BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Manfredini: “Con Conte ?? cambiato tutto”

Nell???ultima sfida di campionato contro il Milan si ?? rivisto finalmente quel muro difensivo nerazzurro spesso ammirato nelle passate stagioni. Un muro costruito e guidato soprattutto da Manfredini, che con una grande prestazione ha dimostrato di essere tornato ???Thomas il baluardo???.

Più informazioni su

Nell’ultima sfida di campionato contro il Milan si è rivisto finalmente quel muro difensivo nerazzurro spesso ammirato nelle passate stagioni. Un muro costruito e guidato soprattutto da Manfredini, che con una grande prestazione ha dimostrato di essere tornato “Thomas il baluardo”.
E’ arrivato un nuovo allenatore, Conte, e sono cambiate alcune cose, in campo e fuori: “Tutto, per due anni abbiamo difeso a zona pensando a guardare più la palla che l’uomo, ora si passa ad altri movimenti. Se saranno giusti o meno lo diranno i risultati poi a zona o a uomo questo importa poco –ha affermato un Manfredini stremato a fine allenamento- Noi ci mettiamo a disposizione, siamo disposti a dare tutto e con il Milan abbiamo retto bene. Sicuramente non era il Milan che negli anni scorsi ci aveva abituato ad ammazzare i campionati. Loro come noi siamo in un momento di difficoltà, usciremo noi da questa situazione e sicuramente lo faranno anche loro con i campioni che hanno. Stiamo dando segnali positivi, prima o poi arriverà anche la vittoria”.
Contro i rossoneri la prima vittoria è sfumata a pochi minuti dal termine, giocando in dieci per quasi un’ora dopo l’espulsione di Radovanovic. Gli avrete detto qualcosa negli spogliatoi: “Niente di particolare, è giovane e ha capito anche lui che poteva temporeggiare. E’ stato un intervento dettato dalla foga agonistica, sono atteggiamenti che nel tempo migliorerà. Siamo un gruppo e gli siamo vicini anche perché prima o poi capita a tutti di sbagliare e in questi momenti ci si da una mano e se ne esce tutti insieme. Negli ultimi anni ci siamo tolti parecchie soddisfazioni e abbiamo regalato emozioni al nostro pubblico, in questo momento di difficoltà dobbiamo essere ancora più uniti e vicini. Non è facile ottenere punti in questo momento, credo però che con la volontà e la caparbietà ritorneremo ai livelli che ci competono”.
Riguardo i nuovi metodi di lavoro di Conte e del suo staff, come procede la preparazione: “Direi bene, stiamo lavorando tanto, abbiamo aumentato molto i carichi di lavoro. Ci dovremmo abituare a questo nuovo tipo di lavoro e siamo tutti a disposizione dello staff. Cercheremo di dare tutto quello che abbiamo stringendo i denti. Ci stiamo preparando a far punti contro l’Udinese e non solo. In tutti i settori del campo vogliamo migliorarci, siamo una squadra e per uscire da questo momento delicato ci stiamo mettendo il massimo impegno, dobbiamo reagire per dare soddisfazioni ai nostri tifosi. Testa bassa e lavorare, siamo concentrati su questo”.
La prossima partita la giocherete a Udine, contro la tua ex squadra:  “Ormai è passato tanto tempo, devo moltissimo alla famiglia Pozzo perché mi ha lanciato nel grande calcio. Gli sarò sempre riconoscente, però ora sono un giocatore dell’Atalanta. Dobbiamo pensare a noi e per i saluti di rito ci sarà tempo prima e dopo la partita, ma durante i 90′ a queste cose non ci penso, penso solo a dare il massimo”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.