BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Contro il Gallipoli per rialzare la cresta

Dopo la batosta di Brescia la Celeste sfida il Gallipoli al Comunale. Proprio quel Comunale che rappresenta omai un tab??, da sfatare al pi?? presto. Rientrano Cellini e Cisse.

Più informazioni su

Dopo l’indigesto poker di Brescia, la più sonora sconfitta finora di questo campionato, l’AlbinoLeffe proverà a rialzare la testa contro il Gallipoli al Comunale. Proprio quel Comunale dove la squadra seriana non riesce a vincere da ormai sei mesi. E che rappresenta un tabù ormai, da sfatare al più presto.
Le buone notizie per Mondonico arrivano da un reparto molto affollato in questo periodo, l’infermeria. In attacco tornano a disposizione sia Cellini, il capocannoniere seriano di quest’anno con cinque reti, che Cisse. Entrambi avevano saltato la partita dell Rigamonti per guai muscolari. Non è escluso che il Baffo di Rivolta li possa rischiare entrambi dal primo minuto, in una sorta di tridente con Ruopolo per cercare di sfondare fin da subito il muro salentino. Il guineano comunque potrebbe essere un’arma importante anche a partita in corso. Uno schieramento simile, quello a tre punte, visto nell’amichevole infrasettimanale contro il Valcamonica conclusa con una cinquina a favore della Celeste (doppietta di Torri, poi Cia, Cellini e Ruopolo). In difesa buone notizie dal recuperato Serfaini. Ancora ai box invece Piccini, uscito anzitempo a Brescia per una distorsione alla caviglia e non ancora ristabilito completamente. Al suo posto è pronto Garlini. Non saranno della partita i lungodegenti Pelizzoli, Geroni, Maino, Offredi e Bergamelli.
Il Gallipoli è alla sua prima partecipazione al campionato di serie B, e descritta da molti al vigilia come una possibile squadra materasso sta invece disputando un campionato di tutto rispetto
. Tanto che nell’ultimo turno è andata a vincere proprio sul campo del Brescia, e ora ha due punti in più della Celeste in classifica.
Nonostante le varie difficoltà societarie la squadra, costruita in una ventina di giorni a ridosso della chiusura del mercato, è formata da buoni giocatori, alcuni esperti della categoria, altri saliti dalla prima divisione con la vittoria del campionato. Come il portiere Matias Garavano, sconosciuto alla massa perché arrivato da poco dall’Argentina, che si sta rivelando molto affidabile. Cosi come gli esterni Sosa, autore del gol partita a Brescia, e Scaglia. L’attacco è imperniato sul duo Di Gennaro-Ginestra, una coppia ben assortita e molto temibile. A guidare la squadra il riconfermato Giuseppe Giannini, storica bandiera della Roma.
Dirigerà l’incontro Giancola di Vasto, alla sua seconda partita nel campionato cadetto dopo l’esordio in Empoli-Triestina nell’ ultmo turno.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.