BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Azzano, muore in auto contro un camion fotogallery video

Una persona ?? morta in un incidente stradale sull'ex statale Cremasca ad Azzano San Paolo. Si tratta di una colombiana di 23 anni.

Più informazioni su

Una colombiana di 25 anni, residente nel milanese, è morta in un incidente stradale sull’ex statale Cremasca, ad Azzano San Paolo, nel primo pomeriggio del 27 ottobre intorno alle 14.30. La vittima è Leidy Sirley Hernandez Vazquez, nata Bogotà e residente a Masate. Lo scontro è avvenuto all’altezza dell’azienda Lazzarini. Secondo una prima ricostruzione la colombiana, diretta verso Bergamo, avrebbe cercato di sorpassare la vettura che la precedeva non avvedendosi dell’arrivo del camion di un corriere espresso che procedeva nella corsia opposta. Lo schianto è stato terribile, tanto che i due mezzi sono stati sbalzati nella siepe a lato della strada. Gli altri automobilisti hano immediatamente avvertito il 118, ma per la donna non c’era più nulla a fare. La 25enne è infatti morta tra le lamiere. Per estrarla i vigili del fuoco hanno impiegato circa un’ora. L’autista del camion è invece stato portato in ospedale: per fortuna se l’è cavata con qualche contusione. Sul posto sono arrivate alcune pattuglie della polizia stradale, coordinate dalla comandante Mirella Pontiggia, e dei carabinieri. Le forze dell’ordine hanno proceduto ai rilievi per determinare l’esatta dinamica. Difficile capire come la colombiana non si sia accorta del camion: il tratto di strada è completamente rettilineo e la visibilità era ottima. 
Un operaio della Lazzarini dolciumi appena sentito il botto è corso in strada: "Mi sono precipitato per vedere che cosa è successo – spiega – pensavo che l’autista del camion avesse avuto un malore, poi ho notato l’auto schiacchiata contro la siepe. Mi sono avvicinato e ho visto la ragazza intrappolata all’interno, muoveva le labbra e leggermente la testa. Quando è arrivata l’ambulanza i medici hanno però capito subito che non c’era nulla da fare".

Più informazioni su

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.