BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Euro 2, dalla Regione altri 10 milioni di euro

Altri dieci milioni di euro per rifinanziare il bando regionale riservato a chi installa un Filtro antiparticolato sul proprio veicolo diesel Euro 0, Euro 1, Euro 2.

Più informazioni su

Altri dieci milioni di euro per rifinanziare il bando regionale riservato a chi installa un Filtro antiparticolato (Fap) sul proprio veicolo commerciale diesel Euro 0, Euro 1, Euro 2. E’ quanto prevede la delibera approvata dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore regionale alla Qualità dell’Ambiente, Massimo Ponzoni. I contributi sono destinati alle imprese (individuali o societarie) e agli enti pubblici di tutto il territorio regionale che installino i Fap sui veicoli trasporto merci di categoria N1 (di peso complessivo a pieno carico tra 2,5 e 3,5 tonnellate), N2 (fino a 12 t.) e N3 (sopra le 12 t.).

L’entità del contributo corrisponde al 75% del costo sostenuto, con tetti massimi stabiliti come di seguito:
– categoria N1 (fino a 3,5 t.): 3.100 euro
– categoria N2 (fino a 12 t.): 3.750 euro
– categoria N3 (fino a 18 t.): 4.300 euro
– categoria N3 (più di 18 t.): 5.500 euro

"Stiamo puntualmente mantenendo l’impegno dichiarato, e cioè che gli eco-incentivi regionali sarebbero stati a ciclo continuo", commenta il presidente Roberto Formigoni. "Infatti la nostra politica è soprattutto quella di favorire e sostenere comportamenti virtuosi e l’utilizzo di sistemi a minore emissione. Il bando preesistente, che aveva ricevuto il plauso da parte delle associazioni di categoria – sottolinea Ponzoni – è stato rifinanziato in tempi record dal momento che i fondi sono stati richiesti ed erogati molto rapidamente. Solo nell’ultima settimana di ottobre sono state presentate domande di incentivo per oltre 6 milioni di euro".

AUTO: sostituzione con una nuova o usata, oppure installazione impianto a metano/gpl.
Il contributo di 3.000 euro viene concesso per l’acquisto di un’auto nuova o usata – elettrica, ibrida, gpl, metano, bi-fuel, o a benzina di classe Euro 3 o superiore e la contestuale rottamazione di un veicolo Euro 0 (benzina o diesel), Euro 1 diesel o Euro 2 diesel.
Possono presentare domanda per ottenere l’incentivo i cittadini della zona critica A1 che hanno un reddito familiare sotto una certa soglia, che viene alzata se c’è la presenza di figli minori o di persone disabili: ad esempio per una persona singola il limite di reddito è 20.000 euro (30.000 per un disabile) che diventano 49.200 per una famiglia di quattro persone (59.200 se c’è un disabile).

IMPIANTO GPL/METANO – In alternativa è possibile ottenere un contributo di 600 euro per installare un impianto a Gpl o metano (naturalmente solo per auto con motore a benzina).

VEICOLI COMMERCIALI LEGGERI: sostituzione con un mezzo nuovo non diesel.
Il bando riguarda i veicoli per trasporto merci diesel Euro 0, Euro 1, Euro 2 di categoria N1 (cioè fino a 3,5 t. di peso complessivo a pieno carico). E’ rivolto alle imprese su tutto il territorio regionale (quindi anche artigiani e commercianti) e mette a disposizione un incentivo per sostituire (con
rottamazione) tali veicoli con mezzi nuovi a bassa emissione (benzina, metano o gpl, ma non diesel), sempre della categoria N1. L’incentivo è di 2.000 euro per veicolo e ogni azienda può rottamare e sostituire con veicolo nuovo (di prima
immatricolazione) fino a 2 mezzi (ottenendo dunque, in questo caso, 4.000 euro). Anche questo contributo è cumulabile con gli incentivi statali. I beneficiari sono le società o imprese con sede legale o anche solo operativa in Lombardia.

MOTO – Vengono erogati incentivi di 200-400 euro per l’acquisto di ciclomotori e motocicli nuovi a basso impatto (benzina) o 2000 euro (elettrici). I fondi sono destinati ai cittadini residenti nella zona critica A1. Un contributo di 80 euro sarà assegnato a chi deciderà di rottamare un ciclomotore o motociclo Euro 0 o Euro 1.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da angelo

    Caro Karajan io c’ero all’appuntamento con o senza fazzolettino non ho visto nessuno.
    E’ proprio vero il detto ” abbiamo al potere ciò che ci meritiamo”gentaglia che decide il nostro futuro senza pensare alle conseguenze.
    Se analizziamo bene la situazione Italiana possiamo,senza ombra di dubbio dire che la classe politica ha mandato in rovina i suoi SUDDITI auto blù stipendi d’oro,pensioni da capogiro,nepotismo strisciante e quant’altro.Questo è un popolo di pecoroni solo capaci di lamentarsi

  2. Scritto da angelo

    Concordo con quanto detto da Karajan vi passo una chicca,in questo momento c’è una una colonna pazzesca per lavori sulla sp.671 valle seriana di vigili a regolare il traffico neanche l’ombra sono tutti appostati per inchiodare il pirla con l’euro 2
    Troviamoci domenica mattina ore 10,00 al piazzale della malpensata fazzoletto fuori dal finestrino per riconoscerci
    angelo

  3. Scritto da karajan

    Io ci sarò anche se ho un’euro3, contaci. Chi ci stà? Iniziamo a contarci euro2 o non euro2. E PER FAVORE LASCIAMO IN CANTINA BANDIERE O SIMBOLI: L’UNICO SIMBOLO SIAMO NOI CITTADINI DI SERIE B CON I FAZZOLETTI BIANCHI. MUOVIAMOCI

  4. Scritto da dario

    basta “aiuti” alle auto, chi inquina sono i pulman, camion aerei !!!! il resto sono panzane dei poltraioli tangentisti

  5. Scritto da Parsifal

    Fatto il buco, continuate ad allargar la toppa.
    Tanto i soldi sono quelli delle tasse dei cittadini.
    C’è da scegliere tra ilarità e indignazione..ma lo spettacolo non è nuovo.
    Anzi, già rivisto molte e molte volte. Intanto Brescia investe in metropolitana…e i treni locali? Solo x le Ferrovie Nord avete i soldi? x caso c’è qualche ciellino nel cda?? vero ciellino Formigoni?

  6. Scritto da Andrea

    Sono contento che i soldi delle mie tasse vengano utilizzati per finanziare queste iniziative e sono ancora piu’ contento perche’, essendo propietario di una euro 2 e risiedendo fuori dalle aree in cui è applicato il blocco non ho diritto al contributo… pur recandomi al lavoro in questi posti…..
    Insomma.. sempre provvedimenti fatti alla carlona….
    Complimentoni!!!!

  7. Scritto da karajan

    E’ inutile. Finchè non andremo a protestare sotto i palazzi dei potenti e perchè no, anche davanti ai cancelli delle ville dei berlusca di turno, sia di dx che di sx, le cosa andranno avanti così. Perchè allora non i niziare una seria protesta, ora, per es, da parte dei proprietari delle euro2 e magari anche simpatizzanti dei fortunati che hanno l’euro3-4-5 e proseguendo, ogni qualvolta i deboli vengono presi a calci nei denti (scudo fiscale, lodo alfano, ecc. ecc.). Muoviamoci!!!!!!!!!!!