BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Giovani ambasciatori UE nelle scuole a vent’anni dalla caduta del Muro

Un centinaio di giovani, universitari o neolaureati, incontreranno gli studenti delle superiori nelle province di Milano, Pavia, Sondrio e Lecco per spiegare il modello di democrazia e libertà della UE

Più informazioni su





Arrivano nelle scuole della Lombardia, e in particolare a Milano, Pavia, Lecco e Chiavenna, gli "euro ambasciatori", giovani che dibattono con gli studenti delle superiori il senso degli avvenimenti che, vent’anni fa, portarono alla caduta del muro di Berlino e, successivamente, alla riunificazione politica del Continente.

Il progetto è rivolto alle scuole superiori delle otto regioni del Nord Italia, e intende evidenziare la portata storica degli avvenimenti del 1989 e il ruolo giocato dall’Unione europea come modello di democrazia e libertà per i Paesi che, usciti dal periodo di dominazione sovietica, sarebbero poi diventati membri dell’UE negli anni successivi.  Per i giovani studenti non è molto chiaro il legame storico tra gli eventi del 1989 e il mondo attuale. Saranno quindi discusse le sfide che l’Europa si trova oggi ad affrontare quali la crisi economica, la concorrenza mondiale, i flussi demografici, la sicurezza, l’approvvigionamento energetico e la lotta ai cambiamenti climatici.

Saranno ambasciatori un centinaio di giovani, universitari o neolaureati, che hanno svolto un periodo di stage alla Rappresentanza a Milano della Commissione europea. Il 9 novembre 2009, giorno del ventesimo anniversario della caduta del Muro di Berlino, i giovani "euro ambasciatori" andranno in visita alle istituzioni europee di Bruxelles per assistere alle celebrazioni previste nella capitale comunitaria.




Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.