BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Rifondazione: via la delega alla Sicurezza a Invernizzi

Dopo le indagini avviate a Venezia su quattro bergamaschi, di cui tre tesserati leghisti, il partito comunista di Bergamo chiede che al segretario provinciale della Lega venga tolta la delega di assessore.

Più informazioni su

Rifondazione comunista chiede che venga tolta la delega alla Sicurezza della Giunta comunale di Bergamo a Cristian Invernizzi, segretario provinciale della Lega Nord. Il segretario provinciale di Rifondazione Ezio Locatelli (nella foto) arriva a tale richiesta al termine di un comunicato stampa in cui commenta l’indagine avviata dalla Procura della Repubblica di Venezia su quattro bergamaschi, tre dei quali tesserati alla Lega e il quarto probabilmente un semplice simpatizzante. “Sul piano politico – scrive Rifondazione – nessuno può pensare di circoscrivere la gravità dell’episodio e del livello di coinvolgimento visto che si parla di tre tesserati della Lega, uno dei quali coordinatore – sicuramente fino a qualche mese fa – del Movimento Giovani Padani di Cividate al Piano. I picchiatori di Venezia sono i figli naturali di una cultura razzista e xenofoba che fomenta intolleranza, odio e violenza nei confronti di immigrati, diversi e persone più deboli. Basterebbe soltanto ricordare le sortite di Borghezio, tanto per non fare nomi”.
Signori della Lega Nord, è troppo facile e poco credibile prendere le distanze a pestaggi avvenuti – prosegue il comunicato -. Anche i fascisti, all’inizio della loro tragica e violenta epopea, negavano o sminuivano le proprie responsabilità. Ciò che riteniamo scandaloso è che un partito come la Lega Nord, il partito delle ronde, del razzismo, che annovera militanti e simpatizzanti implicati in gravi episodi di violenza, sia anche il partito, nella persona del suo segretario provinciale, a cui il Sindaco di Bergamo ha attribuito l’assessorato alla Sicurezza. Per non parlare di Roberto Maroni al Ministero agli Interni. Oltre che aspettarci l’immediata espulsione dalla Lega dei quattro attivisti padani denunciati per lesioni, danneggiamento con l’aggravante delle “finalità di discriminazione o di odio etnico e razziale” la nostra richiesta è di una immediata revoca della delega a gestire la sicurezza in città ad una forza politica che non ha alcuna credibilità in materia”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Elettore deluso

    Si , ma come mai gli altri giornali tacciono la questione?
    Si ha sempre più l’impressione di vivere in una dittatura……. finche qualc’unp non si arrabbia veramente.

  2. Scritto da Padano montano

    piu che sinistra pulita abbiamo un sinistro (tipo stradale), ma dai come puoi pensare che non riconosciamo un pirla padano. Quando non si ha più nulla da dire vero, vergognati.

  3. Scritto da Cividatese imbufalito

    L’Invernizzi quando dice che il Vitali di Cividate non è un militante della Lega, mente sapendo di mentire.

  4. Scritto da ARSEN

    Locatelli,ha pienamente ragione!Ma io sono di Arcene,e non sono ne meridionale ne extra,ma L’ODIO DA RAZZISTI che emana la lega qui contro di me’ LEI non puo’ nemmeno immmaginarlo,non che io abbia paura,anzi!!!Conosco invernizzi e mi VERGOGNO DI LUI, !Noi lo conosciamo bene,e mi dispiace per la citta’ di Bergamo,ma e’ il VS ASSESSORE!!!!!!

  5. Scritto da sudamericano

    Comunque è vergognoso chi mente sapendo di mentire. Soprattutto se ha un incarico pubbblico.

  6. Scritto da Antonio

    Dovrebbe dimettersi, uno che mente agli elettori non ha alcuna credibilità ne personale ne politica, altro che affidargli la delega alla sicurezza

  7. Scritto da Vero

    concordo con la richiesta di Locatelli. E’ vergognoso l’atteggiamento della Lega nei confronti di tutto ciò che può essere definito “diverso”..si è visto anche con l’odg sull’omofobia.

  8. Scritto da sinistra pulita

    Locatelli da decenni continui a vivere alle spalle dei cittadini che non ti hanno mai più eletto, attendi sempre questi ignobili fatti per farti propaganda ma nemmeno i compagni ti stimano più, ritirati dalla politica hai fatto il tuo tempo. Vogliamo una sinistra più giovane e nuova. Per quanto riguarda i fatti di Venezia, ritengo che la condanna da parte di un segretario sia doverosa. Lungi da me difendere i leghistI ma in ogni partito, associazione ed altro vi sono le mele marce.

  9. Scritto da ESEL

    Ben venga “una sinistra più giovane e più nuova”. Ma evidentemente “Sinistra pulita” ha a cuore che essa sia soprattutto accomodante, cialtrona, vigliacca e confusa. E se tale non vuole essere: giù insulti cretini! …