BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Morto all’ospedale nuovo, l’Inail riapre il caso

La sede di Sassari ha scritto alla vedova dell'operaio per comunicargli che il fascicolo sarà riaperto ufficialmente. La Fiom Cgil in campo.

Più informazioni su

“Si comunica l’avvenuta riapertura del caso in oggetto, al fine di completare l’acquisizione degli elementi oggettivi necessari per una esatta definizione dell’evento mortale”: così scrive il dirigente della sede INAIL di Sassari, Fabio Valente Pietrosanto, nella raccomandata inviata, in data 8 ottobre, alla vedova di Mario Soggiu, il lavoratore sardo che ha perso la vita nel cantiere del Nuovo ospedale di Bergamo il 15 luglio scorso. “La raccomandata conferma purtroppo che il riconoscimento all’infortunio non è ancora certo” ha detto poco fa Mirco Rota, segretario generale provinciale della FIOM-CGIL, che sta seguendo il caso. “Per i nostri legali, invece, ci sono tutte le condizioni perché quanto è accaduto possa essere riconosciuto come infortunio sul lavoro a tutti gli effetti. L’immediata azione della FIOM ha portato almeno per ora l’avvio della procedura per l’erogazione delle prestazioni del ‘Fondo di sostegno per i familiari delle vittime di gravi infortuni sul lavoro’”. 
All’inizio di ottobre l’INAIL sul caso aveva scritto: “Non spetta alcuna indennità in quanto l’infortunio non risulta avvenuto per rischio lavorativo, bensì per il verificarsi di rischio generico incombente su tutti i cittadini e comune ad altre situazioni del vivere quotidiano”.

I legali della FIOM-CGIL insieme al Patronato INCA-CGIL di Sassari martedì 20 ottobre presenteranno l’opposizione al rigetto del riconoscimento al diritto all’indennizzo che INAIL aveva comunicato alla vedova di Soggiu.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.