BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Passoni: “Ci vuole un pizzico di cattiveria in pi??”

Fedele alle sue origini da difensore, dopo la rovinosa caduta di Brescia, ?? lui che prende le difese della squadra seriana: ???Abbiamo tutte le qualit?? per riemergere subito"

Più informazioni su

All’inizio della sua carriera, quando militava nelle giovanili dell’Inter, giocava da difensore e sperava in  una carriera longeva come quella di Giuseppe Bergomi. Crescendo però, Dario Passoni, ha cambiato ruolo salendo in cabina di regia a centrocampo. Ha avuto comunque una carriera di tutto rispetto, giocando quasi cento partite in serie A. Dallo scorso settembre è approdato all’AlbinoLeffe, per cercare di metter tutta la sua esperienza al servizio della Celeste.
Fedele alle sue origini da difensore, dopo la  rovinosa caduta di Brescia, è lui che prova a prendere le difese della squadra seriana: “Abbiamo tutte le qualità per riemergere prontamente da questa situazione –ha dichiarato Passoni- Dobbiamo imparare solo a metterci quel pizzico di cattiveria e di malizia in più, necessarie a volte per portare a casa il risultato. Non è sicuramente un problema fisico, anzi da quel punto di vista stiamo bene come abbiamo dimostrato nelle ultime partite. E’ più un aspetto mentale secondo me, e nel calcio questa è una qualità fondamentale. Poi abbiamo un potenziale offensivo enorme da sfruttare, ma dobbiamo cercare di migliorare l’intera fase difensiva”.
Il prossimo turno di campionato vedrà la Celeste impegnata al Comunale contro il Gallipoli, una sfida che può nascondere molte insidie: “Dovremo cercare di sfruttare il fatto che loro questa settimana giocano tre partite ravvicinate, e magari non saranno al meglio fisicamente. Hanno un buon collettivo, con alcuni giocatori di categoria come Di Gennaro. Personalmente li ho affrontati quando era a Mantova l’anno scorso e li conosco come una squadra ostica”.
C’è anche un tabù da sfatare, quello del Comunale dove l’AlbinoLeffe non vince da sei mesi: “Fuori casa forse siamo agevolati anche perché abbiamo esterni con buona gamba. Dobbiamo cercare di invertire la rotta anche in casa, portando la convinzione nei nostri mezzi all’ennesima potenza. Anche perché fino ad ora, ne al Comunale ne in trasferta, mai nessuno ci ha dominato. A parte Caracciolo a Brescia”.    

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.