BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pronto soccorso affollati per il panico da influenza A

Accessi aumentati in maniera significativa per la preoccupazione di genitori che portano i figli in ospedale al primo accenno di febbre.

Più informazioni su

L’influenza A scatena già il panico. Anche se l’Asl ribadisce che non c’è rischio di pandemia e che tutto è sotto controllo, i pronto soccorso pediatrici degli ospedali di città e provincia – in testa i Riuniti – sono stati presi d’assalto: negli ospedali della provincia hanno infatti registrato il 15% in più di ingressi ai pronto soccorso, ben il 20% in più per quanto riguarda gli Ospedali Riuniti.
Genitori un po’ troppo preoccupati per il rischio di contagio della temuta H1N1? Secondo l’Asl assolutamente sì e ricorda come le famiglie debbano rivolgersi al pronto soccorso soltanto dopo aver consultato il medico di famiglia o il pediatra. Perchè in questo modo si aumenta solo il rischio di contagio, oltre che aumentare anche i tempi d’attesa dei pronto soccorso. Inoltre, ribadisce l’Asl, non bisogna farsi prendere dal “panico pandemia”. Che è del tutto ingiustificato. In questo periodo, i casi di raffredamento e l’influenza sono del tutto normali e di conseguenza i casi di contagio, ma ciò non significa che si tratti di influenza A.
Niente panico, dunque. E lo dicono anche i numeri forniti dall’Istituto superiore di Sanità sul monitoraggio delle sindromi influenzali durante la scorsa settimana (dal 5 all’11 ottobre): in Lombardia l’incidenza registrata è di 1,61 casi ogni 1000 assistiti, con un totale di 239 casi segnalati su 148.155 pazienti assistiti da 102 medici. 
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da GI61

    Ma perchè ci ammaliamo solo durante il periodo lavorativo.

    NATALE-PASQUA-FERIE-TUTTI SANI MIRACOLO .CIAO

  2. Scritto da cris

    Siamo alle solite…prima si terrorizza la popolazione poi ci si lamenta se la gente assalta i PS!

  3. Scritto da ORSO45

    L’importante è che i vaccini siano stati prodotti, venduti e profumatamente pagati. Poi non importa se siano utilizzati o buttati nel cesso, l’affare è concluso.
    Alla prossima.