BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Italcementi, un nobel in visita

Ciechanover ha incontrato Carlo Pesenti e i vertici del gruppo, poi ha visitato i laboratori dove si produce l'asfalto mangiasmog.

Più informazioni su

Aaron Ciechanover, Premio Nobel per la chimica 2004 e Daniel Bosia, Direttore Associato della ARUP, studio londinese di architettura e ingegneria e tra i maggiori esperti mondiali di matematica applicata all’architettura, hanno incontrato i vertici di Italcementi e della Fondazione Italcementi Cav. Lav. Carlo Pesenti che anche quest’anno è tra i sostenitori della manifestazione BergamoScienza. A fare gli onori di casa Carlo Pesenti , Consigliere Delegato di Italcementi e Giovanni Giavazzi, Presidente della Fondazione. Erano presenti anche Andrea Moltrasio, Mario Salvi , Gianvito Martino e Umberto Corrado in rappresentanza di BergamoScienza, Paolo Belloni, presidente dell’Ordine degli Architetti, Donatella Guzzoni presidente dell’Ordine degli Ingegneri e Attilio Pizzigoni docente di architettura all’ Università di Bergamo e moderatore dell’incontro con lo stesso Bosia, previsto sabato 17 ottobre presso il Teatro Sociale di Bergamo Alta.
Gli ospiti hanno proseguito l’incontro in Italcementi visitando i laboratori. Enrico Borgarello, direttore Ricerca & Sviluppo di Italcementi, ha presentato a Ciechanover e Bosia i prodotti innovativi messi a punto per il mondo delle costruzioni: i materiali fotocatalitici che contribuiscono ad abbattere lo smog nei centri urbani (TX Active), il nuovo “cemento termico” che isolando maggiormente gli edifici contribuisce a mantenere il fresco d’estate e il caldo d’inverno e il “cemento trasparente”, che grazie a particolari resine trasporta la luce da una parte all’altra delle pareti. Quest’ultimo materiale sarà utilizzato per realizzare il Padiglione italiano all’Expo di Shanghai 2010.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.