BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“A Castione nessun paletto al Piano casa”

Progetto democratico: "Mostruosit?? politica aver lasciato cadere la possibilit?? di porre dei paletti alla legge in un paese che non ha certo bisogno di nuove colate di cemento".

Più informazioni su

Mentre entra in vigore in Lombardia il Piano Casa, a Castione della Presolana scoppia la polemica.
Il Comune di Castione, denuncia il Gruppo consiliare di minoranza “Progetto Democratico”, non ha assunto alcuna deliberazione in merito al recepimento nel proprio territorio della L.R. 13 del 2009, meglio nota come Piano Casa. Via libera, dunque, ad ogni deroga agli strumenti urbanistici vigenti e sconti sugli oneri di urbanizzazione con il rischio concreto di interventi dannosi in un territorio già fortemente urbanizzato.
Progetto Democratico considera "un atto gravissimo il non assumere alcuna delibera mirata a contenere gli ambiti di applicabilità della legge nel contesto peculiare del Comune di Castione della Presolana".
Non entriamo nel merito della legittimità della Legge sulla cui opportunità peraltro si potrebbe discutere, dice Lorenzo Migliorati, capogruppo di Progetto Democratico, "ma riteniamo una mostruosità politica aver lasciato cadere la possibilità di porre dei paletti all’applicazione di questa legge nel nostro comune che di tutto ha bisogno, meno che di nuove colate di cemento. Oltretutto questo provvedimento rimarrà in vigore per diciotto mesi e dunque le conseguenze di questo gesto ricadranno sulla prossima amministrazione che potrà, ma potrà anche non essere guidata da Vittorio Vanzan. Siamo shoccati e increduli e per questo abbiamo richiesto la convocazione d’urgenza del Consiglio Comunale proponendo noi una delibera per la quale garantiamo il voto favorevole. Ma evidentemente è stata ignorata".
Come gruppo consiliare abbiamo proposto al Sindaco e al Consiglio comunale, prosegue Giuseppe Bellinelli di Progetto Democratico "anche un documento che conteneva le nostre proposte in modo da garantire ampio dibattito attorno a questo tema. Credevamo, nella nostra ingenuità, che la maggioranza avrebbe fatto delle sue proposte. Invece, silenzio totale. La maggioranza dovrà assumersi tutte le proprie e gravi responsabilità dai danni che potranno derivare dall’applicazione generalizzata della Legge che sembra fatta più per le periferie delle grandi città, che non per un territorio montano come Castione".
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da terrone

    MA CHE PERIFERIE DELLE GRANDI CITTA??!! questo è l’ennesimo provvedimento per chi “ne ha”!!!!!!!!!!!!!!!

  2. Scritto da marilena

    ma io a bergamotv ho visto un servizio sul progetto di campi da golf decantato dal sindaco di castione come una cosa bellissima. Non hanno parlato di questo altro progetto!

  3. Scritto da stefano

    Cavolo, ma vi rendete conto…?
    Non approvare la delibera significa che gli ampliamenti del Piano Casa potrenno anche avvenire in zone storiche e zone interessate da Parchi Regionali. Al di là dell’opinione sul Piano Casa, la scelta di Castione mi sembra incomprensibile.
    Potevano almeno fare una delibera poco severa e salvare il minimo indispensabile. Così non salvano nulla.
    Altro che rilancio dalla crisi… qui si svende il territorio.