BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Conte: “Niente alibi, voglio la partita della vita”

L'Atalanta che affronter?? il Parma dovra fare i conti ancora con pesanti assenze, soprattutto nel reparto arretrato. Come sempre per?? l'allenatore non cerca scusanti: "Mi aspetto una grande prestazione"

Più informazioni su

L’Atalanta che affronterà il Parma dovra fare i conti ancora con pesanti assenze, soprattutto nel reparto arretrato. Come sempre però, Antonio Conte non cerca scusanti e si aspetta dai suoi giocatori un’altra grande prova come a Udine: "Ci mancano alcuni giocatori importanti e altri non sono al meglio, ma non dobbiamo avere nessun alibi e giocare come abbiamo fatto a Udine. Ho messo in guardia i ragazzi, perchè sarà una gara molto difficile, senza dubbio era più facile quella con l’Udinese, perchè il Parma ha un ottima organizzazione difensiva con cinque difensori, tre centrocampisti molto tosti e due attaccanti che possono far male in ogni momento. Non a caso hanno 14 punti. Non sarà una partita per palati fini, anzi. Noi dobbiamo continuare a fare punti per risalire in classifica. Niente alibi, massima fiducia in chi gioca, e da loro mi aspetto la partita della vita".
Dopo la grande prestazione di Udine l’Atalanta sarà in ulteriore crescita: “Siamo ancora terzultimi, però da parte mia c’è la massima  fiducia in questo gruppo che sta lavorando molto bene.  Abbiamo fatto bene a Udine e faremo bene anche domani. Mi aspetto un ulteriore crescita sotto l’aspetto mentale, consapevoli che giochiamo in casa nostra e dobbiamo comandare noi in casa nostra. E’ inevitabile che la vittoria porti entusiasmo, e a livello psicologico è stata una bella spinta ma non ci dobbiamo far condizionare da questo e dobbiamo pensare a crescere e a continuare a lavorare intensamente. I problemi non sono stati risolti, siamo solo sulla buona strada a livello fisico e questo mi lascia ben sperare, a me piace creare competizione tra giocatori e questo finora non è potuto avvenire per vari infortuni.
Durante il ritiro in Friuli siete andati al cinema e questo ha portato bene: “Io l’ho sempre fatto con le mie squadre. L’ho proposto anche qui ma all’inizio hanno preferito rimanere in albergo, mentre a Udine hanno scelto il cinema, quindi non abbiamo visto la Juventus e neanche oggi non vedremo la Sampdoria. Però non mi prendo la responsabilità di scegliere il film, quella la lascio a loro”.
L’Atalanta è attesa da tre partite nella prossima settimana, ravvicinate e impegnative: “Noi abbiamo l’obbligo di fare punti da quando sono arrivato, ho chiesto del tempo per lavorare ma dobbiamo fare punti contro tutti e su qualsiasi campo. La partita della vita ora è quella contro il Parma e non adesso guardo al Livorno  Ci penserò solo dopo il triplice fischio finale. Noi giochiamo in casa e vogliamo il supporto del pubblico, il tifo quello caldo, focoso, che crei l’ambiente giusto per far sentire il fattore campo”.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da magnocavallo

    FINALMENTE UNO CON LE PALLE

  2. Scritto da DFF

    BRAVO CONTE