BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Primo su 600 al test d’ingresso di Scienze motorie fotogallery

"L'ho incontrato l'ultima volta sulle scale di casa, mentre rientravo dal lavoro. Era grintoso come sempre prima di andare all'allenamento".

L’ultimo incontro con il papà, anche lui appassionato di calcio, è stato sulle scale del condominio dove Damiano Capitanioviveva con la sua famiglia. Un saluto veloce, come capitava spesso: il padre che rientrava dal lavoro e Damiano che partiva dall’abitazione di via don Guanella 5, a Redona, per andare a Dalmine ad allenarsi. “Gli ho detto “Ciao, ci vediamo dopo, ricordati che noi usciamo a mangiare una pizza” – racconta il padre -. Damiano era tranquillo e grintoso, come gli capitava sempre prima di ogni allenamento”.
Nicola Capitanio ha perso il figlio Damiano da meno di 24 ore. Alla Camera mortuaria degli Ospedali Riuniti, dove è stata allestita la camera ardente, riceve parenti, amici, giocatori del Dalmine Futura, dove militava il figlio, e di tante altre squadre. Si sforza di sorridere, ringrazia tutti, tiene duro.
“Posso solo ricordare un ragazzo eccezionale, il cui ricordo non ci abbandonerà mai – prosegue Nicola Capitanio -. Era un tifoso del calcio giocato, un tifoso di tutti gli sport in generale. Dopo essersi diplomato al liceo Lussana, la scorsa estate, aveva deciso di iscriversi a Scienze motorie, dove c’era il test di ingresso. E’ arrivato primo su 600 candidati. Ricordo il giorno in cui, tramite Internet, ha controllato il risultato al test. Con molta modestia disse: “L’importante era arrivare tra i primi 200”. Così si era iscritto alla facoltà che preferiva. Terrò dentro di me il ricordo di un figlio disponibile, corretto, educato”.
L’amore per il calcio è di casa. Anche il padre Nicola è impegnato al fianco di tanti giovani. Allena l’Olimpia Agnelli di Bergamo, squadra di seconda categoria. Oltre a lui Damiano ha lasciato la madre Chiara Mariotti e le sorelle Fabiana e Ilaria, di 17 e 15 anni. I funerali saranno celebrati sabato 24 ottobre alle 10 nella parrocchiale di Redona, con partenza alle 9,45 dalla Camera mortuaria degli Ospedali Riuniti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.