BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Comunità montane, l’accorpamento evita i tagli ai fondi

Le realtà che si sono unite fra loro manterranno per tre anni una quota dei finanziamenti che avevano in precedenza, prima della fusione

Più informazioni su

Le Comunità Montane che si sono accorpate in base alla  riforma  attuata  lo  scorso  anno da Regione Lombardia non subiranno alcuna  penalizzazione nei riparti finanziari per il triennio 2009-2011. Lo stabilisce  una  norma (art. 15) proposta dalla Giunta regionale e inserita nel  progetto  di legge di istituzione del Consiglio delle Autonomie Locali approvato  ieri  dal  Consiglio  regionale  con  i  voti  del PDL, di parte dell’opposizione  mentre la Lega Nord si è astenuta. Le risorse regionali e nazionali  per  le Comunità montane vengono solitamente ripartite in base a criteri  oggettivi:  una  parte uguale per tutti, un’altra parametrata alla popolazione  e all’ampiezza della zona omogenea. La frazione delle risorse, suddivise  in parti uguali, seguirà la logica della vecchia legge regionale (6/2002)  che  contava  30 comunità e non le attuali 23.

Di conseguenza, le realtà  che  si  sono unite fra loro manterranno per tre anni una quota dei finanziamenti  che  avevano  in  precedenza,  prima della fusione. "Abbiamo voluto questa norma – ha commentato l’assessore regionale Raffaele Cattaneo –  per garantire stabilità di risorse nella fase transitoria che porterà al completamento  del  percorso  di riforma istituzionale deciso dallo Stato e che   abbiamo   interpretato   senza   operare   dei   semplici   tagli  ma razionalizzando  il  sistema  e  valorizzandone  il  nostro territorio. Dal dialogo  con i presidenti delle nostre due Comunità Montana del Piambello e delle  Valli  del Verbano era emerso l’auspicio che questo intervento fosse attuato  per mantenere i livelli di servizio e di progettualità sino ad ora implementati  sul  territorio.  Con  questo  provvedimento abbiamo dato una risposta concreta”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.