BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

In 50mila marciano per il lavoro

Grande affluenza alla manifestazione promossa da Cgil, Cisl, Arci e Acli

Più informazioni su

Quasi 50mila lavoratrici e lavoratori, pensionate e pensionati hanno partecipato oggi a Milano alla “Marcia per il lavoro” organizzata da Cgil, Cisl, Acli e Arci lombarde, sulla parola d’ordine “Insieme per battere la crisi. Proposte per l’occupazione e il welfare in Lombardia”.
La marcia si è conclusa in Piazza Castello, ed è stata aperta dagli striscioni delle numerose aziende in crisi, snodandosi lungo le vie centrali della città. All’iniziativa hanno dato la loro adesione sindaci e amministratori locali, uomini e donne della cultura e dello spettacolo, numerose associazioni. Sul palco le testimonianze di delegati di fabbrica che hanno raccontato i problemi concreti che devono affrontare ogni giorno sul luogo di lavoro. Ai loro interventi si sono alternati commenti e letture di Moni Ovadia, Silvano Piccardi e Silvia Soncini. Gli organizzatori hanno sottolineato come sia il momento di intensificare il confronto con le istituzioni e le parti sociali per ottenere ulteriori risposte concrete a tutela di lavoratori e pensionati. A conclusione della manifestazione i due Segretari generali di Cgil e Cisl lombarde  Nino Baseotto e Gigi Petteni si sono incontrati con il Presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, al quale hanno ricordato i tre punti prioritari per le organizzazioni sindacali: garanzia della copertura degli ammortizzatori sociali per tutto il 2010; tempi rapidi per l’accordo sulla non autosufficienza, per sostenere famiglie e pensionati; l’apertura di un tavolo di confronto sulle politiche industriali, l’innovazione, le infrastrutture e lo sviluppo. Il Presidente Formigoni ha assicurato l’impegno della Regioni su questi temi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.