BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cade da un’impalcatura, muore muratore

L'uomo, 61 anni, stava inchiodando alcune assi quando una ha ceduto facendolo cadere nel vuoto per circa tre metri: a quanto risulta non indossava l'imbragatura di sicurezza. La sua impresa stava lavorando in un cantiere edile. Inutili i soccorsi.

Più informazioni su

Un’altra morte sul lavoro, l’ennesima, funesta l’inizio della settimana. Vittima un muratore bergamasco di 59 anni, Giuseppe Busetti, di Martinengo, caduto da un’impalcatura in un cantiere edile in via Roma a Paderno Dugnano, nel Milanese, dove la sua impresa stava partecipando alla costruzione di una palazzina di tre piani.
L’uomo, secondo una prima ricostruzione della tragedia, sarebbe caduto per circa tre metri: in mattinata, intorno alle dieci, stava inchiodando alcune assi di legno per realizzare una piattaforma quando si è consumato improvvisamente il dramma.
Busetti stava inchiodando le assi da sopra e non dal piano sottostante, come invece prescrivono le norme di sicurezza. A un tratto un’asse ha ceduto e si è impennata, facendo perdere l’equilibrio a Busetti. Il muratore è precipitato nel vuoto: a quanto risulta dai primi rilievi, non indossava l’imbragatura né il caschetto di sicurezza, obbligatori per legge. Una negligenza che gli è stata fatale.
Il volo è stato terribile, non gli ha dato scampo: l’uomo è caduto due piani più sotto, finendo sopra la passerella del primo piano. Ha sbattuto violentemente la testa ed è rimasto ucciso sul colpo. I primi a soccorrerlo sono stati alcuni colleghi di lavoro, che hanno subito chiamato il 118. Quando i medici sono arrivati sul posto non hanno potuto fare altro che constatare il decesso di Busetti, sposato e padre di un figlio trentenne. Il cantiere è stato posto sotto sequestro, sulla disgrazia indagano la polizia locale di Paderno e gli ispettori della locale Asl.
Busetti era conosciutissimo a Martinengo, soprattutto nell’ambito calcistico: era infatti la "voce" delle partite della Forza&Costanza, la storica società calcistica del paese.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.