BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’associazione tra fascismo e coppie di fatto

Il responsabile di Bergamo: "Il nostro riferimento culturale ?? chiaramente di destra, ma non siamo nostalgici. Prendiamo atto della realt?? sosteniamo le coppie omosessuali".

Più informazioni su

Casa Pound sbuca anche a Bergamo, fa capolino con i primi appuntamenti pubblici. Ed è subito polemica. Venerdì 30 ottobre alle 21 l’associazione terrà una conferenza nella Sala Galmozzi di Via Tasso, ex sala consigliare del Comune di Bergamo. Tante formazioni che compongono “Bergamo Antifascista” hanno annunciato il loro contro presidio per le 19,30.
Ma cos’è Casa Pound? Come la pensa, e quanto c’entra con Forza Nuova? “Siamo un’Associazione per la promozione sociale, radicata su tutto il territorio nazionale – spiega il responsabile di Bergamo e Provincia Mirko Ferrari -. Ogni sezione, nella sua provincia e nella sua città analizza i problemi del territorio e cerca di dare risposte concrete. Ci poniamo come movimento alternativo alle altre realtà politiche italiane”. Un movimento certamente di destra, o di estrema destra? Ferrari tentenna un po’: “Direi un movimento diverso dagli altri, che va oltre determinati schemi. Nessuno può negare che il nostro riferimento culturale sia un modo di pensare di destra, che ci sia un background di destra. Ma non siamo assolutamente dei nostalgici del fascismo, vogliamo pensare al presente e al futuro”.
Queste le dichiarazioni ufficiali, sulle quali ognuno fa le sue valutazioni. Giusto il 28 ottobre, ad esempio, a Mornico c’era in previsione una cena (a quanto pare saltata) di Casa Pound, intitolata “Fascismo, uno stile di Vita”, nel 77° anniversario della Marcia su Roma.
“Seguiamo con attenzione ogni movimento politico, che sia di destra o di sinistra – prosegue Mirko Ferrari -. Ma, ad esempio, noi con Forza Nuova non c’entriamo nulla. Ci tengo a dirlo perché spesso siamo associati a tutte le altre realtà di estrema destra, ma non è così. Anzi riteniamo inappropriata per Casa Pound l’etichetta di estrema destra. Siamo distanti anni luce da Fn, non eravamo presenti all’apertura della loro sede in via Bonomelli, a Bergamo, il 28 febbraio scorso. Vogliamo una politica che non predichi nostalgia ma che prenda atto della realtà attuale italiana. Faccio alcuni esempi: le coppie di fatto esistono e vanno riconosciute. L’omosessualità è un dato di fatto e Casa Pound ha prodotto un documento a livello nazionale per il riconoscimento anche delle coppie omosessuali. Lottiamo ad esempio contro l’immigrazione incontrollata, ma non è l’immigrato in sé il problema, semmai il fenomeno immigrazione con gli interessi che ci stanno dietro e con una politica che non è capace di regolamentarlo”.
Il nome dell’associazione è un chiaro riferimento a Ezra Pound, il poeta statunitense che visse buona parte della sua vita in Europa e in particolare in Italia: morì a Venezia nel 1972. Pound offrì spesso e volentieri una rappresentazione quasi liberale e artistica di Benito Mussolini e difese il regime a ripetizione, tramite la radio di Stato italiana, negli anni tra il ’41 e il ’43.
A Bergamo città e provincia sono circa una quarantina gli associati a Casa Pound. L’Associazione non ha una sede. E’ presente sul web. Il blog Radio Bandiera Nera (radiobandieranerabergamo.blogspot.com) è di fatto il sito di Casa Pound Bergamo. C’è poi il sito utilizzato come riferimento nazionale per tutte le sezioni: Casapound.org. E il sito Internet della radio a livello nazionale: www.radiobandieranera.org

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Antonio

    QUindi vietando la costituzione la ricostruzione eil richiamo al Partito Fascista, il questore e il prefetto intervengano facendo rispettare le leggi dello stato. Scandaloso che sindaco e Lega abbiano concesso una sala comunale a questi figuri, questi colla costituzione ci si puliscono il ,,,,,,,,,,