BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Alla Pedemontana un cda “provvisorio”

Il nuovo consiglio che verrà nominato lunedì resterà in carica solo fino alla primavera del prossimo anno. La Provincia di Milano deve metter ordine tra le sue società.

Un Cda meteora. Cosi’, secondo indiscrezioni, potra’ essere definito il prossimo consiglio di amministrazione della Pedemontana Lombarda. L’appuntamento per la nomina dei nuovi amministratori, dopo le dimissioni a sorpresa di quattro dei sette consiglieri della societa’ per la costruzione dell’autostrada Bergamo-Varese (controllata da Milano-Serravalle), e’ fissato per lunedi’ prossimo e il favorito per la carica di presidente e’ Leonardo Carioni, numero uno della Provincia di Como, socio di Pedemontana.
In quell’occasione, si legge in un articolo di MF, dovrebbe inoltre essere chiarito che il nuovo consiglio non restera’ in carica tre anni ma soltanto fino all’approvazione del bilancio 2009, ossia primavera dell’anno prossimo. La decisione sarebbe dettata dalla volonta’ di procedere, dopo quella data, a un piu’ ampio giro di poltrone in tutte le controllate della Provincia di Milano.
Intanto e’ bloccata anche la pratica dei finanziamenti necessari all’avvio dei lavori e l’apertura del capitale a nuovi soci. Oggi il 68% di Pedemontana e’ di Serravalle, che aveva condotto trattative con il gruppo Gavio e i Benetton per cedere un altro 30% della societa’, dopo il 32% venduto a Intesa Sanpaolo e altre banche. Ma le trattative si sono fermate in seguito al cambio di maggioranza in Provincia e alla necessita’ di ottenere il placet della nuova amministrazione. Anche Unicredit avrebbe dato la sua disponibilita’ ad acquistare quote di Pedemontana, ma anche in questo caso e’ tutto congelato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.