BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Talamonti: “Doni-Conte? Nulla di grave”

Pi?? che la sconfitta di Livorno, l???argomento che tiene banco in questi giorni in casa nerazzurra ?? il presunto battibecco tra Doni e Conte al termine della sfida.

Più informazioni su

Dopo cinque risultati utili e due vittorie consecutive l’Atalanta si è fermata a Livorno. I nerazzurri sono usciti sconfitti di misura dal Picchi al termine di una prestazione meno brillante rispetto alle ultime uscite. Più che la battuta d’arresto contro i labronici però, l’argomento che tiene banco in questi giorni in casa nerazzurra è il battibecco che c’è stato tra Doni e Conte al momento della sostituzione del capitano. Si vocifera che la discussione sia proseguita anche negli spogliatoi. Alla ripresa degli allenamenti a Zingonia, in vista dell’imminente trasferta di Cagliari, ne abbiamo parlato con Leonardo Josè Talamonti: Non so cosa sia successo e cosa dite voi, ma secondo me ci deve essere un’informazione concreta e corretta, da una buona fonte – ha dichiarato Talamonti – Non è successo nulla di grave. Quello che succede nello spogliatoio è sempre privato, io dico che non è successo niente, qui si parla sempre di più di quello che si deve parlare. Dovete chiedere a Conte o Doni se è successo qualcosa, non posso parlare io per loro”.
Tornando alla partita, l’Atalanta è uscita sconfitta da Livorno al termine di una sfida poco entusiasmante: “Nonostante la sconfitta abbiamo comunque fatto noi la partita e non meritavamo di perdere. Era una partita chiusa, una di quelle che chi fa il primo gol vince. E cosi è stato, purtroppo. Peccato perché  anche in difesa ci siamo comportati bene. Ma il calcio è cosi, concedi una sola occasione e perdi la partita. Bisogna essere concentrati al massimo e per tutti i novanta minuti. Dobbiamo migliorare sui calci d’angolo avversari, perché sia col Parma che con il Livorno abbiamo preso gol cosi. e stare più attenti”.
Il rammarico è maggiore perché il gol del Livorno è arrivato solo grazie ad un errore di Consigli: “Può capitare che Andrea abbia avuto questo piccolo infortunio. Comunque è un bravo portiere, con il Parma ha fatto parate incredibili. Eravamo tutti in area, non solo la difesa, e Miglionico ha colpito da solo. Il primo errore è stato quello. Nei nostri ruoli, difensore e portiere, sbagli una volta e prendi gol. Però l’errore è di tutta la squadra e non solo suo”.
Una delle poche notizie positive della trasferta livornese è proprio il tuo ritorno in campo dopo più di un mese. Anche contro un ariete come Lucarelli hai dimostrato di essere già in buona forma: “Ho finito la partita pieno di botte ma almeno sono servite perché ritengo di aver fatto abbastanza bene, almeno secondo me. Dopo un mese era difficile rientrare ma sono contento della mia partita. Sto bene e mi sto riprendendo velocemente. Devo solo riprendere un po’ il ritmo-partita e questo posso farlo solo giocando. Ne ho parlato anche con Conte”.
Adesso siete attesi da un altra difficile trasferta come quella di Cagliari, dove fra l’altro ritroverete un ex compagno, Andrea Lazzari, che sta passando un buon momento: “Dobbiamo giocare come abbiamo fatto a Livorno, dove la partita l’abbiamo fatta noi. L’idea che ci sta trasmettendo il mister è quella di essere protagonisti sempre, sia in casa che fuori.  E a Cagliari cercheremo di farlo ancora. Lazzari sta vivendo un bel momento, è un bravo giocatore, ma credo che abbiamo difensori che possono fermarlo tranquillamente”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Sergio-Svizzera

    Contro la Samp potevamo almeno pareggiare ( due pali della Dea agli sgoccioli della partita). Ha ragione Aladin: il mister parla troppo ed è un po’ più fortunato di Gregucci. Più o meno come Lippi rispetto a Donadoni. E ha ragione anche Saura: contro il Livorno poteva andare anche peggio. Re Serse fu sconfitto a Salamina perchè aveva molti uomini ma pochi soldati. Domani, dopo la partita contro il Cagliari, sapremo se Conte è davvero un buon generale e i suoi uomini dei buoni soldati.

  2. Scritto da corra 67

    doni deve rendersi cont0 dell eta anagrafica e capire che a37 anni non puo fare 3 partite inuna settimana e poi dov e il rispetto x le scelte dell allenatore?

  3. Scritto da saura

    talamonti si dimentica che c’era anche un rigore clamoroso su lucarelli…………………grosso come una casa….diciamola tutta

  4. Scritto da aladin

    Cristiano datti una calmata e dosa le forze, sembri un bambino isterico a volte.
    Conte: parla di meno, finora rispetto a Gregucci sei solo stato meno sfortunato. Sulla partita di Livorno nessun giornalista ha detto la verità:la Dea ha fatto pena, senza nerbo nè voglia nè gioco, così si va sparati in B.