BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pendolino, la protesta delle Camere di Commercio

I Presidenti delle Camere di Commercio di Bergamo, di Brescia e di Cremona scendono in campo contro la soppressione dell’Eurostar Bergamo-Roma.

Più informazioni su

I Presidenti delle Camere di Commercio di Bergamo Roberto Sestini, di Brescia Franco Bettoni e di Cremona Gian Domenico Auricchio scendono in campo contro la soppressione dell’Eurostar Bergamo-Roma. Una mobilitazione a nome di tutte le Associazioni di categoria e del mondo economico che attraverso una nota congiunta indirizzata a Trenitalia e alla Regione Lombardia ribadisce il proprio no alla cancellazione del pendolino Stradivari, un provvedimento che penalizza pesantemente una vasta area della Lombardia, con un allungamento dei tempi di percorrenza e costi sensibilmente superiori.
“Il mantenimento di questo collegamento a servizio di un territorio fortemente industrializzato e con un deficit infrastrutturale evidente – commentano i Presidenti delle tre Camere di Commercio – rappresenta un’efficace integrazione dell’alta velocità ferroviaria e del sistema aeroportuale ai quali gran parte dei nostri imprenditori e residenti accedono con difficoltà. La decisione di sopprimere il pendolino rappresenta un danno evidente che andrà ad incidere in modo pesante sulle prospettive di sviluppo dei nostri territori, già fortemente penalizzati nei collegamenti ferroviari.”
Nella mobilitazione sono stati coinvolti anche i Presidenti delle Province di Bergamo Pirovano, di Brescia Molgora, di Cremona Salini e i Sindaci di Bergamo Tentorio, di Brescia Paroli e di Cremona Perri.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da paperino

    Speriamo in bene…
    I bergamaschi sono sempre penalizzati con i trasporti…
    Grazie a Trenitalia useremo di piu’ gli aerei.
    PS se il treno fermasse a TIBURTINA anziché TERMINI penso si guadagni un bel quarto d’ora di tempo sulla tratta…

  2. Scritto da Parsifal

    Se cambia qualcosa vado a Roma in bici. ….Onorevoli leghisti e non che stannno sulle sedie del parlamento non dicono nulla?
    Non fanno nulla???
    Bravi, sempre attenti ai servizi del cittadino.

  3. Scritto da Narno Pinotti

    Perché un Pendolino da 300 km/h deve percorrere 135 km (il 22% della tratta) su linee da max 110 km/h? Quanti passeggeri salgono a Cremona o a Fidenza? Quanto costano il treno e il suo ricovero quotidiano a Milano, da cui riparte all’alba per trovarsi a Bergamo? C’è una dozzina di combinazioni Bergamo-Roma, con un solo cambio a Milano. Nella peggiore il viaggio dura 2 minuti in meno del Pendolino, in molte altre tra 40′ e 56′ in meno! Ma buttare i soldi delle tasse vi piace così tanto?

  4. Scritto da angi

    Il problema sono le linee ferroviarie che nel tratto lombardo sono antiquate, ad un solo binario e sopportano velocità previste ai primi del 1900. Perchè poi non far stazionare il treno a Bergamo piuttosto che a Milano lo possiamo comprendere, Bergamo ha una stazione da villaggio sudamericano..