BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Peluso: “Il gol? Un sogno che si realizza”

Abituato fino a poche settimane fa a rimanere isolato in panchina, il difensore che sogna di imitare Nesta ?? diventato una delle certezze dell'Atalanta di Conte: "Il cammino ?? stato lungo, per?? mi ?? servito"

Più informazioni su

La favola narra di un brutto ranocchio che era abituato a stare tutto solo nel bosco. Un giorno però incontrò una principessa che lo baciò e lo fece diventare un bellissimo principe. Una storia simile a quella di Federico Peluso, abituato fino a poche settimane fa a rimanere isolato in panchina, se non addirittura in tribuna, ma che da quando ha ricevuto la fiducia della nuova Atalanta di Conte (tanto per restare in tema di nobili), è diventato una delle più belle certezze di questa squadra.
Anche nella difficile sfida contro il Parma, il difensore che fin dai tempi delle giovanili della Lazio sogna di ripercorrere le orme di Alessandro Nesta, ha sfoderato una grande prestazione e di fronte al temibile attacco gialloblu ha guidato con autorità la retroguardia bergamasca: “Stanotte ho dormito poco perché avevo molti bei pensieri, dovuti alle emozioni che provate nella partita contro il Parma e a quello che sto vivendo in questo periodo felice, ma devono finire presto perché mercoledì abbiamo subito un’altra gara importante -ha affermato Federico alla ripresa degli allenamenti a Zingonia- Ripenso al mio cammino, che mi ha portato esperienze di vita importanti. Le categorie le ho passate quasi tutte, e tutte le squadre in cui sono stato mi hanno lasciato un’esperienza che ora mi sto ritrovando. Ma ho ancora molta strada davanti e devo ancora migliorare tanto. Già questo traguardo comunque è un sogno che si è realizzato per me.”.
Una grande prestazione contro il Parma, coronata anche dal tuo primo gol in Serie A. Una rete più da attaccante che da difensore per il modo in cui è arrivata: “Magari da un difensore alto come me ci si aspetta un gol di testa, invece l’ho toccata con la punta del piede. Se fossi stato più basso magari non sarei riuscito a prenderla, per cui l’altezza ha contribuito anche così. Mi sono buttato sull’angolo di Valdes e non ho nemmeno avuto il tempo di pensare. Sono stato anche fortunato”.
Con Conte in panchina l’Atalanta sembra rinata, sia dal punto di visto fisico che del gioco. Lo stesso allenatore nei giorni scorsi ti ha fatto grandi complimenti “Le parole del mister fanno piacere. Sto cercando di sfruttare al meglio questa occasione e spero di continuare su questi passi. Certamente la continuità nel gioco e nei risultati ti da poi anche la fiducia e una maggiore sicurezza. Migliori partita dopo partita, perché la testa è fondamentale. Ho visto le immagini di Conte sul gol di Tiribocchi, dove ha mimato il movimento di testa che stava facendo Simone. Il mister trasmette le proprie emozioni, e come in campo anche in panchina sta dimostrando di avere una mentalità vincente”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Berghemdesura

    bravo peluso,anchee senza piedi buoni sei bravo..cCntinua cosi