BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Via l’ulivo dalla piazza: “Motivi botanici”

La giunta di centrodestra sposta al cimitero l'albero inserito in piazza Roma nel 2003 dal centrosinistra che non crede alle spiegazioni del sindaco Lamera.

Più informazioni su

"Motivi botanici, non politici", così il primo cittadino di Romano di Lombardia Michele Lamera, eletto a giugno a capo di una coalizione di centrodestra, spiega il trasferimono dell’ulivo, fatto piantare nella centrale piazza Roma nel 2003 dal suo predecessore Luigi Chiarelli (centrosinistra) come simbolo della pace. L’ulivo spostato sul viale dle cimitero, prosegue il sindaco troverà "condizioni climatiche migliori rispetto alla piazza attuale, piazza che noi vogliamo torni all’aspetto originario".
La spiegazione di Michele Lamera non convince l’opposizione di centrosinistra e l’ex sindaco Emilio Tognoli resta scettico sulle moltivazioni del trasloco: "Semplicemente vogliono cancellare tutti i segni del passato", commenta annunciando un’interpellanza. Entra nel merito Marco Geroni, Pd, ex assessore in quel di Romano: "Ma quale scelta botanica? Tutti sanno che in zona cimitero ci vanno i cipressi perché hanno radici verticali, radici che non si espandono in orizzontale come quelle dell’ulivo e quindi non rischiano di danneggiare i loculi".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da berry

    l’ulivo in piazza è stato regalato al comune nel 2003 e messo in piazza per ricordare i caduti di Nassirya, se Lamera vuol dire che tutto questo è politico, lo dica pure…per me di politico c’è la sua scelta di spostarlo al cimitero.

  2. Scritto da Pike

    Per concludere questa discussione surreale per chiunque abbia un minimo di buonsenso e abbia visto lo stentato e sofferente ulivino che evidentemente non riceveva abbastanza sole, mi chiedo se l’ulivo è di sinistra, quale pianta può ritenersi di destra? forse il rubino perchè “si spezza ma non si piega ”
    ?Qualcuno mi illumini su botanica & politica.Prendendosi magari meno sul serio.
    http://www.cafenero.ilcannocchiale.it

  3. Scritto da walter

    Hahaha solo voi potevate piantare un ulivo in mezzo a una piazza…poi danno del meschino agli altri!
    Ma vergognatevi

  4. Scritto da aldo

    alcuni non hanno nemmeno visto in che contesto era, sto ulivo mingherlino. La sua rimozione rientra anche in una riqualificazione della stessa Piazza (in precedenza sono stati rimossi pali della luce posticci, cassoni di legno e, addirittura , fili di ferro volanti). Tutto fa brodo basta far polemiche.

  5. Scritto da anacleto

    Per riqualificare la piazza avrebbero dovuto demolire il mostro piuttosto che togliere l’ulivo.

  6. Scritto da Pike

    16 – Aldo ; Ecco appunto, bravo Aldo.Tutto fa brodo per far polemica.

    Alla Signora Marilena & al Signor Karaian, prego favorire la visione del mio blog. Mi pare che quando ho dovuto fare le pulci ai “miei” non mi son tirato indietro.Certo la saccenteria sinistronza è fastidiosa assai.Io spesso mi chiedo come mai voto Berlusconi, poi leggo i sinistri e mi ricordo.
    Ahi ahi ahi Karo Karaian, mi sei kaduto sulle celtika. Che tra le altre cose secondo me starebbe benissimo in piazza Fiume.

  7. Scritto da poeret

    è stato messo come simbolo di partito..punto e basta, lo sapete anche voi poi se volete giustificare.. portando esempi di chi ha alberi in giardino, attaccandovi al simbolo religioso (che come riuscite negate o criticate) contenti voi con la vostra coscienza. Cmq a mio parere siete molto bravi a strumentalizzare ogni cosa.. invece di dare torto ad entrambe le iniziative (sole delle alpi come ulivo)

  8. Scritto da GI61

    ma con tutti i problemi che ci sono a Romano vanno a spostare un albero certo che il PDL ha imparato bene nelle stupidaggini.Solamente il costo di questa operazione e poi povera pianta aveva forse ora dopo alcuni anni iniziato ad attacchire.MA IL PROBLEMA NO SONO GLI INVALIDI,PENSIONATI,DISOCCUPATI,CHE NON ARRIVANO A FINE MESE.
    EXCEE CLANDESTINI E HA ROMANO E’ PIENO.NO IL PROBLEMA E’ LA PIANTA.

    MA QUELLA MATTINA CHE VI HO VOTATO NON POTEVA VENIRMI LA DISSENTERIA E RIMANERE IN BAGNO 2 GIORNI

  9. Scritto da aldo

    per Anacleto, se la gente lo vorrà si farà anche quello …
    la rimozione molto probabilmente è stata fatta a costo zero

  10. Scritto da pike

    Concordo con 19 – poeret .
    Io contesto sia l’ulivo ( che è palesemente un simbolo politico oltre ad essere antiestetico e fuori contesto ) come ugualmente contesto il sole delle alpi in piazza a Cividate.
    Scommetto che il povero ulivo si troverà meglio dove verrà collocato.
    Rispetto al commento 20 -condivido- La politica si nutre di fuffa, soli delle alpi ulivi intitolazione di bilbioteche e quant’altro,mentre si dovrebbe occupare dei problemi dei cittadini
    .www.cafenero.ilcannocchiale.it

  11. Scritto da pike

    ….e comunque una bella celticona di porfido bianco in piazza Fiume ci starebbe davvero bene.Tanto per le popolazioni celtiche era un simbolo solare e non un simbolo che rimanda alla destra radicale.
    Michele Lamera, prendi nota : vogliamo la celtica in piazza Fiume.

  12. Scritto da poeret

    quindi si accusa tanto la lega di portare suoi simboli in piazza dopo aver vinto le elezioni ma a quanto pare era un qualcosa di usuale già prima..

  13. Scritto da zh

    la miseria umana non ha limiti.
    E questi amministratori la rappresentano bene.

  14. Scritto da Pike

    A parte che adesso il simbolo del PD è il tronchetto brasileiro della felicità…
    http://www.cafenero.ilcannocchiale.it

  15. Scritto da marilena

    per poeret: il simbolo della pace non ha colore politico. Questa gente dimostra ancora una volta lo spirito di rivalsa che la anima: altro esempio è quello di osio sotto dove non si vuole più riconoscere la scultura di Osiride come simbolo dell’inutilità della guerra.Sono talmente meschini da decidere di non accendere più la sera il faro che la illuminava, scelta che era stata fatta anche per ragioni di sicurezza nella piazza.

  16. Scritto da karajan

    @ 1 – Poeret – Te set propre poeret. Non sai che la vita umana è piena di simboli, simboli creati dall’uomo per ricordare. L’ulivo, almeno in Italia, è simbolo di pace e se gli intelligentoni di Romano, bellissima città, hanno pensato bene di trasferire la “pace” al cimitero………………..

  17. Scritto da Pike

    eh ehm ; ad ogni modo l’ulivo, oltre ad essere una pianta, è un simbolo di partito.Fa parte della simbologia della mitopoetica di sinistra.
    La Lega certe cose le fa grossolanamente , piazzando un bel sole delle alpi su una piazza mentre le sinistre sono più “furbe” a tappezzare di bandiere arcobelino piuttosto che di ulivi le città che governano ( poche per la verità ) , ma la sostanza è uguale.
    Chi la fa, l’aspetti.
    http://www.cafenero.ilcannocchiale.it

  18. Scritto da karajan

    @6. Caro Pike,forse dovresti conoscere un pò la storia,magari anche quella antica e lasciar perdere dx o sx,che non c’entrano affatto con la simbologia di questa nobile pianta.Io mi riferivo solo e non mi importa che l’ignobile atto venga fatto dal pdl o dalla lega,che questo simbolo viene spostato in un luogo,pure simbolico e lo sappiamo bene a cosa si riferisce.Comunque alla fine,chi semina zizzannia raccolgierà solo zizzannia. E poi, FINIAMOLA CON GLI OLTRAGGI. OLTRAGGIO, SIMBOLO D’IGNORANZA.

  19. Scritto da Pike

    Di storia ne so -certamente-più di te.Non credo che sia peralro così difficle, saperne più di te.
    Ad esempio so che il PCI in fase di transizione adottò un simbolo botanico , la quercia, successivamente divenuta ulivo.
    Ma rileggiamo Romano Prodi : « In un periodo concitato e difficile per il centro sinistra italiano, come i primi anni Novanta, furono in tanti a capire ben presto che l’Ulivo – pianta mediterranea, molto radicata, con radici complesse e tronco contorto – era la risposta ….

  20. Scritto da pike

    Evitaci la saccenza sinistronza.
    Sai benissimo,caro il mio ipocrita,che l’ulivo era assurto a simbolo della mitopoetica di sinistra.E peraltro nel contesto dove era allocato, c’entrava (meno di) zero.
    Al cimitero, il simbolo della sinistra italiana postcomunista o cattocomunista, si troverà a casa sua.
    http://www.cafenero.ilcannocchiale.it

  21. Scritto da karajan

    vedo, caro pike, che non hai letto bene quello che ho scritto, oppure mi spiace per tè, ma non hai studiato a sufficienza, oppure non ricordi. Preferisco pensare che non ricordi. Parlavo di storia molto più antica di quella dei giorni nostri o di quelli appena trascorsi.

  22. Scritto da Pike

    Effettivamente la svastica e la croce celtica nell’antichità erano simboli solari senza attinenze con movimenti e/o partiti politici. Una proposta : mettiamo una croce celtica in piazza Fiume.Tanto nell’antichità era un simbolo solare…

    …sole che sorgi libero e giocondo…

  23. Scritto da karajan

    Allora, Pike, poi la finiamo lì, almeno da parte mia: rileggiti Virgilio e Dante oppure, se se cristiano, i Vangeli, oppure se vuoi erudirti di più, vai dai tuoi intelligentoni amici amministratori della bella Romano. Buona fortuna e tanta serenità.

  24. Scritto da marilena

    per pike: sai solo offendere, tu rappresenti l’ignoranza destronza!