BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Muore a 18 anni giocando a calcio

Damiano Capitanio, di Bergamo, giocava nel Dalmine Futura. Un malore improvviso e si ?? accasciato di fronte ai compagni di squadra. Vano il tentativo di rianimazione del 118. La salma alla camera mortuaria dei Riuniti.

Più informazioni su

Un’altra tragedia sul campo da calcio. Mercoledì sera a Dalmine un 18enne di Bergamo è morto mentre si stava allenando. Il giovane, Damiano Capitanio, giocatore del Dalmine Futura e residente a Bergamo in via don Guanella, si è improvvisamente accasciato a terra per un malore, senza più riprendersi, tra la disperazione dei compagni di squadra. 
Dal campo è subito partita la chiamata al 118, che è giunta sul posto pochi minuti dopo. Il personale medico ha provato inutilmente a rianimare il ragazzo. La salma è stata deposta nella camera mortuaria dei Riuniti, in attesa di essere sottoposta ad autopsia. Vanno infatti chiarite le circostanze del decesso, così come l’esatta causa che ha determinato il malore fatale.
La società ha chiesto di poter non scendere in campo nella prossima giornata di campionato di Prima categoria e anche la sospensione delle partite delle giovanili in segno di lutto.
I funerali si terranno sabato alle 10 alla parrocchiale di Redona.
E’ il secondo dramma in pochi giorni nel mondo dello sport: domenica un 54enne era morto a Mornico dopo aver calciato un calcio di rigore.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Roberto Bolis

    Allibito, sono vicino all’amico Gigli ed alla società.

  2. Scritto da corti-novis

    18 anni e “anziano” di 54 anni stroncati da infarti, apppasionati per lo sport del calcio, la morte ti prende quando vuole in qualsiasi età, ho anch’io 54 anni ma ho smesso di calciare e faccio cose tranquille, per i 18 anni ho un figlio anch’io che gioca in una squadra, l’attenzione di fare sempre controlli non basta mai anche si è sani come un “pesce” facciamo sempre esami di controllo sempre quando compare qualche “dolorino” per precauzione sia ai giovai e “vecchi” meglio prevenire!

  3. Scritto da pippo1907

    non ci sono parole per una tragedia cosi sentite condoglianze alla famiglia e a tutta la società del dalminefutura

  4. Scritto da lorenzo

    non ci sono parole. Ero tra i suoi allenatori quando era all’Excelsior. Era un bravissimo ragazzo con una grandissima passione per il calcio