BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pluri-ricercato polacco arrestato a Boltiere

Lo cercavano in tutta Europa per le sue feroci rapine a colpi di gas lacrimogeno, ma lui si era ricostruito una vita come semplice operaio in provincia di Bergamo.

Più informazioni su

Lo cercavano in tutta Europa per le sue feroci rapine a colpi di gas lacrimogeno, ma lui si era ricostruito una vita come semplice operaio in provincia di Bergamo. Unico collegamento con la sua vita precedente, la sua fidanzata in Polonia. Ed e’ stato quello che lo ha tradito permettendo ai carabinieri di Bergamo di arrestare il bandito polacco 23enne, colpito da mandato di arresto europeo. Il suo ultimo colpo era di gennaio, quando, a capo di una banda di sei persone armate e mascherate, aveva assaltato gli uffici di una societa’ della cittadina di Swidnica, dopo aver fatto irruzione con gas lacrimogeni, stordendo e poi legando mani e piedi a guardie giurate e impiegati. La banda si era impadronita di rame e ottone per lavorazione industriale per centinaia di migliaia di euro. Ma ormai era stato scoperto ed era braccato da vicino, Per questo aveva trovato riparo in Italia arrivando a Pontirolo Nuovo, nella provincia di Bergamo. Qui aveva preso la residenza anche se in realtà, tra una trasferta e l’altra per la ditta di Boltiere presso cui aveva trovato impiego, soggiornava dalla madre, in una casa poco distante dal luogo di lavoro. Nel frattempo stava preparando tutto per sposarsi con la fidanzata 22enne rimasta in Polonia. Le autorita’ polacche hanno saputo che la ragazza stava per arrivare in Italia e hanno avvisato i carabinieri, che l’hanno pedinata fin dal suo arrivo in Italia, domenica scorsa. Nel frattempo i militari hanno scoperto dove il ragazzo lavorava: hanno simulato un controllo dell’ispettorato del lavoro e l’hanno bloccato, senza dare il tempo al ricercato di reagire. Il polacco è stato arrestato e messo agli arresti domiciliari dalla corte d’appello di Brescia: nonostante fosse scappato dalla sua terra, il giudice non ha ravvisato il pericolo di un’ulteriore fuga.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.