BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamasca Colpack, il bilancio della stagione

Il quinto posto ottenuto da Paolo Locatelli domenica scorsa a Somma Lombardo ha chiuso l'attivit?? agonistica per la stagione 2009 dell???Uc Bergamasca Colpack De Nardi.

Più informazioni su

Il quinto posto ottenuto da Paolo Locatelli domenica scorsa a Somma Lombardo ha chiuso l’attività agonistica per la stagione 2009 dell’Uc Bergamasca Colpack De Nardi, un’annata in cui con un po’ di fortuna in più si sarebbe potuto centrare maggiori risultati, ma nella quale, certo, non sono mancate le soddisfazioni. Dieci vittorie all’attivo, tantissimi piazzamenti di prestigio e soprattutto cinque giorni in maglia dal leader al Giro d’Italia dilettanti non sono da buttare, anzi.
A fare un bilancio complessivo è il direttore sportivo Gianluca Valoti: “Direi che il bilancio è discreto perché abbiamo raggiunto diversi risultati e gli obbiettivi li abbiamo quasi tutti raggiunti. Quelli che abbiamo mancato più che per demerito è stato per problemi di salute che hanno tormentato alcuni nostri atleti. Segnali positivi sono arrivati soprattutto dai giovani del primo anno e penso a Felline, Zilioli e Orrico che hanno dimostrato di essere dei corridori che potranno darci soddisfazioni anche in futuro. Soprattutto Fabio Felline è stato l’atleta che si è dimostrato più costante di tutti cogliendo risultati durante tutto l’arco della stagione e cogliendo l’obbiettivo di una vittoria di tappa al Giro delle Valli Cuneesi che ci eravamo prefissati. Abbiamo avuto una bella soddisfazione al Giro d’Italia – ha confessato Valoti – con Cesare Benedetti che è riuscito a portare la maglia di leader per cinque giorni e ha concluso in sesta posizione nella classifica finale. Ci è mancato ancora una volta l’obbiettivo pieno della Parigi-Roubaix, Giorgio Brambilla è da quattro anni che prova a vincerla arrivando sempre sul podio e dimostrando di essere sempre protagonista in questi tipi di corsa in Belgio. È comunque un risultato che dà ancora maggior lustro alla nostra società ultracentenaria”.
Gli atleti su cui a inizio stagione si erano riposte le maggiori aspettative erano sicuramente Stefano e Paolo Locatelli, ma la loro non è stata una delle annata più fortunate: “E’ vero – ha confermato Valoti – Stefano praticamente non ha potuto correre in condizioni ottimali per tutta la seconda metà di stagione. Prima era però riuscito a centrare quattro successi tra i quali il Palio del Recioto che equivale a un campionato del mondo per i dilettanti. Paolo, anche lui sempre alle prese con problemi di salute, non è riuscito a cogliere la vittoria, ma pur a mio avviso correndo al 60% delle sue possibilità ha saputo ottenere buoni piazzamenti tra cui anche il sesto posto al Campionato Italiano e il titolo di campione lombardo degli Under 23”.
Tra chi ha maggiormente sorpreso sicuramente Andrea Di Corrado: “E’ stata una sorpresa per chi non lo conosce bene, per noi diesse è stata una conferma delle sue doti di attaccante che quest’anno gli sono valse tre vittorie”. A bocce ferme, riguardano indietro Gianluca Valoti non ha dubbi sul momento più difficile della stagione: “Al Giro della Valle d’Aosta quando la mattina eravamo molto contenti per il secondo posto nella cronosquadre e dopo due ore ci è crollato il mondo addosso e ci siamo ritrovati ad aver perso ogni speranza di vittoria del Giro per una banale caduta”. Comunque non sono mancate le soddisfazioni: “Di momenti da ricordare ce ne sono diversi – ha ammesso Valoti – penso al Palio del Recioto conquistato con Stefano Locatelli, alla tappa più dura del Giro delle Valli Cuneesi vinta con Felline, ma la soddisfazione più bella credo sia stata la nostra prestazione al Giro d’Italia perché abbiamo dimostrato a tutti di essere una squadra forte”.
Il 2009 va quindi in archivio e le attenzioni si spostano già sulla stagione che verrà con l’arrivo in casa Uc Bergamasca Colpack De Nardi di dieci giovani corridori che fra gli Juniores hanno già dimostrato doti importanti. Dalla Romanese arrivano in blocco Mauro Locatelli (fratello di Paolo già da due stagioni in forza all’Ucb) e Stefano Perego, che potranno dire la loro in volata, insieme a Giacomo Mossali ed Andrea Crema che invece hanno spiccate doti per il passo e la salita. Dal Gc Almenno S. Bartolomeo arriva un altro ottimo scalatore come Davide Villella, mentre dalla società satellite For 3 Bevilacqua Sport salgono l’abruzzese Giuseppe Fonzi e il bergamasco Riccardo Ravasio. Altro atleta che potrà dire la sua soprattutto in salita è Samuele Conti proveniente dalla Ciclisti Monzesi. Dalla Castanese sono stati pescati Luca Olivieri e Francesco Dionisio che con Felline andranno a rinforzare la comunità piemontese in seno alla squadra di Valoti.
Completeranno l’organico, che anche nel 2010 sarà diretto dal trio di direttori sportivi Gianluca Valoti, Oscar Pelliccioli e Stefano Pedrinazzi, con la supervisione dei team manager Antonio Bevilacqua e Rossella Dileo i confermati: Andrea Di Corrado, Fabio Felline, Davide Orrico, Efrem Salvi, Paolo Locatelli, Stefano Locatelli e Gianfranco Zilioli.
Il lecchese Giorgio Brambilla è in attesa di una chiamata dal mondo del professionismo che se non dovesse arrivare lo renderebbe di nuovo parte integrante del gruppo ucibino. Chiamata, invece, che è arrivata proprio in queste ore per Cesare Benedetti, già stagista con la Liquigas, che il prossimo anno sarà professionista con la neonata squadra tedesca Team NetApp che ha l’ambizione di arrivare al ProTour entro il 2012.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.