BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Corpo Forestale denuncia bracconiere

In località Vaghetto alto sorpreso un bracconiere intento a prelevare le prede (6 pettirossi ed 1 tordo bottaccio morti) intrappolate e con le zampe spezzate.

Più informazioni su

Nel corso dei servizi di controllo volti a contrastare l’attività antibracconaggio sul territorio provinciale di Bergamo, gli Agenti del Corpo Forestale dello Stato dei Comandi Stazione di  Gromo e Clusone  hanno denunciato a piede libero una persona e sequestrato una notevole quantità di mezzi vietati per la cattura di avifauna ed esemplari di avifauna protetta.
Il fatto è stato accertato in località Vaghetto alto di Valcanale nel territorio comunale di Ardesio dove gli uomini della Forestale, dopo alcuni giorni di appostamento,  hanno sorpreso in flagranza un bracconiere intento a prelevare le prede (6 pettirossi ed 1 tordo bottaccio morti) intrappolate e con le zampe spezzate da una serie di archetti collocati nella vegetazione boschiva della zona.
Da un immediato controllo sul posto sono stati rinvenuti e sequestrati 240 mezzi vietati alla caccia (archetti), altro materiale (legno e spago) utilizzato per realizzarne degli altri e circa mezzo chilo di bacche di Sorbo degli uccellatori, utilizzate come esche per attirare l’avifauna. Da un successivo controllo presso l’abitazione sono stati sequestrati altri 76 esemplari (75 pettirossi ed 1 tordo bottaccio) rinvenuti nel congelatore di casa e provenienti dall’attività venatoria illecita. Il bracconiere, un cinquantunenne di Ardesio, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per uccellagione con l’aggravante dell’uso dei mezzi vietati e  per uccisione di animali con crudeltà per gli effetti mortali provocati dagli archetti, un delitto previsto dall’art. 544-bis del Codice penale inserito nelle norme penali nel 2004 con la legge n.189. Ora l’autore, oltre alla multa, rischia da 3 a 18 mesi di reclusione in quanto recidivo essendo stato già denunciato dalla Forestale due anni fa quando era stato sorpreso   con oltre 500 archetti e con avifauna protetta intrappolata negli stessi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mario59

    Walter purtroppo ha detto la verità..i bracconieri sono vili personaggi, che non meritano nessun rispetto..esattamente come loro non ne hanno per la natura..ma non dobbiamo scordarci che..sono molti quelli che puntano il dito, poi appena hanno l’occasione, vanno a mangiare polenta e ösei e parlo di quelli piccoli protetti dalla legge, ol capriöl.
    d’altronde ogni qualvolta che si parla di natura e ambiente c’è pieno di naturalisti da salotto, pronti a puntare il dito, ma alla prima occasione….

  2. Scritto da Ol Pacì Paciana

    Te meteres te ‘ndi archecc! Bamboss!!!

  3. Scritto da marilena

    il nome di questo carnefice che merita veramente la prigione! Troppo comodo non rendere nota la sua identità, sicuramente non si vergognerebbe vista la sua crudeltà d’animo, ma almeno qualcuno, incontrandolo, potrebbe dimostrargli il disprezzo che gli spetta!

  4. Scritto da Pullu

    Da cacciatore onesto , quale ritengo di essere , faccio i complimenti al Corpo Forestale per la brillante operazione condotta. Gentaglia come questa deve essere sbattuta in galera , al fresco , a meditare sulle loro malefatte .
    Ardesio entra ancora tristemente nella cronaca locale come località in cui non si amano gli animali . D’altronde quando si ha un Sindaco che convoca un convegno a titolo “Orso maleducato Orso fucilato” non c’è da aspettarsi molto di piu….

  5. Scritto da carmelo

    E’ il paese della caccia all’orso, non dimentichiamo.
    Per uno preso altri 999 faranno i bracconieri. Tanto anche lui sarà al bar a raccontare l’avventura. Il lupo perde il pelo ma non il vizio, avrà già rimesso altre trappole: io sono nato in montagna: i bracconieri-cacciatori fanno così

  6. Scritto da walter

    eccoli..il dito puntato x poi andare a mangiare polenta col osel.