BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Da Costa Volpino una risposta forte all’azienda

"Le ripercussioni del piano potrebbero essere più gravi qui che altrove, visto che molti dei 119 dipendenti in esubero non potrebbero contare sull’accompagnamento alla pensione".

Più informazioni su

“Quella di stamattina è stata una grande e ferma risposta dei lavoratori dello stabilimento Tenaris di Costa Volpino al piano di riorganizzazione presentato dalla multinazionale che prevede, per il sito produttivo, un taglio occupazionale di 119 posti”. Lo ha dichiarato il segretario provinciale della Uilm Uil, Angelo Nozza, che stamattina, martedì 13 ottobre, ha partecipato al presidio di protesta organizzato dai dipendenti dell’azienda davanti ai cancelli dello stabilimento contestualmente allo sciopero di 8 ore proclamato per dire “no” agli esuberi annunciati dalla proprietà nei giorni scorsi.
“I lavoratori – ha aggiunto Nozza – hanno voluto ancora una volta manifestare tutta la loro preoccupazione per il futuro che li attende, alla luce delle scelte strategiche di Tenaris che mettono a serio rischio la sopravvivenza stessa dell’area. Bisogna ricordare, tra l’altro, che le ripercussioni del piano potrebbero essere addirittura più gravi qui che altrove, visto che molti dei dipendenti in esubero non potrebbero neppure contare sull’accompagnamento alla pensione”. Ecco perché i sindacati si attendono ora dall’azienda parole chiare su quello che succederà: “La scure dei tagli – ha sottolineato ancora il segretario provinciale della Uilm – dovrebbe, in pratica, dimezzare gli organici. Per fare questo, però, Tenaris dovrà spiegarci, a partire già dai prossimi incontri, che tipo di strategie intende mettere in campo. Non bastano, infatti, gli investimenti annunciati sulle opere murarie: servono, invece, interventi concreti per garantire il futuro industriale di un sito che è da sempre cruciale nel tessuto economico e sociale della zona”.
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da roberto fugazzi

    chiediamo con forza uno SCIOPERO GENERALE PROVINCIALE PER IL LAVORO!!!!!
    uniamo le fabbriche in lotta!