BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

In sciopero la Nuova Pansac di Zingonia

L’assemblea dei lavoratori ha proclamato un pacchetto di 16 ore di agitazione contro ritardi nel pagamento dello stipendio di settembre.

Più informazioni su

È cominciato mercoledì 21 ottobre alle 22 e finisce alla stessa ora di giovedì lo sciopero proclamato alla Nuova Pansac di Zingonia, l’azienda del settore della gomma-plastica specializzata in pellicole protettive per alimenti. Lo stabilimento bergamasco, insieme agli altri siti di Mira (Venezia), Portogruaro, Ravenna e Marghera, è di proprietà di Fabrizio Lori, giovane presidente della squadra di calcio dell’AC Mantova (serie B).
Mercoledì pomeriggio a Zingonia, (dove in organico ci sono 87 persone) l’assemblea dei lavoratori ha proclamato un pacchetto di 16 ore di agitazione contro ritardi nel pagamento dello stipendio di settembre e contro comportamenti definiti “anomali da parte della direzione rispetto al sito bergamasco, dove non c’è chiarezza su prospettive e tenuta dell’occupazione”, dice Ezio Acquaroli, della Filcem-Cgil di Bergamo.
Lo sciopero di 8 ore sui tre turni copre, così, tutte le 24 ore di giovedì. L’attività produttiva dell’azienda è stata bloccata e fuori dai cancelli è in corso un presidio.
“Un mese fa” continua Acquaroli, “avevamo chiesto un incontro con la proprietà dell’azienda per la risoluzione di questioni organizzative interne e per avere rassicurazioni in merito al lavoro nei prossimi mesi. Anche perché ci sembra che il comportamento della direzione nei confronti del sito bergamasco sia diverso rispetto a quello riservato agli altri stabilimenti del gruppo. Ora, la programmazione delle altre 8 ore di sciopero dipenderà dall’andamento della trattativa. Ci attendiamo che la proprietà ci convochi al più presto”.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da tuo fratello

    Lori la Pansac può fare a meno di te deciditi di lasciare vivere le famiglie che fino ad adesso ti hanno arricchito tu sei la causa dei tuoi guai non ci trascinare nel baratro con te se fai ciò sappi che stai distruggendo povere persone che come me hanno un solo stipendio e si ritrovano tre figli a carico il primo non più di 12 anni di età l’ ultimo un anno di età mi stai facendo stare veramente male sto perdendo le forze per combattere io

  2. Scritto da Tuo Fratello

    vogliamo capire come andare avanti se questa situazione non viene a galla, ho tutta la mia famiglia composta da cinque persone a carico solo e soltanto con il mio stipendio con un mutuo di 800 euro e altri piccoli debiti. “Lori pensa a noi miseri operai” tu non hai problemi di sopravvivenza, quando c’era da guadagnare guadagnavi, ora sostieni le famiglie che ti hanno arricchito.

  3. Scritto da roberto fugazzi

    per difendere l’occupazione occorre unire tutte le varie lotte disseminate in tutta la bergamasca,attraverso uno SCIOPERO GENERALE PROVINCIALE,che blocchi per un giorno tutta Bergamo e provincia sul tema della difesa del posto di lavoro.
    Piccole,medie e grandi fabbriche devono unirsi in un unica lotta,un BLOCCO SOCIALE PER IL LAVORO COME “BENE COMUNE”,che oltre ai lavoratori dell’industria unisca i precari,i disoccupati,i lavoratori della scuola,i soci di cooperativa e i lavoratori migranti!