, ma che le dicono giuste.

  2. Scritto da r.t.

    in tutto il mondo ci sono città che costruiscono la loro fortuna su queste operazioni mediatiche. La Sartirani semmai arriva buon ultima, ma non le si può dire che faccia una cosa sbagliata. Certo che si dedicherà anche al Donizetti, alla Carrara e a tutti gli altri sepolcri culturali. Ma, per carità, pensi anche a farci divertire.

  3. Scritto da peter

    quel w i giornali lì deve essere uno di quelli che vuole le verità calate dall’alto. Uno che non vuole affaticarsi a scorpire cosa c’è di interessante, no vuole che glielo fornisca il giornalista. Salvo poi criticarlo perchè mette in evidenza questo piuttosto che quell’argomento. La scelta fatta da Bgnews mi pare invece la più libera e trasparente (peraltro è la stessa fatta da L’Eco). Può non piacere all’amico. Ce ne faremo una ragione. Avanti così. Tutti sul Sebino. George e Eli ci aspettano..

  4. Scritto da w i giornali

    Grazie per la risposta, ma resto della mia opinione. E me la conferma. Vi soffermate sulla curiosità e pubblicate un link che nessuno aprirà e leggerà. Il servizio poteva benissimo risaltare il Clooney di turno(a proposito, che male mai farà?!)ma evidenziar almeno altri punti importanti, molto più significativi. Avete fatto il vostro lavoro per carità, ma mi lasci dire che è un lavoro fuorviante, enormemente fuorviante, e i ommenti lo testimoniano. Grazie.

  5. Scritto da c.zap.

    Caro w i giornali,
    Bergamonews ha già pubblicato il link che rimandava al contenuto integrale delle linee programmatiche. Eccolo di nuovo: http://www.bergamonews.it/bergamo/articolo.php?id=22027
    Stavolta ci siamo soffermati su una curiosità. L’interesse che ha suscitato conferma che non era così trascurabile. Ma non ci siamo dimenticati di fornire anche tutte le altre informazioni. Sul nostro giornale cerchiamo di farci stare le une e le altre. Al lettore la scelta. Grazie per l’attenzione.

  6. Scritto da lele

    luca, questa proposta è indifendibile..

  7. Scritto da comicsbg

    ei fu siccome immobile
    http://comicsbg.wordpress.com/2010/02/23/con-i-piedi-sulla-terra/

  8. Scritto da luca

    Zapperi nn ciurli nel manico perchè il popolo abbocca, come vede, ma lei ci fa una pessima figura. Sarebbe come far pubblicità all’estero dell’Italia culturale e pubblicare solo che si fa Sanremo. Sia serio.

  9. Scritto da w i giornali

    Una domanda alla redazione. Ma visto che le linee programmatiche erano 15 pagine con ben altro che Clooney magari non si potrebbe giornalisticamente soddisfare questo popolo di benpensanti culturali con dei dati oggettivi? O chiedo troppo?

  10. Scritto da Ricercatrice universitaria

    sono esterefatta dall’idea dell’assessore alla Cultura.
    C’è alla base un’idea di cultura simile ai talent show che vanno di moda in TV: io “guardo” qualcun altro che fa qualcosa! Ma lavorare per la cultura non è solo far vedere ciò che fanno gli artisti, ma anche promuovere occasioni di incontro, di arricchimento personale. Si pensi al Festival della letteratura di Mantova. Se andiamo avanti così rimaniamo la cenerentola non solo dei trasporti ….

  11. Scritto da fabrizio valserra

    Cielo, che orrore!

  12. Scritto da w i giornali

    Peter,per carità, non sai di cosa parli. Sai quante persone arrivano in fondo agli articoli di giornale letti. 3%. Dati dell’ordine dei giornalisti della lombardia. Bg News ha fatto una scelta. Fuorviante. Tu fai quello che credi, ne hai facoltà, ma non scrivere baggianate che non esistono. Parla per conto tuo e con la tua testa. Sono d’accordo con RT. Tutti che vogliono cultura di alto livello e poi…Andatea vedervi i dati delle visite all’Accademia Carrara, benpensanti. O della Gamec…

  13. Scritto da w i giornali

    …della Gamec, ultimo Museo in classifica in Italia secondo il Touring Club Italia. I bergamaschi urlano ma non ci vanno poi. Vogliono il Jazz ma poi si scopre che il teatro è vuoto, vogliono la musica classica ma poi in Sala Piatti ci vanno 4 gatti ultra settantenni. Si può fare l’uno e l’altro, stimolando la partecipazione di tutti alla cultura alta e a quella più popolare. Un appunto ancora Zapperi. Assessorato alla Cultura e allo Spettacolo. Grazie.

  14. Scritto da peter

    w i giornali, stai attento a non farti scoprire perchè quell’ultimo appunto mosso al direttore non può che venire da una sola persona (la diretta interessata). Se così fosse, sarebbe bene che la signora pensasse a lavorare invece che perdersi dietro commenti anonimi che lasciano intravedere la manina. del resto, è spuntata dal nulla. Quanto sia acerba non perde occasione di dimostrarlo. Si faccia coraggio, può solo crescere.

  15. Scritto da w i giornali

    Non rispondi. 400 su 1150, dati del teatro, sono un successo?
    Risponda anche approssimativamente.
    Per stefano. Se hai letto e non hai capito sono due i casi. O i programmi sono in latino indecifrabile o non hai capito.

  16. Scritto da NUMERI e polenta

    @49. Appunto: 1400 non sono 1150 (anzi 1050 per la sicurezza).
    Che credibilità ha uno che spara così i numeri???
    Certo, BgNws l’ha criticata per il modo di informare.
    Che poi lei faccia l’organizzatore e veda nell’Awards la soluzione culturale, libero di farlo ovviam. Ma non si è mosso con molta credibilità. Troppe sentenze senza fondamento.
    Troppa approssimazione..
    Sono con @48 PROVINCIA DI BERGAMO….Pausini chi? POLENTA E OSEI!!

  17. Scritto da w i giornali

    Appunto, 400 persone per 1150. Un successone.
    Se ne deduce che nemmeno la più amata cantante italiana nel mondo che ha registrato 120mila anime a Buenos Aires ha fatto 9000 anime a Bergamo. Faccia lei. Per capirci meglio gli organizzatori hanno messo soldi, così come è stato beo Dylan.
    Per il resto o lei legge solo quello che vuole oppure rilegga quello che penso. Ok l’Awards Bg e anche il resto, ma i bergamaschi?
    Ps. Ho discusso con Bg News per altro, se ne faccia una ragione.

  18. Scritto da PROVINCIA DI BERGAMO

    Ma si dai, Bergamo deve rimanere con il Ducato di Piazza Pontida a rasgare la ègia e ascoltare il Bepi. Macchè cultura, agricoltura e polenta a volontà, festival della bresaola e cotechino. Strachì per tutti altro che Clooney e Donizetti. Però il primo che mi da del provinciale ghe piente!

  19. Scritto da Dati e "NOTIZIE"

    @45 Guardi, dati per dati, che il Donizetti non tiene più di 1150 posti, e allargandosi. Se poi mi dice, e sto al suo dato, che la Pausini non riempie, beh, cosa se ne deduce?
    Come già ha detto qualcuno le mostre di Bs o Tv, e anche qualcuna al tempo di Marabini (giusto x non dimenticare) e il Festival lett di Mantova, dicono che si può far numeri e proposte “alte”.
    E’ l’Awards Bg che risolleva le sorti “culturali” e di spettacolo?!?
    P. S. la critica a BgNw non me la sono inventata io…

  20. Scritto da wigornali

    Notizie e qualunquismo, non mischi le carte. Figuramoci se reputo bgnews colpevole per l’incongrutà bergamasca. Per quanto riguarda i dati confermo, sono pubblici li può guardare anche lei. 400 persone nella serata più importante del jazz su 1400 di capienza sono un successo? Guardi, non siamo nemmeno riusciti a fare il pieno con la Pausini, le basta?! La verità che si tende all’urlo subito ma i dati sono impietosi. Non è questione di colpe ma di realismo.

  21. Scritto da zoe

    PER RICERCATRICE UNIVERSITARIA
    Esterrefatta con due “r” e non con una
    giusto perchè stiamo parlando di cultura…

  22. Scritto da NOTIZIE E QUALUNQUISMO

    Quanto all Gamec: scoperta dell’Amecira: solo Qualcuno non vogliono prender atto che tira come un Ape in riserva. Mentre il fiore all’occhiello sarebbe – con spazi idonei – l’Accademia Carrara.
    Quelli, sono sì,spesso (per direzione artistica) prodotti di nicchia quasi autoreferenziali.
    Ma perchè far di tutt’un erba un fascio?
    Che c’entra BgNews e la scelta editoriale in cio’?
    Se il pubblico è incolto ne facciamo una colpa al giornale web? Vale come barzelletta, se crede. Fa davver ridere??

  23. Scritto da w i giornali

    Peter, invece di scrivere altre baggianate false, rispondi a quello che ti ho scritto, fatti non manine. Non sono la Sartirani e sono un maschietto, e faccio lo stesso lavoro di Zapperi. Comunque riesci anche tu a leggere, lo puoi leggere dove vuoi, nel sito del comune o sui giornali o sull’elenco del telefono, Assessorato alla Cultura e Spettacolo, quindi Clooney e Donizetti, Sanremo e Mozart, Hopper e Tiepolo. Anche il Bepi se preferisci. Ciao Peter, fai il bravo.

  24. Scritto da NOTIZIE E QUALUNQUISMO

    @w i giornali. Di fuorviante caro lei, ci sono solo una bella fetta dei suoi argomenti. Basti dire dei dati che riporta: quelli made in Bg. Che il festival jazz sia vuoto, lo dice lei: ha forse seguito tutti gli appuntamenti delle ultime edizioni? Beh, ha di che riflettere. Forse.
    Lo stesso dei concerti in Sala Piatti. Quali, per sua grazia?!? Ci sono di serie a, b, c e z. Ovvio che il pubblico sia diverso, anche quanto a n…
    Chi ci va sa che a volte è piena, e la gente resta fuori, segue

  25. Scritto da pavel

    l’unico commento possibile è: NO COMMENT!

  26. Scritto da karajan

    QUANDOOOOOOOOO PREMIAMOOOOOOOOO GLI OPERAIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Ho schifo di questa società fatta di escort, grande bordello, isola dei fangosi e di tutte quelle co….nate che vengono trasmesse dalla tv, che incitano al litigio. HO SCHIFOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!

  27. Scritto da Antonia

    Fa quasi effetto leggere nel titolo “La titolare della Cultura…”
    Titolare di cosa?? Della Cultura? Questa? E la proposta è il premio a Clooney??

    Sartirani, ‘scoltem me: lasa pert.
    T’al dise per ol tò bè…pensega ad oter!

  28. Scritto da lele

    .. e poi potremmo premiare il beneamato sindaco Tentorio!
    lui sì che è un grande bergamasco e soprattutto un grande atalantino!
    Questa sì che è cultura!

  29. Scritto da lele

    un vero bergamasco non potrebbe poi che premiare Cristiano Doni! Lui sì che ha fatto tanto per Bergamo! Grazie Cristiano!
    Questa sì che è cultura!

  30. Scritto da lele

    wow! non possiamo dare un premio anche alla Canalis?
    questa sì che è cultura!!

  31. Scritto da Stefano

    Francamente non ho capito dal programma cosa si desidera proporre per la Cultura nei prossimi 4 anni,
    se non tagli e razionalizzazioni che si leggono in controluce.
    Qualcuno può aiutare a capire chi come me non ci è ancora arrivato?
    Invece per quel che riguarda la pubblicità e per chi organizza gli eventi qualcosa si è capito. Grazie.

  32. Scritto da betty

    Complimenti all’assessore: george a Bergamo, e poi magari si compra una villa sul Sebino.

  33. Scritto da Che vergogna

    Mi sto sotterrando dalla vergogna al pensiero.

  34. Scritto da carly

    Ammazza che ideona!

  35. Scritto da Senza fantasia

    Ennesima passarella. E questa sarebbe cultura?
    Che fantasia….

  36. Scritto da la volpe e la vetrina

    Questa più che cultura è VETRINA. No, non ci siamo, cara Sartirani.
    Siamo alla cultura degli “involucri”….
    Il suo predecessore Fusi era solo un gran politico-volpe.
    Far meglio non ci vuole molto.
    Ma anche a far peggio si fa presto.

  37. Scritto da JJ

    ce ne sono migliaia in giro per l’ italia e il mondo di questi premi totalmente insignificanti che servono solo a chi li organizza per farsi la foto accanto al vip che riescono ad invitare .
    Pensiamo ad eventi che servano al turismo, che richiamino gente.
    JJ

  38. Scritto da Marco Cimmino

    E sì che di esempi positivi ce n’è a bizzeffe: penso al Premio Acqui Storia, ad esempio. Piccola città, grande premio, grande richiamo, nomi importanti e cultura tutto l’anno (mostre, Acqui Ambiente, manifestazioni). Se volete, vi metto in contatto io con l’Assessore Sburlati, che vi spiega come si fa. Oppure E’ storia a Gorizia: stessa cosa. In realtà, basta avere due cose: idee e volontà di metterle in pratica. Altrimenti, ci restano gli Awards e George Clooney..viva l’Italia (e l’italiano)!

  39. Scritto da M.T.

    Premiare personaggi internazionali a Bergamo avrebbe senso in un certo contesto, tipo un evento di richiamo internazionale: una mostra d’arte della Carrara particolarmente prestigiosa, celebrazioni di spicco (e.g.: bicentenario della morte di Donizetti), etc…Ogni anno a ottobre c’è Bergamo Scienza che invita scienziati internazionali: anche quelli sono personaggi da premiare, anche se meno famosi di Clooney…Altrimenti, come già detto da altri, è solo vetrina e pan bagnato

  40. Scritto da .....

    che storia
    Giorgino a bergamo
    che cultura

  41. Scritto da at+2

    persino i bambini delle elemtari avrebbero pensato a qualche cosa di più “intelligente”… e queste sono le “menti” che ci governano.. andiamo bene!!

  42. Scritto da Gasgas

    E nel frattempo sono stati dimezzati i fondi per il Bergamo film meeting, uno degli eventi culturali più importanti di Bergamo che richiama un grande numero di spettatori e ha una certa visibilità anche fuori dalla provincia. Non credo che il caro Clooney venga nella nostra ridente cittadina a ritirare un premio sconosciuto senza beccarsi qualche euro.

  43. Scritto da marco

    Incredibile. Il solito trucco di marketing che nasconde il vuoto pneumatico.

  44. Scritto da bru

    Awards quà, Awards là, l’Italia ne è così piena che nemmeno si ricordano!
    Perchè l’assessore non si informa presso il Santa Giulia di Brescia, come si fa a creare mostre prestigiose che richiamano migliaia di persone, mostre poi ricordate con grande piacere e che mettono la gente in aspettativa per la prossima?

  45. Scritto da dulcinea

    Come siete polemici. Sarebbe bello sapere tra voi che gridate tanto alla Cultura quanti vanno a teatro, a vedere una mostra o entrano in una libreria. Ma lasciate che arrivi il caro George, così che questa dannata città si rianima un attimo. Piuttosto Bergamonews ma quando arriva George?

  46. Scritto da corti-novis

    grande culturada del spettacolo… miserie del nostro tempo

  47. Scritto da enrico

    Della serie le sparo grosse perchè non ho un’idea in testa. Signora, si metta tranquilla sul divano a guardare la televisione, non faccia lavorare troppo il cervello.

  48. Scritto da Stefano

    Secondo me Clooney, compagnia e quanti lo desiderano sono i benvenuti a Bergamo.
    Anche se desiderassero solo prendere un gelato in Piazza Vecchia.
    Detto questo: ci fate capire cosa si desidera proporre per la Cultura nei prossimi 4 anni?
    Grazie

  49. Scritto da ureidacan

    Istituire un “premificio”. Che fantasia l’assessore alla cultura!

  50. Scritto da lostilita

    prima deve essere premiato Ezio Bertuzzo (Ezio gol) mai dimenticato giocatore atalantino
    avrei voluto un monumento per lui, magari al posto di quello orripilante in piazza della libertà, quello con il bambinetto sotto
    sarebbe bene magari intitolargli una via, in centro possibilmente, o magari lo stadio, quello che ci ha promesso il nostro Tentorio
    (in campagna elettorale però si può prometter di tutto)
    altro che Clooney!
    taca la bala, taca ol balon!

  51. Scritto da martina

    Credo proprio che Goerge Clooney si precipiterà di corsa a Bergamo per ritirare il premio conferitogli dalla summa della cultura bergamasca. Veramente un’idea originale, complimenti all’assessore.