BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sabato a Milano la “marcia per il lavoro”

Insieme per affrontare la crisi e chiedere azioni concrete alle istituzioni. Appuntamento alle 14 ai bastioni di Porta Venezia

Più informazioni su

Richiamare imprese e istituzioni sulla necessità di iniziare una nuova fase d’azione nel contrasto alla crisi. E’ questo il principale obiettivo della “Marcia per il lavoro” organizzata per domani, sabato 24 ottobre, a Milano, da Cgil, Cisl, Acli e Arci della Lombardia, che ha come parola d’ordine “Insieme per battere la crisi. Proposte per l’occupazione e il welfare in Lombardia”.

I dati della crisi non lasciano spazio a facili ottimismi. Con la cassa integrazione ordinaria cresciuta nei primi nove mesi dell’anno del 795,92%, la straordinaria del 223,13%, e con oltre 38mila lavoratori in mobilità e disoccupazione le prospettive per il mondo del lavoro e il sistema delle imprese lombardo non appaiono certo rosee.

E’ il momento allora di intensificare il confronto con le istituzioni e le parti sociali per ottenere ulteriori risposte concrete a tutela di lavoratori e pensionati: l’alleggerimento della pressione fiscale su buste paga e pensioni, la lotta alla povertà e alla disoccupazione, il rilancio del sistema economico lombardo e una tutela più ampia ed estesa dei diritti del lavoro, del welfare, della sicurezza e della solidarietà sociale.

Accanto a tutto questo è necessario definire, in tempi brevi, l’accordo in merito alle condizioni degli anziani e a sostegno della non autosufficienza.

Sabato lavoratrici e lavoratori, pensionate e pensionati provenienti da tutta la Lombardia si concentreranno alle ore 14 ai bastioni di Porta Venezia, luogo tradizionale di avvio di tutte le grandi manifestazioni sindacali svoltesi a Milano.

La marcia si concluderà in Pia zza Castello due ore dopo, sarà aperta dagli striscioni delle numerose aziende in crisi e si snoderà lungo le vie centrali della città. All’iniziativa hanno già dato la loro adesione sindaci e amministratori locali, uomini e donne della cultura e dello spettacolo, numerose associazioni. Sul palco ci saranno soltanto le testimonianze di delegati di fabbrica che racconteranno i problemi concreti che devono affrontare ogni giorno sul luogo di lavoro. Ai loro interventi si alterneranno commenti e letture di Moni Ovadia, Silvano Piccardi e Silvia Soncini.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.