BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“I voli notturni sono fuori legge?”

L'avvocato Cerati scrive a ministeri, sindaco, prefetto, Enac e Sacbo sollevando dubbi sulla legittimità dei decolli dopo le 23.

Più informazioni su

L’avvocato Alberto Cerati riapre il tema dei decolli notturni da Orio. Il legale ha preso carta e penna e ha scritto nell’ordine a Ministero dell’Ambiente, delle Infrastrutture, Enac, sindaco, prefetto e Sacbo per sottoporre alle autorità i suoi dubbi circa la legittimità dei voli nella fascia tra le 23 e le 6. Ecco il testo della sua lettera:

Il DPR 9-11-1999 n. 476 ( regolamento recante modificazioni al DPR 11-12-1997 n. 496 concernente il divieto di voli notturni) sancisce:
a) il divieto dei movimenti di aerei civili negli aeroporti aperti al traffico civile  dalla ore 23.00 alle ore. 6.00;
b) nel periodo notturno sopra indicato sono consentiti solamente i voli di stato, sanitari e di emergenza;
c) con decreto del Ministero dell’ambiente di concerto con il Ministero dei trasporti possono essere autorizzati, per i singoli aeroporti, voli notturni diversi da quelli  di stato, sanitari e di emergenza a condizione che venga, tra l’altro, accertato dagli organi di controllo competenti il non superamento nella zona di rispetto A dell’intorno aeroportuale del valore di 60 DB (A) Lvan.
Ciò premesso, si precisa che per l’aeroporto di Orio al Serio non sono state, a tutt’oggi, individuate le zone di rispetto aeroportuali denominate A,B, C, come previste dal D.M. 31-10-1997.
Atteso che la mancata determinazione della zona di rispetto A e l’impossibilità di verificare il superamento o meno del valore di 60 DB (A) Lvan costituiscono fatto ostativo alla autorizzazione di voli notturni diversi da quelli di stato, sanitari e di emergenza, è esatto ritenere  che i voli notturni dell’aeroporto di Orio al Serio che non rientrano nelle tre predette categorie siano effettuati in  violazione di legge e dunque illegali ?
Qualora la risposta sia positiva,  domando all’Autorità Garante della concorrenza e del mercato, che legge la presente in copia, di accertare se la condotta dell’aeroporto di Orio al Serio costituisca situazione distorsiva della concorrenza  e del mercato  a danno degli aeroporti italiani che, al contrario, osservano la normativa sopra specificata.
L’art. 2 del  D..P.R. 11-12-1997 n. 496 impone  la gestione e la manutenzione del sistema di monitoraggio all’ente od alla  società esercente l’aeroporto.
Il Consiglio di Stato con sentenza del 3-2-05 n. 281 e con sentenza n. 22 -10-2008 n. 5174 ha sancito che il  rumore aeroportuale comprende anche quello prodotto dalle attività degli aeromobili  a terra ovverosia in area aeroportuale.
Tuttavia il sistema di monitoraggio predisposto dalla S.A.C.B.O. spa, società che ha in gestione l’aeroporto di Orio al Serio,  non annovera  centralina/e all’interno dell’aeroporto stesso ( elemento essenziale per una esatta quantificazione del rumore aeroportuale) ma solamente nei comuni limitrofi.
Stante tale omissione,  è esatto   ritenere   che i dati pubblicati mensilmente dalla S.A.C.B.O.  s.p.a. in ordine all’inquinamento acustico dell’aeroporto di Orio al Serio siano inattendibili?
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da GI61

    ANCHE I TRANS LE PROSTITUTE,FROCI SONO FUORI LEGGE MA NESSUNO DICE NIENTE PERCHE’ NON LI HA SOTTO CASA .
    PRENDI LA VILLA-DALMINE PIU’ FUORI LEGGE ED INQUINATA DI QUELLA .
    LE FESTE DEL PAESE CHE FANNO ROMPONO E CE NE SONO.
    IL CAMPANILE PIU’ ROMPI DI QUELLO,CERTO SE ABITI IN PERIFERIA NON INFASTIDISCE.
    GUARDA QUEI POVERI CRISTI MORTI BRUCIATI PER IL DERAGLIAMENTO DEL TRENO E NESSUNO NE PARLA,FAI PASSARE CISTERNE DI GAS BOOM .INIZIATE VOI FALSI MORALISTI A RINUNCIARE ALLE COMODITA CARO GD

  2. Scritto da gd

    Ma ai bergamaschi interessa più lavorare in un ambiente inquinato o preme più la salute e la sicurezza che viene anche dal rispetto delle leggi? Per i soldi non si guarda in faccia a nessuno, è forse per questo che la nostra provincia ha la più alta percentuale di morti e malati di tumore? Il lavoro va bene, ma il business è solo per pochi, gli altri vivono di stipendio. Se non ci fosse stato l’aeroporto sicuramente noi bergamaschi avremmo trovato altre opportunità. Magari anche più sane!

  3. Scritto da ale

    L’Avvocato Cerati ha perfettamente ragione ed ha tutto il mio sostegno.
    C’è un limite a tutto; o si limita l’attività dell’aeroporto o migliaia di persone hanno la vita rovinata dal rumore e dallo smog. Con il cambio rotta poi anche quelli che hanno comprato casa in zone non sorvolate si sono trovati coinvolti senza alcuna colpa. Di fatto c’è un conflitto di interesse enorme delle istituzioni (che dovrebbero solo tutelare la tranquillità e la salute dei cittadini).

  4. Scritto da paolo

    Cerati se verremo licenziati da te verremo a mangiare. Invece di eliminare i voli cargo che danno lavoro ai bergamaschi eliminiamo la ryanair. E’ questo il vero problema di Orio. Sapete quanti voli ryanair ci sono al giorno? 50-100? O forse più? Ma davanti ai soldi non si guarda in faccia a nessuno. Quindi caro Cerati mi auguro che la sua denuncia venga cestinata,

  5. Scritto da x angi

    ma cosa dici?e’ 2 volte che da parigi atterro a monaco strauss esattamente alle 23.15!!!!!!!!chiuso ?ma cosa dici?inoltre i voli passeggeri partono e arrivano gia’ dalle 5 del mattino…….nn dire cavolate grazie

  6. Scritto da alberto cerati

    Ho chiesto ai ministeri Trasporti ed Ambiente di verificare la sussistenza o meno dei requisiti di legge per effettuare voli notturni passeggeri o cargo in riferimento all’aeroporto di Orio al Serio. In linea generale, osservo che gli aeroporti che ottemperano ai requisiti imposti dalla legge possono effettuare voli notturni quelli che non li rispettano no. Nonostante la rilevanza per la salute pubblica del mio quesito, ad oggi, non ho avuto risposta. Cordialità. avv Alberto Cerati

  7. Scritto da paolo

    Che bel modo di farsi pubblicità..
    Ora anche l’Avv. Cerati è CONOSCIUTO a bergamo.
    E bergamonews è cascata nel tranello…

  8. Scritto da luca

    orio non si tocca.
    i voli passeggeri iniziano al mattino alle 6,30 e terminano alle 23, si puo’ facilemente verificare, salvo ritardi, se un aereo sfora nei tempi è ovvio che deve comunque atterrare anche se sono passate le 23, ma questa è una eccezione non la regola.
    i voli notturni invece sono quelli cargo e merci tipo dhl e sono tutt’altra cosa rispetto ai voli passeggeri.
    anzi speriamo che da orio a breve partano anche voli intercontinentali e non piu solo europei.

  9. Scritto da alberto cerati

    Egr. Sig. Luca, la normativa in materia non fa alcuna distinzione tra voli passeggeri e voli cargo. Pertanto il divieto di volo notturno (con le eccezioni specificate nella mia lettera) concerne entrambi. Cordiali saluti. avv. Alberto Cerati

  10. Scritto da lokomotive

    Subito la metro per Orio senza se senza ma.

  11. Scritto da angi

    Ripeto, ho visto chiudere l’aeroporto di Monaco di Baviera alle ore 22,00 (lo fanno tutti i giorni) perche anche Orio non lo può fare? Sarebbero risolti i problemi, altro che dare a Montichiari la metà del traffico. Perche non uniamo le provincie di BS e di BG chiaramente con capoluogo BS e portiamo tutto a BS?

  12. Scritto da x 12

    subitito il metro per l’ospedale,,,,,,,,,,,,subito il metro x valle brembana……….subito il metro per la valle imagna…………….subito il metro per endine gaiano………….subito il metro per portarmi al gabinetto ……….e io pago !!!

  13. Scritto da paolo

    Avvocato Cerati se tolgono i voli notturni sa quanta gente perde lavoro? Già c’è n’è poco in giro…

  14. Scritto da damiano

    breve ma efficace. ogni giorno a bergamo si infrangono “rumorosamente” e platealmente leggi dello stato.
    è una vergogna nazionale assoluta!
    certamente c’è gente che ci guadagna, e tanto…

  15. Scritto da Marino.B.

    PERFETTO……….Avvocato Cerati.!:!.!.
    Ma quando, a Bergamo ,faranno rispettare la legge…???
    Tutti fuori dal comune oggi, noi cittadini “soci di SACBO”,/26-10-2009 a protestare contro i dirigenti, DI QUESTO AEROPORTO ,che non rispetta le regole..??
    Appuntamento fuori dal comune oggi alle 17 per protestare contro Questo ecomostro.!!!..

  16. Scritto da luca

    Ma quale ecomostro…Orio al Serio serve e viene utilizzato da milioni di cittadini lombardi, e centinaia di migliaia di bergamaschi.
    A protestare siete in 4 gatti.
    Orio al Serio non si tocca!

  17. Scritto da damiano

    se milioni di cittadini venissero in casa tua, caro luca, e “godessero”, non so, del tuo salotto, in barba alle leggi (in primis, ad esempio, quella sulla proprietà privata), saresti solo tu a protestare coi tuoi familiari, e magari i vicini disturbati dal rumore..sareste 4 gatti a protestare, sì, ma avreste ragione!…e comunque complimenti per il rispetto del prossimo che dimostri…

  18. Scritto da luca

    a parte che in democrazia la maggioranza prevale sulla minoranza e poi ancora Orio al Serio esiste da circa 30 anni…e molti quartieri intorno sono spuntati come funghi in epoca successiva…se uno non vuole correre il rischio di avere rumori dall’aeroporto compra la casa in un’altra zona…mi sembra molto semplice come quelli che comprano casa fronte autostrada e poi si lamentano….

  19. Scritto da GI61

    solo l’aliante non fa rumore,i tempi son cambiati oggi si viaggia 24 ore al giorno,chi abita vicino ad una strada di forte passaggio ha problema di prostitute e droga,chi è vicino ai bar del casino,chi è in paese il campanile,chi in condominio i condomini fan casino chi è in campagna la puzza e il casino dei trattori,in città lo smog,allora cosa volete?????? se questa è la nostra vita oppure armatevi e andate nel borundi dove non ci sarà casino ma morite per ignoranza.
    questo è lo sviluppo,ciao

  20. Scritto da GI61

    Ops ma morireste per l’ignoranza morireste purtroppo questo è quello che noi esseri umani stiamo facendo cioè roviniamo tutto ora è troppo tardi.

  21. Scritto da frank

    bastaaaaaaaaaaa si all’aereoporto, chi non lo vuole cambi casa !!!!

  22. Scritto da damiano

    quindi luca se la maggioranza dei bergamaschi decidesse di venire a farsi la doccia nel tuo bagno di casa, tu non potresti opporti perchè sei minoranza..concetto strano di democrazia..cmq sui quartieri recenti hai ragione, anche se casa mia c’è da 70, vabbè,cavoli miei..mica dico di chiudere l’aeroporto,dico che siamo l’unico posto d’Italia dove si vola 24 ore,ma nessuna legge lo consente:lamentarsi è attentare allo sviluppo economico?cambino la legge e staremo zitti…

  23. Scritto da Antonio che si accontenta della bici

    Metà aerei sono da mandare a Malpensa. Chi se ne frega degli utili di Sacbo… mica sono soldi miei. A loro i soldi, a me il rumore, l’inquinamento, il traffico. A Orio ci sta Ryan Air perchè paga molto meno tasse aeroportuali che altrove. A me che questo aeroporto serva ai milanesi non interessa per niente. Via!!!

  24. Scritto da chirurgicamente

    a Franck e luca….Orio al serio, fin dalla sua genesi, fu sbagliato come collocazione perchè di gran lunga TROPPO VICINO alla città. Fu detto e scritto.
    Le costruzioni c’erano già BEN PRIMA della sua attività e nascita.
    Se poi diecimila abitanti sono 4 gatti, la matematica (oltre alla democrazia) è diventata un’opinione.
    N.B. Franck se proprio ti piace così tanto fattene uno in miniatura e tienitelo in casa tua. Nessuno di dirà nulla. Siamo più tolleranti.