BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La Regione aiuta le cooperative sociali

Una nuova linea di finanziamento rivolta alle cooperative sociali e alle cooperative di produzione e lavoro. L'investimento regionale ammonter?? a 10 milioni di euro.

Più informazioni su

Una nuova linea di finanziamento rivolta alle cooperative sociali e alle cooperative di produzione e lavoro, gestita dalla Finanziaria regionale (Finlombarda Spa), a valere sul Fondo Jeremie nell’ambito del Fondo Sociale Europeo.
L’investimento regionale ammonterà a 10 milioni di euro e verrà realizzato attraverso la rete degli sportelli bancari delle Banche di Credito Cooperativo e della Banca Popolare di Bergamo, selezionate attraverso una procedura ad evidenza pubblica.
Lo ha anticipato il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, intervenendo all’apertura dei lavori della Festa della Cooperazione in corso al Palazzo delle Stelline di Milano.
Organizzata dalla Direzione Generale Industria, PMI e Cooperazione, la Conferenza triennale sulla cooperazione oltre a momenti di lavoro e confronto, promossi e coordinati in collaborazione con IReR (Istituto Regionale di Ricerca della Lombardia), prevede una ricca serie di eventi collaterali organizzati in quasi tutte le province lombarde per valorizzare il mondo della cooperazione. 
Il presidente Formigoni ha sottolineato che "il momento di difficile crisi economica mondiale suggerisce che bisogna scommettere sulla centralità del lavoro e della persona".
In questo quadro assume un ruolo strategico la cooperazione, un mondo verso il quale Regione Lombardia è da sempre attenta come testimoniano i numeri. "La Lombardia – ha detto il presidente Formigoni – è la regione italiana con il maggior numero di imprese sociali e cooperative: sono oltre diecimila le cooperative lombarde che occupano quasi 200.000 addetti impegnati in settori strategici come quello dei servizi, della produzione, dell’edilizia, dell’agricoltura, del tempo libero o della finanza".
Dopo aver ricordato che già nello Statuto della Regione Lombardia si fa riferimento al "valore e alla funzione sociale della cooperazione", Formigoni ha sottolineato il recente provvedimento con cui è stato approvato il nuovo regolamento che istituisce le ripartizioni provinciali dell’Albo che consente, a differenza di quanto accadeva in passato, la possibilità riservata a ciascuna cooperativa di iscriversi a più sezioni: la "A" (socio-sanitaria e istruzione) e la "B" (agricoltura e industria). "Più libertà di azione per le cooperative – ha commentato – più efficienza e meno burocrazia".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.