BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Incontro per Tenaris al ministero, ma Scajola non c’??

Via al tavolo istituzionale nella capitale: priorit?? a Piombino che rischia la chiusura totale. Fontana, Pdl: ma si andr?? avanti anche con la questione bergamasca.

Più informazioni su

Il ministro Claudio Scajola non s’è visto, nonostante gli annunci dei giorni scorsi. Al suo posto al ministero per lo Sviluppo economico, quattro funzionari (anche del Welfare) ad accogliere nella capitale i rappresentanti aziendali e quelli sindacali degli stabilimenti Tenaris oggetto di un piano di riorganizzazione che prevede in totale 1.024 esuberi. Ad accompagnare i sindacalisti di Piombino, fabbrica che rischia la chiusura tout court, anche il sindaco della cittadina e un assessore regionale. Ad accompagnare i bergamaschi di Dalmine, Sabbio e Costa Volpino, nessun esponente delle istituzioni locali.
"Nessuno, non c’era nessuno" commenta Mirco Rota, segretario Fiom Cgil di Bergamo. E l’incontro, che ha fatto il punto della situazione con i dirigenti del ministero, ha in effetti portato risultati solo per Piombino: "E’ stata formalizzata la nascita di un tavolo istituzionale al ministero stesso dove procederà la trattativa per il futuro dello stabilmento. Invece per i plessi bergamaschi, nei quali Tenaris prevede 836 esuberi, tutto andrà avanti come previsto con la trattativa locale già avviata nelle scorse settimane".  
"Durante queste riunioni non è prevista la presenza del ministro – spiega Gregorio Fontana, deputato bergamasco del Pdl -. Il ministro interverrà più avanti, per accompagnare determinate scelte, al momento opportuno. Non credo poi che le questioni legate alla provincia bergamasca procederanno solo in sede locale. Un tavolo istituzionale è stato creato per Piombino, ma il tavolo ministeriale per la questione Tenaris nel suo insieme procede comunque, tant’è che un altro incontro è stato convocato fra due settimane".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Maurizio

    Le balle della LEGA si stanno sgonfiando. Avete visto anche qui solo parole…..SVEGLIA GENTE!!!!

  2. Scritto da andrea

    …… sempre una ne combinano ste leghisti ……..
    DIGA AMO’ OL VOTO LA PROXIMA OLTA
    … STRANO MISTER B. NON PARLA PIU’ DI SONDAGGI ……

  3. Scritto da andrea

    L’ultima del ministro Scajola, dice «stronzo» a un operaio
    http://www.unita.it/news/italia/90465/lultima_del_ministro_scajola_dice_stronzo_a_un_operaio

  4. Scritto da Criticone

    Non c’era nessuno, di NESSUN partito… Semplicemente perchè nessuno politico o amministratore locale è stato invitato… Ma se volute fare polemica fatela con tutti: La Lega, il PD, Pezzotta, DiPietro, Rifondazione e i Sindaci di tutti i comuni della zona… Dovevano andare comunque? Ma dove??? A quale indirizzò??? Difficile indovinarlo se nemmeno i sindacati si sono preoccupati di girare il fax di convocazione con tutti i dettagli… Ma no…avete ragione toccava ai primi richiederne copia…

  5. Scritto da Sergio operaio Dalmine

    Ma dove erano tutti quelli che in questi giorni parlavano di dalmine?

  6. Scritto da luciano015

    Se il loro capo continua a sostenere che la crisi esiste solo nelle teste di chi è contro l’Italia, è ovvio che Scaiola con i suoi amici leghisti non perda tempo per queste “fantasie”.

  7. Scritto da gigi

    Votate lega che poi vi sega….Sempre pronti a salvare il territorio …..ma quale??? Vi ricordate Malpensa!!! La maggioranza degli operai Tenaris ha votato lega??? Questi sono i risultati .Interesse ai problemi reali ZERO.Magari lo si potrà dire in dialetto ma nigot le semper nigot.