BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Consiglio delle Autonomie Locali, Ruffinelli (LN): “Evitare nuovi carrozzoni”

La consigliera regionale bustocca del Carroccio: “Sia una struttura snella ed efficiente, di raccordo fra enti, senza sovrapposizione di funzione. Fare entrare i sindacati? Una forzatura”

Più informazioni su

In giornata si è discusso al Pirellone in merito al Consiglio delle Autonomie Locali della Lombardia (CAL), istituito recentemente sulla base del nuovo Statuto regionale, e sul quale di recente si è arrivati alla rottura fra maggioranza e opposizione per il rifiuto del centrodestra di inserirvi, come si prevedeva, rappresentanti del mondo del lavoro, sia della parte datoriale che dei dipendenti.
Fra gli interventi odierni quello per la Lega Nord della consigliera regionale Luciana Ruffinelli.

“L’idea di Consiglio delle Autonomie Locali portata avanti dal nostro movimento è una struttura snella, efficiente, lontana dall’ipotesi di un organismo istituzionale sovradimensionato e quindi poco funzionale.
La Lega Nord ha cercato di dare una lettura alla norma statutaria e costituzionale affinché il CAL divenga il luogo in cui si rappresentano gli Enti Locali come interlocutori della Regione e non dove la Regione stessa mette gli Enti Locali a discutere fra loro al fine di “stemperarne” le esigenze.
A nostro avviso il Consiglio delle Autonomie deve porsi come obiettivo quello di rendere operativo il principio di sussidiarietà, da intendersi quale assetto flessibile delle competenze. Un organismo che dovrà essere in grado di rappresentare gli Enti Locali e divenire espressione, non di categorie di soggetti, ma dei territori e delle popolazioni che gli Enti amministrano. Nessuno vuole ritrovarsi a dover gestire e finanziare nuovi carrozzoni pubblici o strutture simmetriche a quelle già esistenti e poco funzionali al territorio. Vediamo invece con favore un Consiglio delle Autonomie con responsabilità di collegamento fra l’amministrazione locale e i programmi regionali, con una implementazione delle politiche pubbliche di settore". Anche per questi motivi, spiega Ruffinelli riprendend o la polemica insrta con la minoranza, "la Lega Nord ha assunto una posizione contraria, già in commissione, all’ingresso nel CAL dei rappresentanti dei sindacati, che ci pare una forzatura in un organo di consultazione delle autonomie locali.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.