BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nel supermercato giusto a Bergamo si risparmia

Anche a Bergamo, se si cerca bene, si riescono a risparmiare sulla spesa annua fino a 1.200 euro. Emerge da un'indagine effettuata in 66 citt?? e 931 punti vendita.

Più informazioni su

Anche a Bergamo, se si cerca bene, si riesce a risparmiare sulla spesa. Lo assicura AltroConsumo, la rivista dei consumatori, che ha di nuovo effettuato un’indagine mirata scoprendo che, con una scelta mirata, a Bergamo è possibile che rimangano nel portafoglio fino a 1.200 euro all’anno. 
Per dar consigli su come salvaguardare il portafoglio, Altroconsumo si è messo nei panni di una famiglia media e ha fatto la tipica spesa italiana. Sono due i modelli di spesa messi in pratica: uno è quello più diffuso, che include i prodotti di marca confezionati e gli alimentari freschi più venduti (Carrello 1), e uno di stampo low cost, a caccia dei prodotti confezionati più economici (Carrello 2).
L’indagine prezzi è stata fatta in 931 punti vendita di 66 città italiane nel maggio 2009. Nel complesso sono stati visitati 628 supermercati, 199 ipermercati e 104 hard discount, rilevando più di 600 mila prezzi per un totale di 143 tipologie di prodotti.
Scegliere il negozio giusto può fare risparmiare una bella cifra a fine anno. Per esempio, rivolgendosi al punto vendita meno caro, a Pavia è possibile tenere nel portafoglio oltre 1.500 e più di 1.400 euro a Firenze. Buone possibilità, sempre se si fa la spesa nel posto giusto, anche a Bergamo appunto, che come Mantova, Milano, Brescia, La Spezia e Bologna riesce a garantire un risparmio di circa 1.200 euro.
Risparmi sopra i mille euro in altre dieci città, tra le quali Verona, Trieste, Perugia, Roma e Cagliari. Il capoluogo sardo è la prima città tra le regioni meridionali e insulari a comparire in questa classifica. Lo scenario non è tutto così gioioso. Ci sono città dove i risparmi sono risicati: Foggia, Campobasso, Trento, Potenza e Bolzano, dove si risparmia sempre meno di 300 euro.
La rivista propone l’intera indagine con i supermercati delle 66 città visitate:www.altroconsumo.it   

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da ciccio

    Condivido con 1 e 2 !
    Provate ha fare l’abbonamento.
    quello che avete risparmiato nel fare la spesa lo date ad altroconsumo nel pagamento della rivista.

  2. Scritto da furbi

    la guida d altroconsumo è a pagamento motivo:richiedono tu faccia la quota associativa,ho tel propio ora…uhmmmm

  3. Scritto da mario59

    In passato sono stato abbonato ad altroconsumo… i primi da cui ho deciso di stare alla larga.. sono proprio loro… ndà po a saì ol perchè..?!