BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ventrone: “Lavoro per un’altra coppa dei Campioni”

Gianpietro Ventrone, il nuovo preparatore atletico nerazzurro, sta cercando di perfezionare la condizione fisica dei giocatori atalantini attraverso sedute di lavoro massacranti accompagnate da sottofondi di marce militari, prove atletiche al limite del possibile, e rigidi controlli sull???alimentazione.

Più informazioni su

Quando era alla Juve, ai tempi di Lippi e di Ancelotti, sceglieva personalmente anche le musiche da far ascoltare ai giocatori la domenica, prima di scendere in campo. Se musiche si potevano chiamare, perché in realtà si trattava di suoni di mitragliette che sparavano, di esplosioni di bombe e di atterraggi di elicotteri. Con la stessa puntigliosità Gianpietro Ventrone, il nuovo preparatore atletico nerazzurro (gia soprannominato “il sergente”), da qualche settimana sta cercando di perfezionare la condizione fisica dei giocatori atalantini attraverso sedute di lavoro massacranti accompagnate da sottofondi di marce militari, prove atletiche al limite del possibile, e rigidi controlli sull’alimentazione di ogni singolo atleta. “L’Atalanta deve correre verso i punti di maggior sicurezza e per farlo deve correre anche a livello fisico-motorio –ha affermato il sergente Ventrone, al termine di una delle sue devastanti sedute (chiedere soprattutto ad Acquafresca e Valdes)- Stiamo cercando di migliorare l’aspetto della forza, dell’alta intensità e della proiettività, questi sono i tre elementi su cui stiamo lavorando. Ogni atleta per crescere deve sudare, lavorare e soffrire contro i propri limiti. La musica, per voi fa un certo effetto, posso capire, ma noi ormai ci siamo abituati da anni. Permette di caricare i ragazzi nei momenti più difficili. Sono metodi che possono essere utili, perché la musica può aiutare l’atleta. Ogni allenatore ha il suo modo di vedere il calcio e di allenare, il nostro è un po’ diverso dagli altri staff, ma alla fine quello che conta è vincere. Chi vince gioisce e chi perde spiega, diceva Velasco”.
Il lavoro da fare è molto secondo Ventrone , e per vedere un’Atalanta al massimo della condizione ci vorranno settimane, se non addirittura mesi: “Innanzitutto non stiamo caricando ancora tanto e non possiamo farlo. Lo facciamo in modo mirato e progressivo. Spingeremo molto da Natale in poi, nella sosta invernale. Dobbiamo sistemare alcuni parametri utili per il gioco di Conte, ma in modo progressivo altrimenti perderemmo un giocatore al giorno, non possiamo permetterci lavori impressionanti. Dobbiamo contemporaneamente giocare e crescere, è complicato questo. Nei prossimi giorni si farà ancora più fatica e aumenteremo i carichi, ma a breve potremo già vedere un costante miglioramento da parte di tutti. Un’Atalanta al top probabilmente non riusciremo a vederla per quest’anno, ma fra un mese sarà sicuramente un’altra squadra”.
Per molti potrebbe sembrare difficile trovare le motivazioni giuste passando dalla Juve a squadre come Bari e Atalanta. Non certo per un professionista come Ventrone: “Allora, io vi dico che ho 49 anni e il mio obiettivo da qui ai prossimi 11 anni di lavoro è vincere ancora una Coppa Campioni. Con l’Atalanta? Magari, auguro tutte le fortune migliori a questa società a cui devo fare i complimenti, perché è una Juventus in miniatura. Lavoriamo in modo tranquillo dalla mattina alla sera in ottime condizioni e di questo devo ringraziare la famiglia Ruggeri”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da acido

    Sì, però con Acquafresca ha un filino esagerato…

  2. Scritto da fabrizio valserra

    Ma cosa avevano fatto durante la preparazione estiva?

  3. Scritto da vai talanta

    …già.Sembra che abbiano fatto poco niente finora.Possibile?
    Ma nelle prime quattro partite correvano o avevano la bicicletta?