BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Parcheggio in zona stazione, scontro Ceci-Saltarelli video

La spunta il vicesindaco: l'area della stazione sar?? riqualificata e in via Bono ci sar?? un parcheggio da 160 posti auto. Il collega leghista dei Lavori pubblici ha tentato di opporsi. Rinviato il piano opere pubbliche.

Più informazioni su

Al di là delle cortesi dichiarazioni ufficiali il progetto per un nuovo parcheggio da 160 posti auto in zona stazione, con riqualificazione dell’area, è arrivato all’approvazione (siamo solo al preliminare) in Giunta comunale tra non poche difficoltà. Una su tutte: l’opposizione dell’assessore ai Lavori pubblici Alessio Saltarelli (Lega), che non ha gradito quel progetto fin dal giorno della sua presentazione, il 16 settembre, da parte del collega della Mobilità e vicesindaco Gianfranco Ceci.
Il perché è presto detto: Saltarelli ha creato un caso sulla fontana di piazzale Marconi, quella giusto di fronte alla stazione, che nel progetto preliminare di Ceci scompare, esce di scena (e tuttora si è in ce\rca di soluzioni per capire se, nei prossimi passaggi progettuali, possa essere piazzata da qualche parte).
“Ma come, mi togliete la fontana?” Un passaggio che il titolare dei Lavori pubblici, non è riuscito molto a digerire anche perché a breve inizieranno i lavori di riqualificazione di quella stessa fontana, in vista dell’adunata nazionale degli Alpini del maggio 2010. Dopodichè entrerà in scena l’esecuzione del progetto di Ceci, che di quella vasca un po’ ingrigita fuori dalla stazione non vuole proprio saperne.
L’ha spuntata il vicesindaco, che nel pomeriggio del 14 ottobre ha fatto passare l’approvazione del progetto preliminare portando la delibera in Giunta “fuori sacco”, ovvero senza inserirla all’ordine del giorno che arriva in anticipo anche ai colleghi assessori. Nella stessa seduta di Giunta è saltata l’approvazione del Piano delle opere pubbliche, che probabilmente passerà settimana prossima.

IL PROGETTO
Il progetto in zona stazione è rilevante
, costa 3 milioni e mezzo di euro e tramite i fondi del Piano operativo regionale potrà ottenere un finanziamento fino ad 1 milione e 750 mila euro (ovvero fino al 50 % del costo complessivo). “E’ vero che il master plan di Porta Sud, per la zona, prevede modifiche strutturali e ad ampio respiro – ha commentato Ceci – ma i tempi sono ancora molto incerti ed è meglio portarsi avanti per rendere più decorosa e più funzionale la zona”. Il progetto prevede l’eliminazione di tutti i parcheggi di sosta in piazzale Marconi e la realizzazione di un parcheggio a tre piani da 160 posti in via Bono, con struttura metallica fuori terra, dopo le pensiline (ne scompariranno almeno un paio).
In piazzale Marconi si entrerà in auto solo per una toccata e fuga, o per dirla all’inglese come piace a Ceci, con un sistema “kiss&ride”, bacio e corsa, vale a dire solo per gli automobilisti che devono fermarsi per pochi secondi, ad esempio per accompagnare il conoscente al treno. Al centro del piazzale sorgerà una nuova tettoia dotata di sistema fotovoltaico posta all’incirca dove oggi c’è lo Iat (l’agenzia di informazione turistica) che sarà spostato all’Urban center. La tettoia, per una sosta sicura, sarà il punto di arrivo di percorsi protetti soprattutto per i pedoni in entrata e uscita dalla stazione Fs, dal capolinea della tramvia e dalle pensiline delle autolinee (nel rendering che pubblichiamo la riqualificazione vista dalla tramvia). Tra i percorsi protetti anche nuove aree verdi, dato che spariranno i parcheggi e l’attuale circolazione di auto un po’ disordinata.

ALTRI PROVVEDIMENTI
La Giunta comunale ha anche approvato
il progetto definitivo ed esecutivo del restauro del monumento all’Alpino, nell’omonimo piazzale. A metà novembre inoltre, come ha spiegato Saltarelli, la ditta Locatelli di Grumello inizierà i lavori di riqualificazione di tutto il piazzale, in vista dell’adunata nazionale di maggio. In una fase immediatamente successiva si provvederà a tirare a lucido e restaurare il monumento. Via libera anche al risanamento, per 750 mila euro (lavori che saranno affidati in via diretta, senza gara d’appalto), di tutte le pensiline dei pullman. "Si tratta di tre lavori che dovranno terminare, tassativamente, entro e non oltre la fine di aprile del 2010, in vista appunto dell’adunata", ha chiuso Saltarelli.

Più informazioni su

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da meditate o genti

    anche questa Amm.come la precedente,affronta i problemi in modo parcellare e non in maniera globale. Il piazzale della stazione fa parte di un grande sistema: stazione, piazzale degli alpini,ecc.,E’ LA PORTA D’INGRESSO A PORTA SUD.Com’è possibile non capire ciò?Non è con un garage che si risolve la questione,occorre quindi una soluzione globale.Non chiudiamoci la possibilità a soluzioni di grande respiro.E’ la frenesia del vicesindaco di scarso acume dotato?attenzione ai passi fasi.E il Sindaco?

  2. Scritto da pavel

    quindi ora, dove dobbiamo aspettarci la vendetta della lega? oppure cosa vorrà la lega in cambio?
    ma non hanno visto che fine ha fatto Bruni a colpi di divisioni?
    e poi come sempre fino ad ora una domanda rimane inevasa:Tentorio dove sei?

  3. Scritto da luca

    Grossi ma come minchia scrivi, si capisce lo stesso lo sai!!!

  4. Scritto da renzo tramaglino

    La fontana di Piazza Marconi non è, come si può supporre, solo motivo di abbellimento dell’area ma ha un preciso riferimento storico di notevole importanza per la città: segna infatti (era il giugno del 1912) l’entrata in funzione dell’acquedotto di Algua che risolse problemi gravi di siccità ed igiene e garantì per decenni l’approvvigionamento idrico alla città. Oggi pensiamo che con l’arredo urbano tutto si risolva ma di grandi opere………………..

  5. Scritto da ragionare

    condivido il 3.Ricordare che innanzitutto si dovrebbe impostare l’attraversamento della ferrovia: soprapasaggio o, molto probabile il sottopassaggio? nel comtempo si penserà anche a Piazzale Marconi. La fontana va ovviamente conservata.

  6. Scritto da A.Z Bg

    Ha ragione Saltarelli.come si fa apensare di restaurare un monumento per il 2010 e poi demolirlo subito dopo per un mega progetto?Solo da Roma in giù buttalo i soldi,ma forse il cognome de vicesindaco non è originario di Bergamo e la storia della fontane non la conosce.

  7. Scritto da fortebraccio

    Saltarelli smettila di provocare.Sei già responsabile della perdita della 3° circ. Non hai preso voti ma fai l’assessore. che cosa vai trovando? Vuoi anche essere ascoltato?.

  8. Scritto da aiuto

    di schifezza in schifezza ( vedi il pomposamente detto urban center il nuovo piazzale della stazione l’ospedale vecchio, l’enel ecc.) finalmente bergamo sarà simile alle periferie delle metropoli americane. D’altronde non è prevista Milano come città metropolitana? Bergamo sarà una delle sue squallide periferie degradate che farà risaltare il gioiello ormai “privato” che è città alta. I bergamaschi vecchi ed i “nuovi” sono serviti.

  9. Scritto da Carlo

    Ma che bella coalizione, non sarebbe bella se non fosse litigarella, e intanto i problemi marciscono, era meglio Bruni!

  10. Scritto da gianikolo81

    La stessa squadra? The same team? Sicuri?

  11. Scritto da Anna

    I protagonismi personali di sti figuri sono indecenti e insopportabili, altro che dedicarsi al bene comune qui ognuno si dedica al suo ego.