BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Io dico s??: uno scambio che pu?? far crescere tutti”

Lorenza Pulinetti insegna al liceo Don Milani di Romano: "Gi?? ora in classe durante l'ora di religione cattolica ci sono studenti musulmani che seguono con attenzione"

Più informazioni su

Lorenza Pulinetti insegna religione cattolica al liceo Don Milani di Romano di Lombardia. E spiega come avviene il proprio insegnamento: "Io propongo la grammatica del sacro, parto dai bisogni di ciascuno di trovare un senso e spiego quale senso hanno trovato le culture e le fedi".
Per la prof Pulinetti già adesso nei fatti l’ora di religione cattolica è aperta alle altre fedi, alle varie ricerche di un Dio: "Tra l’altro in classe, incuriositi e attenti, ci sono anche studenti musulmani che seguono l’ora di religione, segno che la necessità di spiritualità è sentita".
Anche per questo Lorenza Pulinetti non è contraria per nulla alla possibilità di insegnare la religione islamica accanto a quella cattolica: "Sarebbe anzi uno scambio che accresce tutti e sarebbe anche l’occasione per verificare la laicità nel mondo musulmano". Certo, l’ideale, conclude la professoressa, sarebbe "un’ora in cui si affrontano, come regola, le diverse religioni e i diversi approcci alla fede, ma visto che oggi in Italia è previsto l’insegnamento della religione cattolica male non farebbe aggiungere anche quello della religione islamica".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Marco Cimmino

    La dottrina religiosa andrebbe illustrata in contesti religiosi: la storia sociale e culturale delle religioni, invece, pertiene ad un preciso settore degli studi umanistici, che si chiama, guarda un po’, storia delle religioni. E che detiene regolari insegnamenti universitari. Si prendano i laureati di quel dipartimento e si faccia loro insegnare questa disciplina nelle scuole. Senza affidarla a testimoni, per così dire, di parte, scelti da un ente terzo e senza una formazione accademica.

  2. Scritto da GI61

    Ma dobbiamo insegnare ai nostri ragazzi la mancanza di rispetto e diritti.IO NON SAREI ORGOGLIOSO SE MIO PADRE TRATTASSE MIA MADRE COME L’ISLAM TRATTA LE DONNE.

    TUTTI BRAVI NOI COMUNISTI IN ITALIA MA NON IN CINA-O RUSSIA-
    ORA ISLAMICI SI MA IN ITALIA ANDATE IN TURCHIA—IRAN—IRAQ,ECC,ECC.
    PROFESSORI,INSEGNANTI CONCENTRATEVI SUL VOSTRO LAVORO CHE SE MAGARI LO FARESTE A MODO NON SAREMMO NELLO SCHIFO CHE SIAMO OGGI.

    W L’ITALIA LIBERA FUORI TUTTI DALLE P… OGNUNO A CASA PROPIA.

  3. Scritto da wka

    che strano!!!!
    nessuno sulla faccia della terra si sarebbe aspettato questo da un insegnante.

  4. Scritto da Tiziano Trivella

    La scuola educa anche e soprattutto tenendo presenti le istanze culturali, sociali e religiose che emergono dal territorio. Le 2 ore di generica “alternativa all’insegnamento della religione cattolica” potrebbero appunto essere utilizzate anche per le altre religioni (islamica, ebraica, cristiane protestanti, ecc.). Questa la strada ovvia e giusta, secondo la Costituzione che garantisce ogni cittadino, indipendentemente dalla fede, e secondo quanto previsto dagli indirizzi ministeriali attuali.

  5. Scritto da marilena

    d’accordo con tiziano, aggiungerei anche lezioni informative sull’ateismo che non prevede le religioni. Molto coraggiosa l’insegnante che ha espresso il suo parere correndo il rischio di essere licenziata dalla curia. Speriamo di no!

  6. Scritto da Giuseppe

    L’insegnante crede di essere nel mondo delle favole, scenda dalla pianta che è meglio e, anzi, la pianti anche di insegnare religione, ma passi ad altro!!!!!

  7. Scritto da Marco Cimmino

    Insomma, vorrei capire: ci si scaglia contro la scuola perchè non è sufficientemente laica, però va benone che si insegni la dottrina dell’Islam? E, per di più, per verificare se gli islamici sono abbastanza laici: concetto che rasenta l’ossimoro di pensiero. Geniale, poi, chi ha detto che sarebbe un modo per sottrarre i ragazzi alle madrasse e alle scuole coraniche, ossia alla base catechistica della loro religione. La scuola non può funzionare sempre da tappabuchi sociale: che torni ad educare