BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Berlusconi: crisi finita Ma Draghi lo stoppa

Secondo il presidente del Consiglio il peggio ?? alle nostre spalle. Per il Governatore di Bankitalia la ripresa non si intravede ancora.

Più informazioni su

Siamo in un momento in cui «il peggio della crisi finanziaria sembra sia alle nostre spalle e sia iniziata, sia pure lentamente, la ripresa». Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, lo scrive in un messaggio inviato al presidente dell’Acri in occasione della Giornata del Risparmio. 
Berlusconi esprime poi apprezzamento da parte del governo per «il comportamento tenuto dal sistema bancario italiano che ha affrontato la crisi in condizioni migliori rispetto a quelle di tanti altri Paesi» e sottolinea come «la rete di protezione predisposta tempestivamente dal governo abbia rafforzato l’immunità delle banche italiane nei confronti della crisi».
Analogamente al premier anche il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha fatto pervenire al presidente dell’Acri un messaggio nel quale sostiene che «In un momento nel quale il Paese è chiamato ad un impegno straordinario per il superamento degli effetti della crisi globale e per il contenimento delle difficoltà e tensioni che si vanno producendo sul piano sociale» è necessario «ora definire le nuove regole e le necessarie misure di riforma e rafforzamento delle istituzioni internazionali». «Il più incisivo coordinamento delle decisioni assunte a livello politico mondiale ed il rafforzamento del ruolo delle istituzioni finanziarie internazionali hanno prodotto apprezzabili risultati in una situazione economica così difficile. Occorre ora – puntualizza Napolitano – definire le nuove regole e le necessarie misure di riforma e rafforzamento delle istituzioni internazionali: in questo contesto – prosegue il Capo dello Stato – assumono grande importanza le iniziative riguardanti la vigilanza finanziaria europea, per migliorare, attraverso un più elevato livello di protezione degli investitori, la fiducia nei mercati e la stabilità del sistema. Nel quadro della creazione di condizioni favorevoli alla crescita nei diversi contesti locali, un ruolo decisivo può essere svolto da un sistema creditizio che riesca a mantenere un forte radicamento territoriale senza rinunciare alle opportunità offerte dall’inserimento in mercati finanziari aperti alla concorrenza e ben regolati. L’Acri- conclude Napolitano – apporta al dibattito sulla dimensione locale dello sviluppo l’esperienza importante sul piano economico, non meno che su quello culturale e sociale delle casse di risparmio e delle fondazioni di origine bancaria fornendo così, anche attraverso le giornate del risparmio, un contributo rilevante alla riflessione su questi temi».
Invece il governatore della Banca d’Italia, Mario Draghi nel suo intervento ha confermato che la caduta delle economie in tutti i Paesi del mondo si è fermata ma ha anche sottolineato i dubbi sulla stabilità della ripresa: «La caduta in cui le nostre economie si stavano avvitando, tra la fine del 2008 e l’inizio di quest’anno – ha detto Draghi – si è fermata. Siamo meno sicuri che si stia effettivamente avviando una ripresa duratura, che non poggi solo sul sostegno straordinario delle politiche economiche». E per questo secondo il governatore «è urgente riprendere il cammino delle riforme».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mario59

    ma gli Italiani sono strani davvero… l’anno scorso l’hanno eletto.. ora non lo vogliono più .. non sicuramente era prodi colui che mi rendeva la vita migliore.. ma a Berlusconi il voto mai e poi mai.. piuttosto annullo la scheda.. ma come farà a riuscire sempre a turlupinare gli Italiani.. ?
    In Italia dobbiamo imparare a rinnovare la classe politica… è un errore gravissimo tenere in sella sempre gli stessi.

    In america al massimo 2 legislature e poi fuori dalle scatole.

  2. Scritto da comunista a due pugni alzati

    VOGLIAMO LA DITTATURA COMUNISTA IN ITALIA. QUANDO C’ERA IL COMUNISCMO SI STAVA MEGLIO: VIA BERLUSCONI

  3. Scritto da GI61

    penso che berlusconi abbia ragione la crisi è finita per LUI NON PER ME’ CHE MI SONO AMMALATO”GRAVE” PROBABILMENTE NON RIUSCIRO PIU’ A PAGARE IL MUTUO E CHISSA.
    BUFFONI TUTTI POLITICI NON PD O PDL MA TUTTI DA QUANDO E’ NATA LA REPUBBLICA PURTROPPO CHI DI QUA CHI DI LA HANNO SEMPRE MAGNATO TUTTO E ANCORA OGGI QUELLI CHE VENGONO SCOPERTI A RUBARE RIMANGONO AL LORO POSTO. vedi regione puglia lazio,campania,toscana .

    però la crisi è finita.
    BERLUSCU MA VADA VIA I CIAP.

  4. Scritto da karajan

    Ma sapete che il berlusca incomincia ad essermi simpatico? ogni cosa che dice è una trovata sempre smentita dai fatti e lui, imperterrito, va avanti e gli italioti gli credono. CHE SIMPATICONE!!

  5. Scritto da a2b

    Certo, karajan, simpatico come la carta vetrata per asciugarsi il viso (per non dire altro).

  6. Scritto da eggià

    mi pare che la stessa notizia sia stata data dai dati istat e per il risultato del PIL, c’era qui un articolo nei giorn iscorsi ma nessuno a commentato vero.. sinceramente tra Berlusconi e Karajan credo più al primo visto che ha dei dati ufficiali davanti.. poi che la cassaintegrazione vada avanti è vero ma qui si parla di chi ne approfitta con il bene placido dei sindacati/sindacalisti delle varie aziende

  7. Scritto da andrea

    MISTER B. NON PARLA PIU’ DEI SONDAGGI

    … DIGA AMO’ OL VOTO LA PROXIMA OLTA …..

  8. Scritto da asumiabambo

    x 12, Abbe’ se crediamo ai dati ufficiali del Berlusca siamo a posto, visto che due giorni fa ha detto in TV che il suo indice di gradimento è del 68%, (mentre l’ha votato si e no il 5% degli italiani)… e poi secondo lui la crisi non era colpa dei giornali pessimisti e comunisti i fino a qualche mese fa? Questo qui tira in ballo i comunisti (quando gli fa comodo) come 60 anni fa quando facevan credere ai beoti che mangiassero i bambini… lui che fa cose degne del miglior Fidel Castro!

  9. Scritto da eggià

    e a voi fanno credere che in italia ci sia il razzismo, il fascismo e la xenofobia dilagante, di fatti c’è la città piena di incappucciati, bianchi ariani e tutti i giorni ci sono gay all’ospedale.. un bell’esame di coscienza va fatto da tutti.. come detto l’articolo della risalità dell’economia eraqui 2/3 gg fà 8e non era scritto da Berlusconi) ma nessuno ha postato commenti, comodo è..

  10. Scritto da comunista a due pugni alzati

    magari ci fosse il comunismo in italia, ma non quello sbandierato dai giovani figli di papa’, quello VERO, RIGOROSO E AUTOREVOLE. Passerebbe la voglia a tutti di parlare e si lavorerebbe di piu’

  11. Scritto da alex62

    se ce’ ancora qualcuno che crede al nano di arcore beh …vuol dire che siamo messi propio male…….pinocchio era un dilettante….

  12. Scritto da dario

    mi preoccupa di + il fatto che lui fa le porcate quelli che verranno dopo saranno nella mer****

  13. Scritto da ex lega

    ditemi che sono un cretino, me lo merito ho votato il centro dx e ho capito solo troppo tardi che sono il nulla personificato, l’essenza dell’egoismo e del razzismo dell’ottusità e dell’arroganza, appena andiamo alle urne voto ciò che è + sx possibile

  14. Scritto da sergio

    il 25% di chi dice che la crisi è finita vorrei ricordare che capisco fare i lecchini di silvio però ogni tanto essere sinceri non sarebbe male

  15. Scritto da sergio

    chi non crede ai marziani basta guardare silvio e la sua compagnia, vivono su un’altro mondo e pensano che siamo una manica di idioti

  16. Scritto da andate a lavorare

    Berlusconi è fuori di senno, la crisi è finita? A gennaio 2010 ne vedremo della belle in questo paese di bananari! Per iniziare ancora una bella bolla finanziaria…….

  17. Scritto da lele

    la crisi è finita
    andate in pace

  18. Scritto da disoccupato

    la crisi è alle spalle, davanti c’è il licenziamento, a destra la cassa integrazione, a sinistra la mobilità ….AIUTO ! siamo circondati

  19. Scritto da gigi

    Il premier faccia un giro in Bergamasca a vedere quanto siamo fuori dalla crisi…!!!! In Russia da Putin a farsi gli affari suoi, certamente è più gratificante.Ma naturalmente sono discorsi da comunisti…….L’amico Putin invece è uscito dalle sacrestie!!!!!!!!!!

  20. Scritto da www.ilprincipe.eu

    Siamo in un momento in cui «il peggio della crisi finanziaria sembra sia alle nostre spalle e sia iniziata, sia pure lentamente, la ripresa”.
    Questo è il virgolettato di Berlusconi.

    L’alchimia giornalistIica lo trasforma nel titolo “BERLUSCONI: CRISI FINITA”.
    Può iniziare il lancio di broccoli e melanzane contro Berlusconi.

    ps. Personalmente penso che la crisi sia strutturale e fra alti e bassi durerà anni.

    Buona giornata,

  21. Scritto da carlina

    caro principe, a te piace fare il sofista sfoggiando frasi da erdudizione fai da te. Ma se uno dice che il peggio è dietro le spalle e che è iniziata la ripresa in italiano ciò significa che la crisi è finita. O vorresti sostenere che crisi e ripresa possono convivere? Spiegamelo, son tutt’orecchi. Per favore, scrivimelo in modo che capisca anche, come direbbe Arbasino, la casalinga di Voghera.

  22. Scritto da P.eu

    E’ la stampa, bellezza!
    Il titolo deve essere evocativo (dipende dal redattore cosa vuole evocare), deve enfatizzare.
    Zapperi è un maestro in questo, infatti i suoi titoli attraggono commenti che altrimenti, per notizie di scarso appeal, non verrebbero postati.
    Corriere.it intitola x esempio BERLUSCONI: LA RIPRESA E’ INIZIATA
    Meglio il titolo di Zapperi che esige indignazione.

    Come hai fatto a sapere che sono un sofista???
    Ci vediamo a Voghera.

  23. Scritto da silvia

    se non sbaglio Berlusconi dice che la crisi è finita almeno una volta alla settimana. dillo oggi, dillo domani, probabilmente fra qualche anno ci azzeccherà pure.
    per il momento probabilmente è finita solo a casa sua….