BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Derby a Brescia con l’incognita Cellini

E??? l'attaccante fiorentino l???incognita maggiore di Mondonico per la sfida del Rigamonti. Rientrano invece Perico, Sala e Previtali. Il Brescia non segna da 192 minuti e non ha una difesa molto solida.

Più informazioni su

Il derby con la D maiuscola è quello dell’Atalanta, ma anche per l’AlbinoLeffe la sfida contro il Brescia non è una partita come tutte le altre. Oltre alle rivalità di confine, ci sono alcuni precedenti piuttosto accesi a mettere ulteriore pepe sulla sfida del Rigamonti. Come la finale play-off 2007/’08 con la contestata espulsione di Cellini e la sconfitta di misura, che poi i bergamaschi ribaltarono con il 2-1 del Comunale.  
E’ proprio bomber Cellini (5 gol quest’anno) l’incognita maggiore di Emiliano Mondonico per la sfida in terra bresciana. L’attaccante fiorentino è afflitto da una lieve contrattura al polpaccio, e in questi giorni si è allenato solo a parte e senza forzare. La sensazione è comunque quella che il “Cello” stringerà i denti e alla fine si presenterà in campo al Rigamonti.
Nel caso non dovesse farcela, considerata anche l’assenza di Cisse (in crescita ma non ancora pronto), per mantenere il 4-4-2 il Baffo di Rivolta potrebbe rispolverare a sorpresa il dissidente Ferrari, ancora ai ferri corti con la società ma vecchio pallino del tecnico. Possibile anche un cambio di modulo, considerata anche la caratura delle Rondinelle, con un centrocampo più robusto e Ruopolo come unico terminale d’attacco. Per quanto riguarda il resto della formazione, in difesa rientreranno Perico (che ha scontato il turno di squalifica) e Sala che farà coppia con Serafini al centro della linea difensiva. Stesso discorso per Previtali, che tornerà ad occupare la cabina di regia in mezzo al campo.
Il Brescia, con le sue ambizioni di promozione dopo cinque anni nel purgatorio della B, non ha iniziato la stagione nel modo migliore. Questo ha portato, come per l’AlbinoLeffe, ad un cambio in panchina. Per cercare di far tornare a volare le Rondinelle Beppe Iachini ha preso il posto di Alberto Cavasin. L’organico biancazzurro è di primissimo livello, con giocatori del calibro di Arcari in porta, Zambelli in difesa, e in mezzo al campo Mareco e Baiocco. Il reparto con maggiore qualità è forse quello offensivo, dove ci sono tra gli altri Flachi, Caracciolo e l’ex di turno Possanzini. Anche se i tre, cosi come il resto della squadra, finora non hanno ancora trovato la giusta intesa visto che non segnano da ben 192 minuti in campionato. Altro dato incoraggiante da cui partire per cercare di conquistare il Rigamonti, sono le reti subite dai bresciani: dopo essere rimasti imbattuti nelle prime tre partite, dalla quarta giornata i biancazzurri hanno sempre preso gol (nove le reti al passivo nelle ultime sei partite, alla media di una e mezzo a gara).

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.