BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I sindacalisti delle aziende difendono il volantino Fiom

Dalla Lovato Electric un appello con forte critica a chi ha stigmatizzato il volantino della Fiom Bergamo sottoscritto da 243 delegati di 111 rsu di varie aziende.

Più informazioni su

I sindacalisti della Lovato Electric, azienda bergamasca tra le più significative dal punto di vista industriale con 250 dipendenti, hanno lanciato un appello con forte critica a chi ha stigmatizzato il volantino  della Fiom di Bergamo sulla manifestazione della scorsa settimana. L’appello è stato sottoscritto, nel giro di due giorni da 243 delegati di 111 rsu (rappresentanze sindacali di varie aziende tra cui Tenaris Dalmine e Costa Volpino, Abb Sace, Promatec, Corali, Indesit, Italpresse, Same, Siac, Zucchetti, Toora, Donora…)
Ecco il documento
Abbiamo appreso dalla stampa locale che il segretario generale della Cgil di Bergamo ha “messo sotto
accusa” la Fiom per un volantino diffuso recentemente; questo intervento è stato sollecitato dai segretari provinciali di Cisl e Uil.
La cosa grave è che le proteste di “costoro” partono dal presupposto che questo volantino evoca “tempi bui della nostra Repubblica”, i cosiddetti “anni di piombo: il periodo del terrorismo.
Vogliamo ricordare a “costoro” che se vi è stato un sindacato radicalmente contro il terrorismo, che lo ha combattuto e isolato, è la Fiom: in questa battaglia in difesa della democrazia per il nostro Paese la Fiom ha pagato prezzi durissimi fino alle estreme conseguenze.
A memoria, per chi dimentica troppo facilmente, vogliamo ricordare la barbara uccisione di Guido Rossa delegato della Fiom all’Italsider di Genova nel gennaio 1979; i terroristi dichiararono: “Abbiamo sparato a Guido Rossa, spia dei padroni, dell’Italsider”.
La Fiom è sempre in prima linea, con le sue strutture e i suoi delegati sindacali, per essere a fianco dei lavoratori e per diventare un loro punto di riferimento in tutte quelle situazioni di disperazione che la crisi in atto sta producendo; situazioni di lavoratori che vengono quotidianamente licenziati, sfruttati e privati dei loro diritti fondamentali e che rischierebbero di sfociare in reazioni estreme con conseguenze a volte drammatiche.
A Fim e Uilm chiediamo di “fermarsi” e di smettere di decidere per il futuro dei lavoratori senza ascoltarli e farli contare; se sono convinti che le loro idee e strategie rappresentano le aspettative e le
esigenze dei lavoratori si mettano in gioco con la Fiom in un vero confronto e rapporto democratico con loro.
Ai lavoratori chiediamo come possano Fim e Uilm continuare a trattare (e fare accordi separati) con Federmeccanica che dichiara, non solo legittimo, ma strategicamente giusto licenziare per risanare le aziende.
Alla Cgil di Bergamo e al suo segretario generale chiediamo di continuare a contrastare “l’accordo separato sulle regole contrattuali”, a battersi per i diritti dei lavoratori e la loro sicurezza nei luoghi di lavoro. La Cgil non deve cadere in trappole strumentali e pretestuose che nulla hanno a che fare con la tutela della “democrazia e con essa il valore della vita delle persone”.
Dimostrazione della strumentalità e della malafede di “costoro” è che il volantino incriminato è stato distribuito nelle fabbriche, alla stampa, nelle sedi sindacali, della provincia di Bergamo circa venti giorni fa, ma la polemica è partita il giorno prima dello svolgimento dello sciopero indetto dalla Fiom.
Infine, invitiamo la Cgil di Bergamo ad escludere qualsiasi azione nei confronti della segreteria della Fiom e del suo segretario generale, come il paventato ricorso alla “Commissione di Garanzia”, perché sarebbe un gesto incomprensibile e dalle conseguenze gravi nel rapporto all’interno della Confederazione.
Se la Cgil pensa di sottoporre la questione al nostro dibattito interno, lo faccia al prossimo direttivo provinciale della Fiom che riteniamo sia la sede più opportuna di verifica delle reciproche strategie sindacali.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Stefano

    L’unico sindacato serio è L’UGL della Polverini altro che , la Fiom dovrebbe pensare di più hai lavoratori che alla politica, e vergognoso utilizzare la forza delgi operai per una battaglia finalizzata meramente alla politica e ad il partito di riferimento!
    Quanti scioperi ha fece la cgil contro il governo Prodi? cosa fece contro l’ esproprio del TFR, contro la legge Treu sui Precari, contro l’innalzamento dell’ irpef dal 22 al 27%.?

  2. Scritto da mario59

    La situazione in questa nostra Italia, sta peggiorando ogni giorno che passa..la crisi, non certo causata dai lavoratori dipendenti, sta falciando migliaia di posti di lavoro, ancora una volta le conseguenze, le devono pagare coloro che non hanno avuto alcun potere decisionale su quanto sta accadendo nel mondo..in questo momento difficile c’è bisogno più che mai del sindacato.. quello vero..non i falsi profeti.. forza FIOM difendi i nostri diritti, e difendici da chi tiene il piede in due scarpe

  3. Scritto da mario59

    X 42
    Forse stai facendo un po di confusione..provo ad aiutarti a ritrovare il bandolo della matassa..guarda che chi divide i lavoratori..sono coloro che si permettono di firmare accordi separati..la FIOM questo non lo ha mai fatto e mai lo farà..prima si discute e ci si mette d’accordo nel sindacato..poi si va uniti a firmare con la controparte..ripeto UNITI..pertanto chi divide è chi va a firmare senza il sindacato oltretutto più rappresentativo..CISL e UIL VERGOGNA. Bonanni e Angelini.
    VENDUTI

  4. Scritto da Ciao Bella

    Bella Ciao scrive: -spero proprio che quei leghisti tesserati, comincino a capire da che parte sta la FIOM (degli OPERAI)-
    proprio per questo le denunce ai vertici della Tenaris sono funzionali alla crescita della fiom quelle contro Bonanni, per quanto motivate, servono solo a dividere i lavoratori.

  5. Scritto da POLIGLOTTA

    CALDEROLI, BELOTTI, MARONI, BOSSI DOVE SONO?

    IL BILINGUISTA DA COSA SCRIVE MI RICORDA TANTO BELOTTI

  6. Scritto da Giovanni M.

    Cosa pensa Bresciani che tanti del suo sindacato sono candidati nelle liste PD alle primarie?? ma la CGIL non è autonoma dalla politica?

  7. Scritto da Dario P. lavoratore Exide

    Marilena, Eugenio scrive in dialetto perchè probabilmente non ha superato la seconda elementare quindi è un pochino in difficoltà con la lingua italiana. Io non sono iscritto al sindacato ma penso che la cgil abbia fatto una cosa senza senso, anzi senza testa. Certo in CGIL saranno tutti in sintonia con il capo massimo….

  8. Scritto da level

    Dario P, deduco che la fiom di Bergamo prima di avviare una guerra interna si potrebbe impegnare a canalizzare gli sforzi sulla questioni aperte. No?

  9. Scritto da Bilinguismo

    Io ho l’impressione che( a mè al me somea che) l’ottimo Eugenio, che scrive solo in dialetto (che scrif doma in dialet), lo faccia per mescolare un po’ le carte ( al sirca de fa zu ona resumada): arriva al punto di rispondersi e criticarsi da solo (al teca bega des per lu), sdoppiandosi. La cosa è spassosa (gh’è de moeur a forsa de grignà), ma un tantino ingenua (ada che noter an sè mia lelocc). Te capitt Eugenio, lasa pert la comedia…Va bè che ta scriet mei in bergamasc che in italià, però..

  10. Scritto da eugenio

    Ta podet parlà anche in ingles ol problema l’è che sa ta denuncet anche ol bresciani ol Calderol l’è contet.
    Eccapit bilinguista?

  11. Scritto da Carlo Forse

    Bbilinguista non la sfiora l’impressione che a far due cose per volta possono riuscere male entrambe?

  12. Scritto da CAPITANIO

    Sono CAPITANIO, il promotore dell'”appello” e intervengo principalmente per dire che chi volesse aderire lo può fare utilizzando rsu.lovato@gmail.com. Per quanto riguarda i “leghisti”, stare o meno nella FIOM è una scelta libera; credo che però chi è leghista e rimane iscritto alla FIOM è perchè ha capito che, a prescindere dalla politica, è l’unico riferimento che li possa ascoltare e tutelare nel settore metalmencanico.
    IL RESTO SONO PAROLE AL VENTO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  13. Scritto da arcicamallisavona

    Belin bilinguista sei rimasto indietro.

  14. Scritto da Bilinguismo

    Al ghe mancaa prope ol compagn de merende de che l’oter…alà arcicamalli, sta a cà to e preoccupes mia. E te Eugenio va ‘lnacc a fà finta d’ess surt ch’al te convè! Ma ‘ndì a laurà!

  15. Scritto da POLIGLOTTA

    CALDEROLI, BELOTTI, MARONI, BOSSI DOVE SONO? AL CORSO DI DIALETTO?

  16. Scritto da Antonio

    le parole di Capitanio sono intelligenti. Il sindacato se non deve fare politica deve accogliere al suo interno tutti anche i leghisti, democristiani, socialisti ecc…altrimenti farebbe politica

  17. Scritto da Bella Ciao

    La FIOM avra’ anche qualche “infiltrato” leghista (nessuno lo mette in dubbio) ma ricordiamoci bene che la FIOM e’ sempre stata, continua ad essere, e sempre sara’.. ROSSA!! Anzi, spero proprio che quei leghisti tesserati, comincino a capire da che parte sta la FIOM (degli OPERAI) e da che parte sta la LEGA (dei PADRONI e dei SINDACATI sottomessi e SENZA “ATTRIBUTI”) SVEGLIAMOCI OPERAI!! SEMPRE A FIANCO DELLA FIOM.. La Lotta e’ dura e non ci fa paura!!!!!

  18. Scritto da Claudio F.

    Lavoro in un azienda tessile in cassa integrazione da mesi. esprimo solidarietà alla FIOM per le accuse pretestuose scorrette e “organizzate” che non sono altro che un favore ai padroni. FIOM non scoraggiarti vai avanti cosi!

  19. Scritto da roberto fugazzi

    Cosa c’è dietro all’attacco alla FIOM?Cosa unisce questo attacco a quello che è in atto contro i lavoratori in tutte le fabbriche? Forse la disponibilità della FIOM a portare il conflitto sul lavoro al centro dell’iniziativa sindacale nei prossimi giorni? la cartina di tornasole sarà cosa risponderanno le sigle sindacali alla richiesta di uno SCIOPERO GENERALE PROVINCIALE A DIFESA DEL LAVORO,l’unica scielta che può dare il fiato necessario alle decine di lotte destinate altrimenti al fallimento!

  20. Scritto da Bergamasca

    Nessuno vuole sminuire la CGIL, però, ci si domanda come mai accettate di buon grado tesserati Leghisti che votano Silvio Berlusconi, ieri è andato da Confindustria a dire “Ghe pensi mi”, paura!, e poi la menate alla CISL perchè incontra la Marcegaglia. Parte del problema è che gli operai&impiegati, votano ol Padrù(come dite voi), però dato che hanno la tessera CGIL a loro non dite niente.

  21. Scritto da Fermiamoli

    I delegati Rsu CISL si devono vergognare si sono venduti ai padroni per
    i loro interessi personali, in azienda sono i referenti dei capi e dei responsabili, chissà perchè poi hanno sempre un bel posto di lavoro!
    FERMIAMOLI.

  22. Scritto da corti-novis

    Bresciani verrà al vostro direttivo e dirà che è stat costretto dalla sua piramide organizzativa in nome di una pedagogita unità oramai morta e sepolta, prima di fare dichiarazione almeno doveva confrontarsi con voi, ma oramai la democrazia è un’opzional anche in casa cgil. Una trappola concertativa da non cadere e bresciani doveva rispondere con il vostro comunicato che rappresenta la vera risposta c hi sa di aver torto e richiama fantasmi del passato.

  23. Scritto da eugenio

    lia ura Bergamasca. Evvest chi che comenta, toc leghisti, staolta mi ha stanach!
    Fò i leghisti da la fiom sobet !!

  24. Scritto da Bergamasca

    Claudio F., vai a chiedere il conto ai governanti eletti dagli operai bossiani insieme ai miliardari berlusconiani. Hanno votato per Alitalia la Cassa Integrazione per 8 anni all’80% dello stipendio ai suoi dipendenti. Se per caso sei assunta in azienda di commercio o una mensa e sei lasciato a casa non hai diritto a nessun sussidio!!!!!! Nemmeno alla Cassa Integrazione.

  25. Scritto da eugenio

    per ol vintetrì:
    Te che ta scriet che manera ta set mia de la fiom? Comoda la eta a daga dos a toc sensa mai mesa autocritica.
    Ta set compagn di leghisti, mei perdei che troai

  26. Scritto da marilena

    scusi eugenio se mi permetto una domanda: lei scrive in dialetto per fare un dispetto alla lega o lei è della lega? Non si capisce da quanto scrive, da che parte sta. Comunque mi sembra che esageri un po’ nell’usare continuamente il dialetto. Per bergamasca: io sono iscritta alla cgil e sono una ex fiom in pensione, non mi risulta che gli operai della lega siano iscritti in maggioranza alla cgil, perciò prima bisognerebbe conoscere le cifre.

  27. Scritto da eugenio

    Rinponde olentera marilena: so mia de la Lega Nord e chesta l’è la lengua piò giosta per dil.
    Fò i leghisti da la fiom sobet, l’è ura de capila !

  28. Scritto da level

    marilena lo stesso discorso vale per ciò che scrive lei. C’è un punto di convergenza tra varie visioni ed è la presenza di leghisti, non identificati, nella fiom di bergamo.

  29. Scritto da alternainsieme.net

    Ci associamo all’appello, perché lo condividiamo profondamente. L’attacco di Cisl, Uil, Confindustria e oerfino del segretario Bg della Cgil contro la Fiom si basa su un pretesto incredibilmente miserabile.

  30. Scritto da eugenio

    Brai a lè la sede piò giosta per saì quace leghisti i ghè indela fiom.
    Fò i leghisti da la fiom sobet!

  31. Scritto da RSU FIOM CGIL TENARIS DALMINE

    I delegati FIOM TENARIS DALMINE, ritengono profondamente sbagliato criticare il volantino diffuso in occasione dello sciopero del 9 ottobre 2009, perchè equivale a boicottare la lotta di una categoria di lavoratori che oggi si spende contro gli accordi separati a danno dei lavoratori e dei loro diritti. Gli argomenti usati sono fuori dalla realtà e prestano il fianco a chi oggi fa di tutto per fare arretrare i lavoratori.

  32. Scritto da Alberto

    Sono con la FIOM

  33. Scritto da eugenio

    Mei ol fugassi che l’è con toce i lavoratori, ol fì iè i dipendenc mia i tesere !
    Fò i leghisti da la fiom, piò cò meno crapù !

  34. Scritto da Danilo iscritto Fiom

    La risposta che si meritavano. anzi CISL e UIL non si meritano nulla dai lavoratori perchè sono ormai senza dignità. alla CGIL una risposta dai delegati dell rsu, chiara e immediata.

  35. Scritto da eugenio

    Danilo ansè a spetà i risposte da la Dalmen, chi ga ndel cò i crapù del bonanni e del’alfano iè chei de la lega.
    Ocio perchè ol fugassi l’è mia scemo.

  36. Scritto da eugenio

    I sindacalisti delle aziende difendono il volantino Fiom.
    ‘sarà mei difent i lavoratori mia i volantì scric di leghisti de la fiom (che manera i mancaa i crapù de la polverini e calderol)!

  37. Scritto da mario59

    Bresciani hai toppato… avresti potuto rispondere picche a CISL e UIL.. hai preferito voltare le spalle alla categoria di lavoratori più rappresentativa della CGIL, la FIOM… certo FIM e UILM sono benvisti dagli industriali, e te lo credo.. accettano e firmano tutto quello che gli propinano.. tanto gli effetti negativi delle loro scelte scellerate, mica li pagano loro..Anche se loro non vogliono, BISOGNA COSTRINGERLI A FARE I REFERENDUM NELLE FABBRICHE.. e soprattutto con voto segreto.

  38. Scritto da eugenio

    Ada mariosinquantanof l’è mia isè semplice. La fim e la uilm de berghem iè mia la uil e la cisl de roma, e la cgil fiom de berghem l’è mia la fiom de roma (a roma de leghisti che ne mia).
    Eccapit ades!?

  39. Scritto da eugenio

    bresciani, tira fò toc i leghisti da la fiom de berghem sobet !

  40. Scritto da Dario

    Eugenio ma tu non sei andato a scuola fino alla terza elementare per saper scrivere in italiano?

  41. Scritto da eugenio

    Set ingles o de la fiom de berghem Dario?

  42. Scritto da marilena

    vorrei sapere se è possibile aderire all’appello ed eventualmente pubblicare l’indirizzo . Grazie

  43. Scritto da A volte ritornano ( amò turna!)

    Perchè non gli fai vedere come scrivi in italiano, Eugenio? Nickname compreso…Sarebbe educativo e spiegherebbe perchè tre quarti dei post li hai spediti tu. Suvvia Eugenio: il tuo uso dell’italiano è leggendario nella Bergamasca. O hai paura che ti riconosca qualcuno e, ricordandosi dei trionfi più recenti, faccia uno più uno due? Cosa si prova a cavalcare l’onda?

  44. Scritto da genioge

    accorre abassare i toni a tutti i livelli, posso condividere le ragioni della FIOM, non condivido il metodo con cui si vogliono portare giustamente alla ribalte questioni drammatiche………diamici una calmata prima che sia troppo tardi e che le responsabilità vengano ancora una volta scaricate ingiustamente sui soliti 4 comunisti.

  45. Scritto da Bella Ciao

    Come sempre A FIANCO DELLA FIOM!! Cisl e Uil servi dei padroni e del governo!!! AVANTI FIOM