BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“L’antifascismo militante ?? un totem antico”

Il saggista e giornalista di sinistra, studioso della destra radicale in Italia, interviene sulle polemiche contro la conferenza di Casa Pound, che si terr?? nella serata del 30 ottobre a Redona.

Più informazioni su

”Trovo molto grave il continuo, pressante, ossessivo tentativo di vietare un libero confronto tra intellettuali con motivazioni capziose: è quanto afferma il giornalista e saggista Ugo Tassinari sulla vicenda relativa alla conferenza di Casa Pound, che si svolgerà nella serata del 30 ottobre a Redona, contro la quale si sono schierate più forze “antifasciste”. Tassinari parteciperà a quella conferenza in qualità di esperto della destra radicale. “Mi era già accaduto a Torino l’anno scorso , quando, dopo che gruppi di antifascismo militante avevano organizzato presidi, manifestazioni e scontri con le forze dell’ordine in un clima da anni ’70, avevo dovuto rinunciare a partecipare al convegno ‘Destra Radicale da opposta prospettiva’. Successe poi a Roma, addirittura all’università, quando venne annullata una conferenza sulle generazioni 1968 e 2008 a confronto organizzata a Tor Vergata dal Blocco Studentesco”.
”Ho una storia politica ben precisa, ma da giornalista e scrittore di sinistra che ha studiato per anni il mondo della destra radicale in Italia, oggi sorrido se mi si dice che nel nostro paese esiste un pericolo neofascista”, dice ancora Tassinari, autore tra l’altro di “Fascisteria”, “Naufraghi” e “Guerrieri”, una vera e propria trilogia sulla storia della destra in Italia. ”Piuttosto – spiega – vedo un’estrema sinistra marginale e incapace di iniziativa, che si ancora a logiche identitarie: da un lato quella giustizialista e dall’altro riesumando l’antico totem dell’antifascismo militante. Logiche del tutto inadeguate alla battaglia politica e culturale da intraprendere”.
”Quanto a Bergamo, la città che ha negato una strada alla memoria di una vittima della mafia, Peppino Impastato, l’idea che si possa vietare l’utilizzo di una sala per un confronto sulle idee tra uomini liberi solo perché è intitolata a un antifascista è assurda: apre la strada al negare l’agibilità politica ai ‘fascisti’. E’ come dire “vietiamo ai fascisti di parlare in tutte le città medaglia d’oro della Resistenza”. Un paradosso fuori dal tempo. Ai colleghi giornalisti poi vorrei dire una cosa: come si fa a chiedere libertà d’informazione per i giornalisti se non c’è liberta di parola per tutti? Su questo li invito a riflettere”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da pike

    Insomma tu sei il contadino e io l’ìerba cattiva, pare di capire.
    Decespuglierai con la Walther p38 ?

    http://www.cafenero.ilcannocchiale.it

  2. Scritto da Maverik

    @ Carlo
    Tipico del fascista: intimidire l’avversario fornendone al pubblico (compresi i suoi violenti amichetti) le generalità
    Già che c’eri perchè non informi dove abito, quali sono i miei movimenti, la targa delle mie auto, per meglio colpirmi
    Perchè non sveli anche tu la tua identità?

  3. Scritto da Paolo L. Poduie

    Mio padre mi ha insegnato che le erbacce vanno estirpate dal campo, perché non danno frutto e il raccolto ne soffre. Figuriamoci le erbacce che danno frutti velenosi. Compie un atto violento il contadino? Certamente. Compie un atto ingiusto?…NO! La violenza non è mai auspicabile, ma qualche volta è necessaria. Sempre quando la malaerba prende il nome di fascismo, perchè il suo frutto velenoso uccide il raccolto della libertà. Ora e sempre RESISTENZA.

  4. Scritto da Anna

    DAlle foto pubblicate un dibattito tre intellettuali seguito da un pubblico di dame di compagnia, ma Tassinari cosa si fa prima di acettare sti inviti?

  5. Scritto da Simone L. Pianetti

    anche Mussolini era di sinistra e socialista, prima di diventare il duce e il servo dei padroni; (Fini era fascista, prima di diventare non si sa bene cosa). Il tempo cambia molte cose, ma il fascismo non sarà mai democratico; pretende agibilità politica solo per svilupparsi e poi, da quella pianta venefica che è, far morire l’albero della democrazia a cui si è aggrappato per crescere.

  6. Scritto da Alfredo

    per Simone L. Pianetti
    E ci volgliono i sostegni come Ciccofelipe o Principebianco perchè ce la facciano a germogliare. Naturalmente se le persone decenti non si ribellano!

  7. Scritto da Antifascista

    Tra l’altro che buon gusto Tentorio, concedere una sala ai fascisti di Casa Pound, sita in un edificio che è stato un centro sociale occupato aggredito a colpi di Molotof proprio dai fascisti. In quella attentato ci furono molti feriti anche gravi.
    Tra l’altro ieri alcuni degli agressori siedevano tra il pubblico dell’iniziativa culturale (guarda le foto di Bergamone) e sghignazzavano alle spalle dei poliziotti che li difendevano al posto di arrestarli.
    Proprio una bella visione!

  8. Scritto da Maverik

    Voi sedicenti antifascisti siete tutti fascisti

  9. Scritto da andy baumwolle

    Il fascismo figlio disgraziato della retorica risorgimentale
    Mussolini un uomo solo ambizioso che ha cavalcato il socialismo poi l’interventismo poi la chiesa poi i Savoia poi le leggi razziali poi la guerra poi la repubblica sociale pur di raggiungere il potere
    Sarebbe stato anche il capitalista o il comunista se gli fosse servito per stare al potere
    Il tipico italiano furbacchione e voltagabbana
    Il vero inventore della più viscida politica italiana
    Una macchietta con quelle sue divise ridico

  10. Scritto da @6 mamma li fasci?!!

    ma ti riferisci per caso al (ex?) naziskin DAX, al tossico Biagetti e a quel Tommasoli coinvolto in una rissa per futili motivi da 4 ragazzi rispettivamente 1 di FN, 1 della LN e 2 del PD? Le altre aggressioni inventate quali sarebbero? Perchè invece non parliamo di quelle dell’altro giorno a Torino dove i valorosi antifa figli di papà (in 100) hanno attaccato e devastato 2 banchetti di CP e Lega…o delle molotov lanciate contro le sedi di FN,CP,LN,PDL a Bergamo,a Bologna,a Pistoia,a Roma….

  11. Scritto da Carlo

    Maverik/ciccofelipe alis Polsco in realtà avv: Invernizzi qui di certo un fascista c’è e sei tu!

  12. Scritto da Antifascista

    per @6 mamma li fasci
    mi rifesrisco alla molotof al antasma (5 feriti), all’agressione alla Gast Haus (3 feriti), all’accoltellamento in stazione (2 feriti), a quello in citttà alta (3 feriti) a due tentati incendi al Paci Paciana, a decine di agressioni a immigrati nell’isola, ai monumenti partigiani deturpati o distrutti ecc ecc.
    Cosa pretendi che nessuno si incavoli? E già bello che siete tornati a casina da mamma interi, ma mi sa che la prossima volta non va a finirte così

  13. Scritto da pizza&sole

    4- SPQR , semplicemente molti giornalisti hanno capito che per fare qualche liretta e due dita di potere il posto giusto non è a sinistra. In quel mondo a sinistra c’è rimasto poco più che niente. Difficile da capire ?

  14. Scritto da L'Antifaschifo

    mi aspetto che qualche sedicente antifascista centrosocialota ipotizzi che Tassinari è un fascista infiltrato…giusto per fare due risate

  15. Scritto da mau antifascio

    boh! mi sa che questo è di sinistra come Brunetta che dice di essere socialista.

  16. Scritto da Antifascista

    Tassinari sarai di sinistra ma da anni dici di fare solo iniziative con l’estrema destra, ripigliati sei un po confuso!

  17. Scritto da SPQR

    A me invece pare che sempre più giornalisti provenienti dall’area di sinistra stiano dimostrando cosa sia veramente la libertà di opinione…
    Da Pansa, a Telese, al qui citato Tassinari… hanno saputo andare oltre il pregiudizio verso l’opposta parte politica..un pregiudizio che puzza di vecchio proprio come l’attuale classe politica, e anche come qualcuno dei padroni dei centrosocialoidi che anche stasera hanno dimostrato la loro superiorità con fumogeni sulle forze dell’ordine.

  18. Scritto da Alfredo

    SARA’ UN TOTEM, MA E’ SEMPRE MEGLIO DELLA SVASTICA!

  19. Scritto da fa schifo l'Antifaschifo

    Ma ridicolo è chi fa il saluto romano, chi ha l’ accendino del duce.
    Pericoloso e’ chi ammazza DAX, Tomassoli, il ragazzo di Ostia ecc ecc, senza contare le aggressioni di tutti i giorni.
    caro amico pseudo fascioleghistamafioso, in Italia o Padania c’è un allarme sicurezza che non arriva da 4 romeni rapina ricchi, ma arriva dai giovani e meno ballilla che al grido di duce duce ti spaccano le ossa, solitamente con un rapporto 4 contro 1 .