BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Variante di Zogno: dov’?? finita?” “Luned?? passa in giunta”

Interpellanza di Vittorio Milesi, Lista Bettoni: 5 mesi di ritardo. L'assessore Giuliani Capetti: a settembre 2010 via ai lavori.

Più informazioni su

"Nonostante l’ennesimo annuncio che l’opera è stata finanziata, il progetto definitivo della variante di Zogno non risulta ancora approvato dalla Giunta provinciale e questo a cinque mesi di distanza dal via libera dirigenziale al disegno". Vittorio Milesi, esponente della Lista Bettoni in Provincia di Bergamo e vicesindaco di San Pellegrino, rappresentante quindi di quella zona, la Valbrembana, che da anni attende la strada per potersi muovere un po’ più speditamente, interpella l’esecutivo guidato da Ettore Pirovano sul silenzio improvvisamente caduto sulla variante.
A maggio, spiega Milesi, è stato approvato l’ok della conferenza dei servizi al progetto definitivo per il quale si sono susseguiti annunci sul fatto che la variante era stata finanziata. "Poi più niente. Non essendo il progetto stato approvato dalla Giunta, non si conoscono i tempi per l’avvio dei lavori, visto che prima di tale momento bisogna: pubblicare il bando di gara per l’appalto, aggiudicare l’appalto, definire il progetto esecutivo". 
A stretto giro di posta risponde l’assessore alla Viabilità, Giuliano Capetti: "Lunedì 26 la Giunta provinciale esaminerà il progetto definitivo, che poi dovrà tornare a Milano per un via liberà tecnico della Regione". L’assessore Capetti definisce quindi i tempi della procedura: "Entro fine anno verrà pubblicato il bando. Ci vogliono poi circa tre mesi per le offerte e altri tre per verificare eventuali anomalie. A giugno, individuata l’impresa vincitrice, questa avrà tempo 60 giorni per presentare il progetto esecutivo. Se tutto filerà liscio a settembre potranno iniziare i lavori".  
Il primo progetto risale al 1995  

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da carmelo

    In Val Brembana c’era colonna la domenica negli anni 70, negli anni 80, negli anni 90, nel 2000…
    In 40 anni qualche lavoro è stato fatto: ad esempio adesso si sta in colonna nelle gallerie di San Pellegrino, prima si stava in colonna in paese. Qualcosa di nuovo c’è: San Pellegrino ha vita tranquilla… le gallerie sono forse più pericolose, quando tutti sono lì in colonna! Ovviamente i saggi politici han sistemato prima le strade dell’alta valle…come fare una casa a partire dal tetto.

  2. Scritto da amis

    Al ga resù ol Milesi, però al gavres anche de di che fi ià fac i opere de sanpelegri perchè me somea chel sies un po tot blocat fo ai nuove terme.

  3. Scritto da Variante

    Speriamo bene basta che non diventi come la Salerno-Reggio Calabria

  4. Scritto da angi

    Chiedetelo a Pirovano appena torna da Brescia… Sono sempre più convinto che ol Bètù l’era mei.

  5. Scritto da basta!

    Settembre 2010?????? NON SE NE PUO’ PIU’ !