BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tira gi?? una brutta aria, Pm10 oltre la soglia video

La centralina di via Meucci ha registrato un valore di 75 microgrammi per metro cubo. In provincia si respira un'aria migliore.

Più informazioni su

Suona l’allarme smog. Nonostante le caldaie degli impianti di riscaldamento non funzionino ancora a pieno regime, i valori delle Pm10 hanno già oltrepassato la soglia dei 50 microgrammi: secondo la centralina di via Meucci, martedì 27 ottobre pedoni e automobilisti hanno respirato un’aria che presentava un dato di 75 microgrammi per metro cubo. Vanno un po’ meglio le cose in provincia: tutti i valori sono sotto il limite, anche se la centralina di Filago centro è di poco nella norma (48 microgrammi). Insomma, si profila un altro inverno difficile per i polmoni dei bergamaschi, se si considera che la situazione è destinata a peggiorare quando il freddo aumenterà e nel cielo finiranno anche i residui della combustione di case e uffici. 

Più informazioni su

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da karajan

    x Pedro. che leda degli interessi, lo sappiamo da sempre, ma quanti bergamaschi ci pensano?
    x lele: le città europee, anche quelle piccole come Bergamo, hanno il centro (ma non 100x100mt) chiuso al traffico da almeno 20 anni.
    Vorrei sapere da qualche chi sà più di mè, se fermare gli euro2 nella zona conosciuta, non sia anticostituzionale.

  2. Scritto da Parsifal

    Condivido con n.4.
    Faccio due esempi: Blocco del traffico con parcheggi periferici e servizi pullman pubblici intensificati. Circolazione solo per vetture a gas e bici.
    Informazioni preventive e operazioni attuate per alcuni giorni.
    Certo, ci vuole un bel po’ di decisione e carattere da parte di chi amministra. Cosa che al Comune di Bg stanno dimostrando di avere in misura non proprio così competitiva.

  3. Scritto da karajan

    Per tutti quelli che non possono circolare con le euro 2, cosa ne dite se non si pagassero le multe, tanto alla fine risparmiate rispetto alla spesa dell’acquisto di un’auto nuova e formare magari un’associazione organizzata e iniziare a lottare contro questa legge regionale che mi sa tanto di anticostituzionale? Sono sicuro che sarete seguiti anche da tanti altri. Non aspettatevi adesione da quelli dei SUV! COSA DICONO LE NULLAFACIENTI ASSOCIAZ. DEI CONSUMATORI??????????????????

  4. Scritto da Pedro

    Non sono proprietario di verità ma penso che la soluzione sia AFFRONTARE SERIAMENTE IL PROBLEMA analizzando tutti gli elementi che concorrono ad alimentare le PM10 . Se auto, centrali elettriche, caldaie e riscaldamento, industrie e agricoltura sono riconosciuti in percentuali diverse come produttori di PM10 tutti questi settori vanno rivisti e riformati. Blocco del traffico? Se necessario si incentivando e aumentando trasporto pubblico e parcheggi di interscambio .

  5. Scritto da edoardo

    Se si parla di Qualità dell’Aria ormai si considera solo le polveri sottili (PM 10-2,5 e in futuro 1) in inverno e di Ozono in estate. Ma ci si dimentica di come la situazione sia migliorata rispetto all’SO2(anidride solforosa)dagli anni 60/70 , CO(monossido di carbonio) e piombo dagli anni 80. E’ giusto essere attenti, ma l’aria di oggi è molto meglio di quella che si respirava 30/40anni fa

  6. Scritto da mario59

    Ma come bisognerà fare a convincere Formigoni & C. che con il blocco delle euro2 diesel non hanno risolto proprio un bel niente..Se vogliono ridurre l’inquinamento devono vietare la circolazione nelle aree a rischio, di tutti i SUV e veicoli di grossa cilindrata, che con i consumi che hanno, sono i principali responsabili dell’inquinamento atmosferico..ma naturalmente per chi legiferara, sarebbe come tirarsi una zappata sui piedi.. meglio fermare le euro 2..chi le possiede, non può dare fastidio

  7. Scritto da dario

    fermate i pulman e i camion vedrete come cambia l’aria …………smettetela di rompere con le macchine !!

  8. Scritto da genu

    be.. a questo punto mi sembra di capire che il blocco delle auto “inquinanti” non serva proprio a nulla.

  9. Scritto da edoardo

    D’inverno l’aria è più fredda (e quindi più densa) e permette un aumento della concentrazione degli inquinanti. Il traffico veicolare in città impatta di più sul totale delle polveri sottili, rispetto alle zone extraurbane. Bloccare le Euro 2 ha comunque poco senso, se si considera che si tratta di vetture mediamente di 9-11anni quasi al termine del loro ciclo di utilizzo e destinate, a breve, a rappresentare una parte residuale del parco circolante.

  10. Scritto da Pedro

    Come Volevasi Dimostrare
    è la riconferma che non si risolve il problema delle PM10 fermando un esiguo numero di veicoli EURO2 . L’ importante è far credere ai cittadini che devono spendere cambiando l’auto per comprarne una più ecologica. Sul fatto che sia più ecologia è tutta da dimostrare. Probabilmente il problema PM10 è altrove e va affrontato in modo diverso, ma sicuramente da fastidio o lede grossi interessi.
    Sono sempre più convinto che le cose non vengono chiamate col loro giusto nome

  11. Scritto da lele

    ok, ma quindi quale sarebbe la soluzione?
    targhe alterna? più bici per tutti? blocco del traffico? blocco delle macchine più inquinanti (suv?)?
    qualcosa bisogna fare..