BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Conte: “Voglio scacciare il fantasma di Del Neri” video

Dopo la seconda vittoria di fila, alla vigilia di Livorno il tecnico ribadisce la sua determinazione: "Ci siamo appena seduti a tavola e la fame ?? tanta"

Più informazioni su

Il fantasma baffuto di Gigi Del Neri aleggia a Zingonia dallo scorso giugno, quando il tecnico friulano lasciò la sua amata (forse non troppo) Bergamo per sbarcare nella florida Genova. E’ riuscito a mettere paura al timido Angelo Gregucci, ma non certo ad un grintoso come Antonio Conte che pare trovarsi bene nei passi dei “Ghostbuster”. Con nove punti in classifica e un rendimento da zona Champions, il tecnico leccese ribadisce la sua determinazione: "Il mio obiettivo è quello di entrare nel cuore dei tifosi come ha fatto Del Neri, perchè significa che avrò fatto qualcosa d’importante per questa squadra –ha affermato Conte poco prima della partenza per la Toscana- Il fantasma di Gigi aleggia ancora nell’aria, ma vorrei non farlo più rimpiangere. Non mi condiziona affatto questo, anzi mi stimola a cercare di fare meglio di lui in futuro”.
Sempre in tema di predecessori, secondo Gregucci un allenatore in una squadra conta solo relativamente. Una tesi completamente smentita da Conte: Cavolate (per non riportare un termine più colorito Ndr), secondo me l’allenatore conta molto, ma solo se è capace e se  ha delle idee. Se invece è solo un gestore conta pochissimo. Poi ovvio, non c’è grande generale senza buoni soldati. A volte sento dire che l’allenatore bravo è quello che fa meno danni. Complimenti a chi dice queste cose, significa che il suo apporto alla squadra è pari a zero. Un bravo tecnico deve avere un progetto solido sul quale base la squadra. Altrimenti potrebbe allenare anche mio padre che segue squadre scolastiche”.
Anche contro il Parma si è vista una squadra in ulteriore crescita grazie alla cura Conte, sia a livello fisico che mentale “Secondo me un concetto fondamentale che è l’organizzazione. Nel mio calcio l’organizzazione tattica è tutto, solo quando siamo davanti alla porta lascio improvvisare ai miei. Per il resto è tutto pianificato. Comunque ribadisco che c’è ancora da lavorare tanto. Il prodotto finito sarà pronto solo tra un po’ e non ci sarà nemmeno bisogno di dirvi quando, perché ve ne accorgerete da soli. L’Atalanta attuale è lontana anni luce da quella che voglio, ma siamo sulla buona strada”.
Come normale che sia, con un rendimento di questo genere, i tifosi stanno cominciando a sognare: “Io sono abituato a guardare davanti, perchè davanti c’è la gloria mentre dietro la retrocessione. La nostra ambizione è migliorarci domenica dopo domenica, arrivando il più in alto possibile. Il merito di questi ragazzi è enorme, perché potrei dare mille schemi ma se non ci fosse un gruppo di ragazzi serio che li applica non si andrebbe da nessuna parte. Per loro è cambiato tutto e hanno il merito di averci messo grande applicazione. Abbiamo ampi margini di miglioramento, dobbiamo continuare a lavorare con questa intensità e mentalità. Ci siamo appena seduti a tavola, ma la fame è tanta”.
Ora la squadra nerazzurra è attesa dal Livorno, una sfida che potrebbe nascondere molto insidie ma che non spaventa Conte: Noi abbiamo preparato molto bene la gara. Come schema di gioco il Livorno è simile al Parma, anche loro si schierano con un 3-5-2, per questo abbiamo dovuto solo rispolverare un attimo quello che abbiamo studiato settimana scorsa. Sarà sicuramente difficile ma ce la giocheremo con il massimo delle nostre forze, senza timore e cercando di imporre il nostro gioco come sempre. Questo è sicuro”.

Più informazioni su

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da toni

    conte portaci in europa

  2. Scritto da atalantino

    Io non sono poi così convinto che Conte stia facendo un qualcosa al quale non darà seguito, anche se pù volte in passato ha affermato di voler arrivare su una panchina alla quale tiene molto. Ma questo è giusto che sia nella sua ambizione. Conte però sa’ benissimo che ottenere certi risultati con squadre “minori” da’ sicuramente pregio alla propria immagine che, se non “guascona” ma semplicemente “di semplice uomo di sport” rafforza la sua figura e può dare pieno merito alle sue idee calcistiche

  3. Scritto da Contefunclub

    Questo è uno coi cosiddetti ragazzi!BRavo Antonio continua cosi però.Grazie anche all Società che ha rimediato molto bene alla cavolata di prendere gregucci! Del Neri?chiel pò DEl Neri?! :))))

  4. Scritto da Orobico

    Prima cosa bisogna volare bassi. Speriamo tutti che lo scacci il fantasma di Del Neri, vorrebbe dire fare un ottima stagione nonostante la brutta partenza, per poi, purtroppo, lasciare l’Atalanta per una squadra di rango superiore