BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nuovo stadio, Grassobbio resta disponibile

Il sindaco Tentorio ha incontrato il collega dell'hinterland, che vorrebbe l'impianto su un ex cava. Ma il proprietario dell'area non si è ancora espresso e in caso di accordo Grassobbio andrà al referendum.

Anche per l’agognato nuovo stadio inizia la stagione 2009/2010, non calcistica ma di trattativa e di ipotesi che continuano a rincorrersi. L’ipotesi Grassobbio resta in campo, questo è certo. Il 21 ottobre il sindaco di Bergamo Franco Tentorio ha incontrato il collega del paese dell’hinterland, il leghista Ermenegildo Epis. La disponibilità di Grassobbio c’è: Epis ha parlato dell’ex cava di proprietà dell’azienda Locatelli di Grumello, al posto della quale vedrebbe bene il nuovo stadio. Ma si tratta, per ora, di una disponibilità soltanto comunale: cosa pensa la Locatelli, proprietaria dell’area? E soprattutto quale contropartita chiederebbe al Comune di Bergamo il privato disposto a realizzare il nuovo stadio a Grumello? L’interesse di Antonio Percassi su Grassobbio non manca, è stato anche reso noto più volte, in passato, ma la partita è tutt’altro che semplice. In seconda battuta, inoltre, il sindaco Epis ha specificato che, pur essendo la sua Giunta (completamente leghista) disponibile all’intervento, sottoporrebbe comunque la decisione finale ad un referendum. Sul tavolo del sindaco Tentorio resta quindi Grassobbio, e in ordine di preferenza sono ancora presenti anche Grumello al Piano e Zanica.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da angi

    Povera Bergamo che non riesci nemmeno ad indignarti di fronte a questi articoli e a queste cose. Ribellarsi e mandare a quel paese tutti quei politici che non riescono a concretizzare nulla sarebbe l’inizio per cambiare le cose..

  2. Scritto da poeret

    MA METTIAMOGLI UNA BELLA DISCARICA A STO COMITATO QUI SOTTO!!!

  3. Scritto da Vittorio B.

    Lo stadio a Bergamo? non serve a niente ,sono soldi buttati nel cesso….si costruiscano cose utili didatticamente fruibili dai cittadini bergamaschi,ad esempio un parco tecnologico/scientifico dove i giovani possano scoprire i misteri della scienza.

  4. Scritto da paci paciana-no-grazie

    dai scec , tutti insieme :
    LO STADIO NUOVO , VOGLIAMO LO STADIO NUOVO , LO STADIO NUOVOOOOO, VOOGLIAMO LO STADIO NUOVO !!!!

    costruiamolo sulle macerie del paci paciana e cantiamo :
    CHI NON SALTA ROSSO E’

  5. Scritto da enrico

    Perchè una questione importante come lo stadio, che in molte città europee si è già risolto da tempo, quando riguarda Bergamo coinvolge sempre i soliti noti ed ingordi?

  6. Scritto da angelo

    Come si tengono bene la parte l’un l’altro questi comitati! Il sindaco leghista che si chiede se un Locatelli sarà mai disponibile a concedere la cava, e cosa potrà ricevere in cambio. Peccato, perchè secondo me in quella buca voleva farci una bella Jacuzzi. Alà fiabe!

  7. Scritto da Bruno

    Direi che il momento politico permetterà alle giunte di Bergamo e di qualunque paese dell’hinterland di costruire qualunque mega-iper-super impianto con centri commerciali e superstrade varie. Buon appetito.

  8. Scritto da corti-novis

    ancora territtorio che viene tolto alla natura per quattro gatti in mutande che tirano calci ad una sfera, Un bel parco invece del stadio e far coltivare degli orti con vanga e zappa tutti quelli che vanno a vedere i quattro gatti in mutande.Questa è una proposta biologica per la mente e per una società che vive da protagonista camminando nel verde fatto di natura e non di cemento.

  9. Scritto da paolo

    ragazzi, forse è la volta buona che ce lo fanno davvero sto stadio… alla faccia di chi non capisce che è una questione che riguarda non solo chi va a vedere la partita ma l’intera collettività.

  10. Scritto da genu

    evviva lo stadio dove i giovani possono scoprire i misteri della scienza
    grazie vittorio b x la splendida idea

  11. Scritto da unodibergamo

    – il parco tecnologico-scientifico esiste e si chiama chilometro rosso
    – si tratta di un parco dello sport non dello stadio fine a se stesso

  12. Scritto da Comitato No Stadio

    GRASSOBBIO LO STADIO NON LO VUOLE