BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dentro la pallavolo con la Piccinini “Le lesbiche ci sono, il doping no” fotogallery

Francesca Piccinini si racconta alle Iene: "L'omosessualit?? nella pallavolo esiste, conosco delle compagne lesbiche e qualcuna ci ha pure provato con me. Il doping? Non c'??".

Più informazioni su

"L’omosessualità nella pallavolo esiste, conosco delle compagne lesbiche e qualcuna ci ha pure provato con me. Il doping? Non c’è. La cosa più dopante da me assunta è stato un Aulin". Sono alcuni dei passaggi dell’intervista rilasciata dalla neocampionessa europea di pallavolo, Francesca Piccinini, al programma Le Iene Show, in onda martedì sera su Italia 1. La Piccinini si è confessata a 360 gradi, rivelando che le donne vincono nello sport, "perché hanno più palle degli uomini".

La cosa più affascinante di una pallavolista sarebbero le mani, per la bella Francesca che gioca a Bergamo. La più tosta? Risposta secca ed esplicita: "Il culo", che è ritenuto dalla Piccinini "più tosto di quello delle giapponesi", ma "se la gioca con quello delle ragazze brasiliane". Sul ruolo di principessa della pallavolo italiana, anche del recente passato, Francesca è stata chiara. Il paragone con Maurizia Cacciatori, fino a qualche stagione addietro sua compagna nella Foppapedretti, sorge spontaneo. "Tra me e Maurizia – ha confessato – non c’è assolutamente rivalità: io gioco meglio a pallavolo, lei è più bella, ma anche più sexy di me".

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da karajan

    Ma da i gianni @4, rilassati!! Finalmente un’articolo per rilassarci un pò con tutti i probelemi che abbiamo!! Ti confesso che se fossi una femmina, ci proverei anch’io con la Picci. Comunque, cara Picci, non ti credo: anche nel volley c’è doping, parola di ciclista.

  2. Scritto da AhAh

    Finchè sono pallavoliste, l’uomo ci si spippa volentieri. Quando però le lesbiche chiedono i diritti, non va più bene che esistano.
    Bergamo è una delle città più schifosamente ipocrite che abbia mai visto.

  3. Scritto da X AhAh

    mi piacerebbe darti del pazzo, ma posso solo dire che hai ragione.

    peccato

  4. Scritto da Silvia

    Che pena vedere interviste come queste.. La Piccinini e’ personaggio perche’ e’ bella e non perche’ brava? Che schifo… Questo succede soprattutto in Italia, pero’, credetemi. Negli USA,se sei bella se ne accorgono 15 anni dopo che sono state cantate le tue lodi di Campionessa! Ci ho vissuto 10 anni e che tristezza ritornare a questo modo di pensare cosi’ squallido… Credo anche che la Piccinini avrebbe tante occasioni per dire molte cose..magari sui diritti delle donne dello sport. Eppure…

  5. Scritto da gianni

    Cari Amici di bergamo news, non pprezzo affatto il titolo e il contenuto del vostro articolo. Delle cose che avra’ detto la Piccinini, questa era quella che voi chiamate NOTIZIA?? E quale sarebbe? Che ci sono lesbiche nel volley?? Gli omosessuali ci sono ovunque, anche nella vostra redazione, immagino. E allora????’ Trovo tutto questo davvero deludente e avendo stima della vostra testata ora sono portato a ricredermi. Brutto titolo, brutto articolo.