BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Ente pubblico o immobiliare?”

Il Consiglio comunale vara il piano delle alienazioni: due giorni dopo, segnala una lettrice, il prezzo di baita Cancervo cresce di cinquemila euro rispetto alla decisione dell'aula.

Più informazioni su

Il Consiglio Comunale di San Giovanni Bianco, o meglio la sola maggioranza, nella seduta (movimentata) di lunedì 19 ottobre ha approvato un corposo Piano delle Alienazioni e Valorizzazioni per ripianare il “buco” di € 1.770.000,00 circa del Bilancio 2008.
Tra le cose alienabili vi è la Baita del Monte Cancervo con annesso terreno adibito a pascolo di circa 5000 mq: valore indicativo € 25.000,00.
I provvedimenti attuativi per il ripiano del disavanzo prevedono: “procedura ad evidenza pubblica (un’asta) dei beni patrimoniali indicati nel Piano delle Alienazioni”.
Normale direte voi! Ma qui parliamo del Comune di San Giovanni Bianco. Cosa ti inventano? Va bene che il bisogno aguzza l’ingegno, ma sentite questa.
Con lettera, prot. 5083 del 21 ottobre 2009, indirizzata al Gruppo Volontari del Soccorso, attuale locatario della Baita, il Sindaco …”informa che è stata attivata la procedura di vendita mediante asta pubblica della Baita Cancervo con terreno per una superficie di circa 5.000 mq., al prezzo base di € 30.000,00”.
A che titolo, in due giorni, il valore è schizzato di € 5.000,00? E il voto del Consiglio non conta niente? Non è configurabile un abuso d’ufficio considerato che la procedura d’asta pubblica dovrebbe partire dal valore ( € 25.000,00) deliberato in sede di Consiglio? Sembra più un comportamento da Agenzia Immobiliare che da Amministrazione pubblica!
Nella stessa lettera si dà il benservito, senza una parola di ringraziamento, al Gruppo dei Volontari che nel 1992 ha ricevuto dall’allora Sindaco Gasparini la concessione dell’utilizzo di quello che era praticamente un rudere, trasformandolo negli anni, grazie al lavoro dei volontari, in una frequentata Baita con annesso bivacco sempre aperto. Oltre che in un posto di chiamata , in caso di emergenza, del Soccorso Alpino.
Quando si dice lo stile!
Tiziana A. Bonaiti
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Rossi Mario

    Al sig. Sindaco : abbia la coscienza di dimettersi.
    E per fortuna che i Leghisti odiano la Roma ladrona e sprecona.
    Hanno imparato benissimo la lezzione!
    Complimenti !!!!!!

  2. Scritto da perdue

    Bravo Mario hai centrato l’obbiettivo , con la storia della ” gallina dalle uova d’oro ” e ” di roma ladrona ” stanno occupando tutte le poltrone che a forza hanno reso libere , altro che dimettersi . Ma tutto questo nell’interesse della popolazione , quale ? la LORO !!!! enoi paghiamo !

  3. Scritto da GOZZILLA

    Questa decisione dimostra l’assoluta mancanza di rispetto e sensibilità verso un’istituzione come quella dei Volontari del Soccorso che per 18 anni ha operato al servizio del Paese ed in particolre del Comune nei momenti di necessità e pericolo. Lo sfratto dalla baita di Cancervo significa disconoscere la storia che lega il gruppo alla Baita e far prevalere unicamente l’aspetto finanziario a dispetto di un minimo di riconoscenza e gratitudine. E’ una decisione vergognosa!

  4. Scritto da perdue

    Per “leghista sempre e comunque”,mi pare di capire che tra te ed un matematico vi sia un eno abisso . Se ben ricordi alle ultime amministrative i numeri erano questi : lega nord 43,10% per s.giovanni 28,53ed insieme per cambiare 28.36 prova a far la somma e scoprirai come per te ed il tuo partito i numeri siano da interpretare all’occorrenza,oppure è colpa anche questa del ragioniere?Inoltre ho forti dubbi che tu possa comprendere ciò che la Sig.ra Bonaiti ha scritto l’appunto è sul metodo usato

  5. Scritto da A casa

    Al numero 9 ma di coloro che hanno messo a disposizione tempo libero danaro e fatica non ti frega niente? Altro che Roma ladrona

  6. Scritto da UN'OFFERTA PER "FUNERALE" DEL SINDACO

    Se c’è un gruppo di volontari che l’ha gestita faccia al comune un’offerta di 5.000 euro per acquistarla. Non credo ci saranno concorrenti.
    Almeno il comune avrà soldi per un “funerale” celtico-padano al sindaco

  7. Scritto da il saggio

    noto che non si sà come funziona la macchina comunale…….. dovresti sapere che il sindaco e gli assessori nulla sanno di bilancio e che il compito di gestire i conti è in mano al ragioniere, il quale gestisce e certifica tutti i conti!!!! sindaco e assessori sono persone normali non specialisti di contabilità e dovevano fidarsi di ciò che scriveva e diceva loro il ragioniere: …… di chi è la colpa????

  8. Scritto da ex leghista

    vedo che la lega continua a seminare dissenso e incapacità a tutto spiano!! bene complimenti per aver valorizzato la voce del popolo!! concordo pienamente: lega vattene!!

  9. Scritto da marilena

    non si sa che sa si scrive senza accento! Scenda dalla luna saggio, in un comune piccolo come san giovanni il sindaco non può non sapere quello che il segretaro sa, gli fa comodo non sapere di saperlo. Piaciuto il gioco di parole?

  10. Scritto da Lista civica per San Giovanni Bianco

    Le associazioni, come i Volontari del Soccorso, sono preziose e fondamentali sul territorio, e per questo vanno sostenute. Invece a San Giovanni si fanno ricadere gli errori dell’amministrazione su gruppi di persone che hanno messo e mettono tempo, fatica e dedizione per una causa comune e non per interessi privati (lo sappiamo come per voi ciò è difficile da capire)
    per 2: il comune vuole 30.000 euro e secondo voi un’associazioni può averle

  11. Scritto da perdue

    E’ possibile che con questa geniale uscita il sindaco ” tirasurighe “, stia pensando di disgregare il gruppo esistente per formarne uno nuovo di volontari padani , o come li chiamano loro ” ronde ” ?

  12. Scritto da curioso

    Se non erro la sig.ra Bonaiti che ha scritto l’articolo é una rappresentante dell’attuale e passata opposizione: come mai lei non si é accorta di nulla?

  13. Scritto da Leghista sempre e comunque

    Chissà se la sig.na Bonaiti Tiziana, da anni e anni sedente in consiglio comunale, avesse saputo che il comune si fosse accontentato di 25.000 euro anzichè prenderne 30.000, sai che cagnara e che coro di ululati si sarebbe elevato …. Rassegnatevi neanche la “grande coalizione” sinistre centro e destre avrete mai la maggioranza qui a San Giovanni.

  14. Scritto da Managerone

    @3 -il saggio- Vedo che sei ben informato. Secondo te in un comune l’assessore al bilancio non capisce un tubo di bilancio, il sindaco men che meno e il revisore passa di lì per caso. E mica per 5 euro !Complimentoni. Chi te l’ha spiegato ?

  15. Scritto da Poco saggio

    X il saggio, prima di uscire a fare la spesa non guardi quanti soldi hai in tasca? O c’è bisogno del ragioniere? Ci vuole solo un po di buon senso e un po di rispetto per il bene comune no? Ma visto che i soldi pubblici non valgono niente, ecco spiegato il debito pubblico!
    Ma poi sai quale è la prima domanda che fa un qualsiasi assessore o sindaco appena eletto al segretario o ragioniere? QUANTI SOLDI CI SONO NEL CASSETTO?

  16. Scritto da dimissioni

    Che figuraccia sta giunta padana, che vergogna!

  17. Scritto da A casa

    Ma possibile che il Prefetto non si sia ancora pronunciato sulla situazione amministrativa del Comune di San Giovanni Bianco? Non è possibile che un Sindaco dia la colpa del dissesto della casse comunali a un Ragioniere in pensione, il revisore dei conti dov’era? Il segretario idem, ma poi il Sindaco non firmava le delibere? Possibile che uno spenda e non sappia nemmeno quanti soldi ha in tasca? Un bambino di terza elementare di sicuro i soldi li gestiva meglio. Lega vattene.